La chiesa di San Cristoforo è stata edificata nel 1515 su una chiesa preesistente e risalente al secolo XII ma dell’originale costruzione sono rimasti solo l’abside e il tiburio. L’interno della chiesa è suddiviso in tre navate che terminano nel transetto, sul quale si erge la cupola che è stata realizzata all’interno di un tiburio visibile dall’esterno.

All’interno della chiesa di San Cristoforo sono conservate alcune opere di particolare pregio artistico realizzate dall’artista Gaudenzio Ferrari, eseguite tra il 1529 ed il 1534 e che rappresentano uno dei punti più alti della produzione pittorica dell’artista.

Le opere furono realizzate dopo che, nel 1529, venne stipulato un contratto, in cui il Ferrari veniva incaricato dell’esecuzione di una pala lignea da porre sulla parete di fondo dell’abside. Con lo stesso contratto l’artista si impegnava a realizzare anche alcune opere minori  e di affrescare l’intero presbiterio. Sebbene non tutto quello che prevedeva il contratto venne realizzato, l’insieme delle opere eseguite dal Ferrari formano un grandioso complesso artistico.

3963_-_Vercelli_-_San_Cristoforo_-_Foto_Giovanni_Dall'Orto,_20_May_2011
La facciata della chiesa di San Cristoforo

Bellissima la grande pala d’altare della Madonna degli aranci, realizzata con olio su tavola, che si trova nell’abside; verrete colti dalla dolcezza dello sguardo della Madonna e dall’aura di serena beatitudine che pervade la scena. Bellissimo, nel grande dipinto, anche lo sfondo costituito da un folto intreccio di rami di melo.

Nel transetto destro della chiesa potrete vedere gli affreschi della Cappella della Maddalena completati nel 1533, come ricorda una lapide posta nella cappella. Purtroppo, durante alcuni conflitti bellici che avevano posto Vercelli sotto assedio, la chiesa di San Cristoforo  fu colpita da cannonate e alcune parti dei preziosissimi affreschi furono distrutti, come spiega un cartiglio del 1704 apposto in chiesa.

San-Cristoforo
Lo spettacolare interno della chiesa

La Cappella della Beata Vergine, realizzata tra il 1533 e il 1534, per volere del Reverendo Signore Frate Andrea dei Corradi di Lignana, sorge simmetrica rispetto a quella della Maddalena e gli affreschi, che raccontano storie della Vita della Vergine, hanno la stessa impaginazione artistica. Davvero bello lo Sposalizio della Vergine con il pittoresco sacerdote dalla lunghissima barba bianca che congiunge le mani degli sposi e il volto luminoso di Maria, fresco nella sua giovanissima età.

Prima di uscire ammirate anche le grandi fasce decorative poste sopra gli affreschi, possono sembrare meno importanti dei grandiosi dipinti ma sono davvero belle e realizzate con molta fantasia.

8_Vercelli_SanCristoforo
Un particolare degli affreschi all’interno della cappella della Beata Vergine

Contatti

La chiesa di San Cristoforo si trova in Via S. Cristoforo, 6 – Vercelli.