Data e durata:
August 20201 giorno
Tipologia di vacanza:
Montagna
Persone:
2
Costo totale:
100€
Mezzi di trasporto:
Auto

Monte Groppo Rosso, Roncalla e CiapaLiscia

Escursione al Monte Groppo Rosso, il Monte che domina e scende a picco su Santo Stefano d’Aveto, e Monti Roncalla e Ciapaliscia. 

Il sentiero comincia in prossimità dei campi da tennis in Via Rocca d’Aveto, pochi metri prima del centro del Paese – Anello A14 segnavia O giallo vuoto e rombo giallo pieno direzione Santo Stefano d’Aveto. Dopo circa 10 minuti di cammino occorre svoltare a destra – segnavia A14 triangolo giallo vuoto.

Si prosegue facilmente sempre in leggera salita fino alla cima del Monte Groppo Rosso  – 1593 m. s.l.m., 1h10 min da inizio percorso.

Il sentiero prosegue ed è possibile compiere una breve deviazione per raggiungere la seconda cima del Monte Groppo Rosso, molto panoramica, la consiglio per godere di una vista particolare sulla roccia che scende a picco della prima cima.

Proseguendo lungo la traccia e poi svoltando a sinistra seguendo la chiara segnaletica si raggiungono in breve tempo le cime del Monte Roncalla e Ciapa Liscia.

Panorama in cui spicca il Monte Ciapa Liscia

La cima del Monte Roncalla – 1683 m. s.l.m.-, si conquista in 20 minuti dal Monte Groppo Rosso.

Dal pannello posto sulla sommità del Monte il sentiero prosegue sulla destra e dopo pochi metri si addentra nuovamente nel bosco seguendo la cresta del Ciapa Liscia che si raggiunge attraverso un passaggio pianeggiante in 10 minuti.

Per il rientro abbiamo optato per proseguire in direzione Prato della Cipolla, dove è presente un Rifugio e dove ci siamo accomodati per il pranzo e per un po’ di relax nel pomeriggio. Dal Prato della Cipolla, tramite una mulattiera si giunge a Rocca d’Aveto, punto d’inizio della presente escursione.

Cosa mi è piaciuto

L’intero percorso per raggiungere le vette dei Monti Groppo Rosso, Roncalla e Ciapaliscia sono ben tracciati e battuti, non si incontrano difficoltà a livello di segnaletica; sicuramente è un’escursione di livello escursionistico vista la lunghezza del percorso. Il Rifugio al Prato della Cipolla è ottimale, ci sono diverse proposte e la cucina è ottima.

Cosa non mi è piaciuto

La strada per raggiungere Rocca d’Aveto non è in ottimo stato, l’asfalto a tratti è parecchio dissestato ma stanno cercando di sistemarlo. L’escursione in sé non presenta aspetti negativi, come in ogni occasione reputo che sarebbe bello sulle cime dei monti avere una cartina segnalante le mete circostanti per poter ammirare con più gusto il panorama.

Andrea Gazzolo

I consigli di Andrea Gazzolo

Prendete in considerazione di compiere questa escursione solamente se siete allenati e compiete abitualmente escursioni di questo tipo e livello, non bisogna mai sottovalutare gli imprevisti che si possono incontrare. Indispensabili scarponcini da trekking. E’ possibile compiere l’escursione (andate e ritorno stesso sentiero) con partenza dal Prato della Cipolla, è più breve e più lineare. Consiglio di pranzare al Rifugio al Prato della Cipolla, sono cordiali e ben organizzati.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si