Il Duomo di L’Aquila, altresì chiamato Cattedrale dei Santi Massimo e Giorgio ai quali è dedicata, è la chiesa Episcopale dell’Arcidiocesi di L’Aquila, risalente al XIII secolo.

Il Duomo di L’Aquila, simbolo della città, fu vittima di ben due terremoti molto violenti: quello del 1703 e quello più recente del 2009 che ne ha provocato la parziale distruzione e lo rende oggi impossibile da visitare; il sisma del 2009 ha causato danni importanti alla facciata e sulle pareti portanti.

Il Duomo di L’Aquila è sito in Piazza del Duomo, la piazza più grande di L’Aquila, cuore pulsante della religiosità.

Duomo-di-l'aquila
Piazza Duomo e sullo sfondo il Duomo di L’Aquila

Descrizione

La Cattedrale dei Santi Massimo e Giorgio di L’Aquila presenta una facciata che, nel corso del tempo, ha subìto molteplici cambiamenti e rimaneggiamenti a causa dei sismi che si sono verificati. Oggi lo stile che veste il Duomo di L’Aquila è quello neoclassico, risalente alla fine del XIX secolo e l’incipit del XX secolo. Giambattista Benedetti si occupò delle colonne ioniche site nella parte inferiore; sulla trabeazione si trova un frontone la cui presenza si deve alla volontà dell’arcivescovo Luigi Filippi; nel 1928, invece, vennero addotte due torri campanarie nella parte superiore; queste due torri, oltretutto, contengono due meridiane.

L’interno del Duomo di L’Aquila si presenta con una pianta a croce latina, edificato tra il 1711 ed il 1780 in stile barocco, ad un’unica navata che si estende per ben 70 metri. Nel 1480 venne costruito da Silvestro di L’Aquila il sepolcro del cardinale Amico Agnifili e posizionato alla destra dell’ingresso; nel 1703, a causa del terremoto, venne riedificato con un’urna unica con l’immagine del cardinale. Se a destra dell’ingresso si trova il sepolcro, a sinistra è sita la fonte battesimale, risalente al XV secolo ed eseguita da Giovanni de’ Rettori.

l'aquila-piazza-duomo-duomo
La grandiosa Piazza del Duomo a l’Aquila dove si trova la Cattedrale

Per quanto riguarda la navata, la sua cupola è stata affrescata con l’immagine del protettore San Massimo e quella di San Pietro, entrambe opere del pittore Annibale Brugnoli; la cupola, in fittizia prospettiva con cui è stata decorata parte del transetto, è invece opera di Venanzio Mascitelli.

L’intero Duomo di L’Aquila presenta al suo interno un ventaglio armonioso e completo di opere d’arte figlie di differenti epoche quali la splendida e caratteristica tela dei Patini sita nell’altare alla sinistra del transetto, risalente al 1888 e raffigurante San Carlo in mezzo agli appestati. L’abisde, invece, è impreziosito nella sua bellezza dalle tele di Girolamo Cenatiempo e di Donato Teodoro, risalenti alla prima metà del ‘700 (1735).

Informazioni utili

Il Duomo di L’Aquila si trova in pieno centro storico aquilano, in Piazza Duomo.

Orari della visita: attualmente la Cattedrale non è visitabile a causa del restauro, non ancora iniziato, dopo il sisma del 2009.