Le Cisterne Romane sono un sito archeologico situato in provincia di Fermo, e rappresentano un’importantissima testimonianza del periodo risalente all’epoca romana. L’intero complesso ha una superficie di circa 2200 metri quadrati, ed è situato al di sotto di via Paccarone e vi si accede tramite via degli Aceti.

Cenni storici

La realizzazione di questo complesso di cisterne è stimata attorno al 40 d.C., data alla quale è stato possibile risalire grazie ad un frammento di tegola recante il timbro di Clodi Ambrosi, un costruttore attivo proprio in quel periodo. Alcuni sostengono che la loro costruzione sia stata promossa da Ottaviano Augusto anni prima.

Al di sopra delle cisterne, dove presumibilmente sorgeva anticamente il foro, venne in seguito costruito un monastero dominicano nel XIII secolo, situato a sua volta vicino alla chiesa di San Domenico, e negli anni ’60 esse vennero bonificate dai detriti. Ad oggi vi si trovano abitazioni private.

Le Cisterne Romane di Fermo, viste dall'interno del complesso. Un monumentale esempio della sapienza architettonica romana
Le Cisterne Romane di Fermo, viste dall’interno del complesso. Un monumentale esempio della sapienza architettonica romana

Nel corso di questi lavori, una volta rimosse le scorie, venne scoperta una vera e propria opera d’arte idraulica, capace di resistere in maniera incredibile alla prova del tempo: dopo 2000 anni erano infatti ancora intatte. Il loro stato di conservazione era infatti talmente buono, che fino al 1980 esse venivano ancora utilizzate per raccogliere l’acqua da destinarsi al consumo cittadino, grazie agli approvvigionamenti assicurati dalle sorgenti dei monti Sibillini.

Cosa vedere

L’intera struttura delle Cisterne Romane comprende trenta stanze comunicanti con copertura a volta, quindici pozzetti di areazione, due tubature in piombo e canali di scolo e depurazione, per una superficie complessiva dell’intero complesso stimata in circa 2200 metri quadrati. Al loro interno si possono apprezzare le peculiari tecniche costruttive delle murature realizzate in opus caementicium, un miscuglio di malta e pietre grezze o ghiaia, inventata e largamente utilizzata proprio dai romani, e l’altrettanto tipico intonaco impermeabile chiamato opus signinum.

L’ingresso originale del periodo romano si compone di 22 scalini, ed è visibile solo dall’interno. Nel corso della visita si potranno vedere altri ingressi, ed altri interventi messi a punto nel XIX secolo in virtù del riutilizzo di sei delle trenta stanze per la conservazione dell’acqua proveniente dal Polesio.

Come arrivare alle Cisterne Romane

Per arrivare alle Cisterne Romane di Fermo via treno o in automobile, la stazione più vicina a cui fare riferimento è quella di Porto San Giorgio, un comune in provincia di Fermo, situata ad una decina di chilometri dal sito storico. Per raggiungerla in automobile da lì imboccare viale Don Giovanni Minzoni e percorrerlo tutto tirando dritto anche alle quattro successive rotonde, finché la strada non sarà diventata dia Roma. Da lì girare a destra per confluire nella parallela via Cesare Battisti, quindi svoltare a sinistra per raggiungere via degli Aceti.

La fermata degli autobus più vicina è la fermata di Via Roma, servita dalle linee 2, 3, 4, 6, 9 e Fermo-Porto San Giorgio.

Un altro tratto delle Cisterne Romane, tutte collegate l'una all'altra mediante una serie di arcate a tutto sesto
Un altro tratto delle Cisterne Romane, tutte collegate l’una all’altra mediante una serie di arcate a tutto sesto

Orari

E’ possibile visitare il sito delle Cisterne Romane di Fermo mediante visite guidate a cadenza oraria, secondo il programma indicato nella seguente tabella:

Orario estivo (15 Giugno – 15 Settembre)

  • Dal lunedì al giovedì: alle 11:00, alle 16:30, alle 17:30, alle 18:30 ed alle 19:30.
  • Dal venerdì alla domenica: alle 11:00, alle 14:30, alle 15:30, alle 16:30, alle 17:30 ed alle 18:30.
  • Nei giovedì di Luglio ed Agosto è in programma un’ulteriore visita guidata serale, dalle 21:30 alle 22:30.

Orario invernale (1° Novembre – 14 Giugno)

  • Dal martedì al venerdì: 11:00, 16:00, 17:00.
  • Sabato e domenica: 11:00, 16:00, 17:00 e 18:00.

Durante le festività Natalizie, Pasquali, il 25 Aprile, il 1° Maggio, il 2 Giugno ed il 1° Novembre, le visite guidate sono previste alle 11:00, alle 15:00, alle 16:00, alle 17:00 ed alle 19:00.

Chiuso il lunedì (esclusi lunedì festivi e ponti).

Tariffe

Il prezzo del biglietto intero è di 3 euro, il ridotto costa 2 euro ed il biglietto cumulativo con il Palazzo dei Priori ed i Musei Scientifici di Villa Vitali costa 5 euro (quest’ultimo è caldamente consigliato). Il costo del biglietto cumulativo ridotto è di 3,50 euro.

I biglietti ridotti possono essere richiesti per gruppi superiori a 15 persone, soci ACI-TCI-FAI-Italia Nostra, stupendi dai 6 ai 18 anni e persone sopra i 65, studenti universitari e militari.

L’ingresso al sito è gratuito per i bambini di età inferiore ai 6 anni.

Contatti

Indirizzo: Via degli Aceti, 63900 Fermo FM
Telefono: 0734 217140
E-mail: museidifermo@comune.fermo.it