Meta affascinante per milioni di turisti che ogni anno affollano le sue vie – ricchissime sia dal punto di vista storico che da quello artistico -, Lione è una città che incanta tutti anche a tavola. La ‘lotta’ tra la cucina italiana e quella francese – o comunque quella tra i fautori dell’una e dell’altra -, si sa, è probabilmente destinata a rimanere eterna: da un lato ci sono i piatti sofisticati e artificiosi della Francia, dall’altro quelli naturali, genuini e, se così si può dire, ‘schietti’ dell’Italia.

Di qualsiasi fazione facciate parte, però, il nostro consiglio è quello di lasciarvi conquistare anche dalla cucina del ‘nemico’, perché sicuramente non deluderà i vostri palati; alla fine, anche se provandola doveste scoprire che pian piano vi è entrata nel cuore e non volete ammetterlo, potrete comunque tenervi questo delizioso segreto tutto per voi! Cominciamo, quindi, questo viaggio alla scoperta di sapori e profumi della cucina di Lione, capitale gastronomica di tutta la Francia e una delle città francesi con più ristoranti stellati sulle guide Michelin, seconda solo a Parigi.

Dove e cosa mangiare a Lione
Gratinée à l’oignon

Il segreto della deliziosa cucina di Lione risiede soprattutto nella qualità dei prodotti usati (oltre che nella bravura degli chef), spesso provenienti dalle zone vicine alla città. Così, già tra gli antipasti, troviamo la salade lyonnaise – insalata verde che viene servita con crostini di pane, pancetta e uova in camicia -, il famosissimo gateau de foies de volaille – fegatini di pollo spesso serviti con un contorno di salsa di pomodoro e patate -, la rosette de Lyon e la Jésus de Lyon – tipici salumi di Lione -.

Sulla tavola degli abitanti di Lione, a farla da padrone è per lo più la carne: tra andouillette – salsiccia di stomaco e intestino di maiale -, foie de veau à la lyonnaise – fegato di vitello alla lionese, accompagnato spesso da patate e verdure cotte -, tripes (trippe), boudin aux pommes – sanguinaccio con mele -, sabodet e saucisson chaud à la lyonnaise – due tipi di cotechino -, la cucina francese offre un perfetto esempio di unione tra prodotti semplici e ‘poveri’ e savoir vivre.

Dove e cosa mangiare a Lione
Boudin aux pommes

Vicino alla carne, però, troviamo anche la tipica gratinée à l’oignon (zuppa di cipolla gratinata ottima per riscaldarsi soprattutto d’inverno!) e i gratin de cardons, ottimi cardi gratinati al forno; sempre tra i piatti immancabili sulle tavole dei ristoranti e delle famiglie di Lione ci sono poi le pomme dauphine, simili alle crocchette di patate ma un po’ più ‘di classe’: in questo caso, infatti, la purea di patate diventa la farcitura per squisite palline fatte di pasta per bignè salata!

Se non siete ancora del tutto soddisfatti e pensate che manchi qualcosa, avete ragione. Nella cucina di Lione, come del resto in quella di tutta la Francia, non possono mancare i formaggi: il Saint-marcellin e il Saint-félicien prodotti con latte di mucca, la rigotte de Condrieu – prodotta con latte di capra e simile alla ricotta, così come il Saint-marcellin e il Saint-félicien -, il Mont-d’Or – formaggio a pasta molle che, avvolto da una crosta lavata sembra quasi una crema -, ma soprattutto il Cervelle de Canut. Quest’ultimo, specialità delle formaggerie di Lione, è uno squisito formaggio fresco che viene preparato con erbe, scalogno, pepe, sale ed olio d’oliva, crema perfetta per accompagnare carne, pesce, patate o croccanti crostini di pane.

Dove e cosa mangiare a Lione
Mont-d’or

Siamo quindi arrivati ai dolci e, anche qui, il consiglio è quello di lasciarvi incantare. A Lione la scelta è ampissima, ma quelli che dovete assolutamente provare secondo noi sono Pogne de Romans – una specie di brioche preparata a ciambella e dal lieve aroma d’arancia -, i bugnes – simili alle nostre chiacchiere di carnevale -, le simil-crepes chiamate matefaim e, per finire, Coussin de Lyon (chiamati anche Coussin de pâte d’amande), dolcetti di mandorle tipici della tradizione dolciaria di Lione, dal colore particolare (verde) e riempiti con una squisita ganache di cioccolato al curaçao.

Dove e cosa mangiare a Lione
Coussin de Lyon

Dove mangiare

Café des fédération

Sito web: www.lesfedeslyon.com
E-mail: yr@lesfedeslyon.com
Telefono: +33 4 78 28 26 00
Indirizzo: Rue Major Martin, 8 – 69001 Lione
Orari: lunedì-sabato h.12.00-14.00 e h.19.45-21.30; chiuso la domenica.

La Mère Brazier

Sito web: lamerebrazier.fr
Telefono: +33 4 78 23 17 20
Indirizzo: Rue Royale 12, 69001 Lione
Orari: lunedì-venerdì h.12.00-13.30 e h.19.45-21.15; chiuso il sabato e la domenica.

ristorante-mere-brazier-lione
La Mère Brazier, uno dei migliori ristoranti di Lione

Brasserie Georges

Sito web: bit.ly/1A8CmBJ
Telefono: +33 4 72 56 54 54
Indirizzo: Cours de Verdun Perrache, 30 – 69002 Lione
Orari: lunedì-giovedì h.8.00-23.15, venerdì-domenica h.8.00-00.15

La Voûte ‘Chez Léa’

Sito web: bit.ly/1qkOAHm
E-mail: lavoutechezlea@orange.fr
Telefono: +33 4 78 42 01 33
Indirizzo: Place Antonin Gourju, 11 – 69002 Lione
Orari: lunedì-sabato h.9.00-16.15; chiuso la domenica.

Dove e cosa mangiare a Lione
La Voûte ‘Chez Léa

Brasserie le Nord

Sito web: bit.ly/19NC8YC
Telefono: +33 4 72 10 69 69
Indirizzo: Rue Neuve, 18 – 69002 Lione
Orari: lunedì-domenica h.12.00-14.00 a pranzo; domenica-giovedì h.19.00-22.00 e venerdì-sabato h.19.00-23.00 a cena.

La Tassée

Sito web: www.latassee.fr
Telefono: +33 4 72 77 79 00
Indirizzo: Rue de la Charite, 20 – 69005 Lione
Orari: lunedì-sabato h.12.00-14.00 e h.19.00-22.00; chiuso la domenica.