Il Palazzo dei Priori è una struttura sorta a partire da due edifici preesistenti, un palazzo nobiliare e la chiesa di San Martino, che fu sede del Collegio dei Priori dagli ultimi anni del XIV secolo, fino allo scoppio della rivoluzione francese. Attualmente questa struttura ospita la Pinacoteca Comunale di Fermo.

Cenni storici

La storia del Palazzo dei Priori di Fermo ha inizio pressappoco nel 1296, anno in cui il comune decise di edificare la struttura che sarebbe poi diventata il Palazzo del Capitano del Popolo.

Il progetto prevedeva appunto l’unificazione di due costruzioni situate in quella che era allora piazza San Martino, ora piazza del Popolo: l’una era un palazzo nobiliare situato a Nord di quello che è ora il Palazzo dei Priori, appartenuto a Rinaldo di Giorgio, mentre l’altra era la chiesa di San Martino, alla quale si doveva il nome della piazza stessa.

La facciata esterna del Palazzo dei Priori, sulla quale spicca il bronzo di Sisto V
La facciata esterna del Palazzo dei Priori, sulla quale spicca il bronzo di Sisto V

Dopo un secolo dall’inizio dei lavori (che si protrarranno fino al 1525, esclusi restauri e ristrutturazioni successive), a partire dal 1396 questo palazzo divenne la sede del Collegio dei Priori, già detentori del potere esecutivo sin dal 1297, che vi rimarrà per ben quattrocento anni; fino a quando il riverbero della rivoluzione francese non farà collassare istituzioni ed organi di potere in molte parti d’Europa, Collegio dei Priori di Fermo compreso.

Descrizione

Il Palazzo dei Priori si presenta affacciato sulla piazza del Popolo e rialzato di circa tre metri rispetto alla superficie stradale ed agli edifici originali, ed il suo aspetto odierno è frutto di un progetto elaborato nel corso del XVII secolo. Nella loggia centrale, sopra il portichetto d’ingresso, si può trovare la statua bronzea di Papa Sisto V, realizzata nel Cinquecento da Accursio Baldi. Originariamente il palazzo comprendeva anche una torre campanaria, successivamente demolita.

Il Palazzo dei Priori è suddiviso internamente in tre piani: nel piano terra sono allocati gli uffici della Polizia Municipale, l’ufficio turistico e la biglietteria dei Musei Civici. Nel primo piano si trovano invece le sale di rappresentanza, la Sala dei Ritratti (utilizzata spesso per l’allestimento di concerti e congressi di grande importanza, anticamente nota anche come Sala delle Commedie) ed il Museo Archeologico. Al secondo ed ultimo piano si possono trovare la Sala del Mappamondo (comprendente il nucleo più antico della biblioteca) e soprattutto la Pinacoteca di Fermo, istituita già nel 1890. Questa struttura ospita anche il Gabinetto del Sindaco ed altre sale, come la Sala Rossa e la Sala dei Costumi.

La Sala del Mappamondo, il cuore stesso della biblioteca
La Sala del Mappamondo, il cuore stesso della biblioteca

Come arrivare

Per arrivare al Palazzo dei Priori di Fermo via treno o in automobile, la stazione più vicina a cui fare riferimento è quella di Porto San Giorgio, un comune in provincia di Fermo, situata ad una decina di chilometri dall’edificio storico.

Per raggiungerla in automobile da lì imboccare viale Don Giovanni Minzoni e percorrerlo, tutto tirando dritto anche alle quattro successive rotonde, finché la strada non sarà diventata viale XX Settembre. Girare a destra per viale Vittorio Veneto, e proseguire dritto fino a trovare il Palazzo dei Priori alla propria destra.

La fermata degli autobus più vicina è la fermata di Largo Calzecchi, servita dalle linee 2, 3, 4, 6, 7, 9 e Fermo-Porto San Giorgio.

Orari e tariffe

E’ possibile visitare il Palazzo dei Priori di Fermo negli orari indicati nella seguente tabella:

Orario invernale

  • Dalle 10:00 alle 13:00, e dalle 15:30 alle 18:00 nei giorni feriali;
  • dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 19:00 nei giorni festivi.
  • Chiuso i lunedì.

Orario estivo

  • Dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00.

Il biglietto d’ingresso intero costa 3 euro, mentre il ridotto ne costa 2.

Contatti

Indirizzo: Piazza del Popolo 5, 63023 Fermo
Telefono: 0734 217140
Sito web comune: www.comune.fermo.it
E-mail: museidifermo@comune.fermo.it