Cesenatico è un comune italiano della provincia di Forlì-Cesena, particolarmente noto per essere un’importante meta turistica situata tra Rimini e Ravenna, a circa 15 chilometri da Cesena.

Abitata sin dal V secolo a.C., prevalentemente attorno alla zona dell’attuale Borella, la pianura cispadana ospitò diverse popolazioni, dagli Umbri agli Etruschi, ai Celti, ma fu con i Romani che quel territorio assunse notevole importanza. Roma spianò infatti colline, bonificò le aree agricole e costruì strade attraverso le zone boschive, trasformando la zona tra Cesenatico e Cesena fino a conferirle l’aspetto che conserva ancora oggi.

In epoca medievale Pipino il Breve occupò l’Italia settentrionale, approfittando del collasso dell’Impero romano d’Occidente, ed offrì i territori di Ravenna e Rimini al servizio della Chiesa di Ravenna. In questo modo essi passarono sotto il controllo del potere pontificio fino al 1859.

Un tratto della spiaggia di Cesenatico
Un tratto della spiaggia di Cesenatico

Nel Marzo del 1860 Cesenatico divenne parte del Regno di Sardegna, ma nonostante la sua forte vocazione repubblicana non riuscì a sottrarsi alla devastante morsa del fascismo; la guerra per Cesenatico fu letteralmente devastante. Il palazzo comunale, la torre dell’acquedotto, il faro, il molo con tutte le barche, il mercato del pesce, la scuola e addirittura intere frazioni del comune furono completamente distrutti.

Dopo la fine del terrore, arrivata grazie all’ingresso delle truppe neozelandesi il 20 Ottobre 1944, iniziarono i lavori di restauro che, vertendo principalmente sull’aspetto del turismo vacanziero, permisero a Cesenatico di arrivare ad essere una delle mete più rinomate del settore.

Cosa vedere a Cesenatico

Una delle strutture più rinomate di tutta Cesenatico è il famoso porto-canale cinquecentesco, realizzato su un progetto di Leonardo da Vinci, che avrebbe dovuto originariamente arrivare a raggiungere la città stessa di Cesena.

Lungo Corso Garibaldi si può invece ammirare la casa che offrì riparo a Giuseppe ed Anita Garibaldi, nel corso della loro fuga da Roma verso Venezia avvenuta nell’Agosto del 1849.

Il porto-canale di Cesenatico
Il porto-canale di Cesenatico

A Cesenatico sono inoltre conservate le ultime tre conserve di pesce di tutto il Nord Italia, delle strutture in muratura che venivano un tempo riempite di ghiaccio per conservare il pescato.

In contrapposizione al porto-canale, un’opera di altissimo valore storico, si pone il Grattacielo di Cesenatico, costruito nel 1958 di fronte al Grand Hotel. Si tratta dell’emblema stesso dello sviluppo moderno della città, ed è il 14° grattacielo più alto d’Italia (il più alto in assoluto al momento della sua erezione). Il Grattacielo di Cesenatico è stato recentemente ristrutturato tra il 2003 ed il 2009, e rappresenta un punto di riferimento sull’orizzonte topografico per l’intera Riviera romagnola.

Il grattacielo di Cesenatico
Il grattacielo di Cesenatico

Dal punto di vista turistico una zona particolarmente importante è quella sviluppatasi attorno a Viale Carducci, parallelo al lungomare, piena di alberghi, negozi, ristoranti, sale giochi, bar e pub. Sul lungomare stesso invece è ancora possibile ammirare i villini ivi sorti all’inizio del XX secolo (il più importante dei quali è il Villino Beatrice).

Un altro luogo di alto interesse culturale è il Museo della marineria, l’unico museo galleggiante presente in Italia, dove sono ormeggiate le imbarcazioni storiche di Cesenatico.

Dal punto di vista dell’architettura religiosa si ricordano la Chiesa parrocchiale di San Giacomo Apostolo, la Chiesa di San Giuseppe, la Chiesa di San Pietro pescatore e la Chiesa dei frati cappuccini (o Chiesa dei Santi Nicola di Mira e Francesco d’Assisi).

Spiagge di Cesenatico

Ecco una panoramica riassuntiva delle spiagge di Cesenatico, con tanto di relativa classificazione in base alle esigenze a cui vanno incontro:

Spiaggia libera

  • Zona Levante;
  • Zona Ponente;

Stabilimenti balneare

  • Bagno 59 “4 venti”;
  • Bagno Fafin;
  • Bagno Adriatico 62;
  • Bagno Milano (animali ammessi in spiaggia);
  • Bagno Vally;
  • Praiabrasil 33 (spiaggia accessibile ai disabili)
  • Bagno Roma 54 (spiaggia accessibile ai disabili)
  • Bagno Wanda (animali ammessi in spiaggia)
  • Bagno Corallo (animali ammessi in spiaggia)
  • Bagno Mundial (animali ammessi in spiaggia)
  • Spiaggia delle Tamerici (spiaggia rinaturalizzata a basso impatto ambientale)

Come arrivare a Cesenatico

Si può raggiungere Cesenatico in automobile uscendo dalla A14 Cesena, da Nord in direzione di Ancona, da Sud invece in direzione di Bologna. Cesenatico può inoltre essere raggiunta da Milano e Bologna via A1 e A14, dal Brennero via A22, A1 ed A14, da Roma via E45, da Venezia via SS309 e da Rimini via SS16 Adriatica.

Per raggiungere Cesenatico in treno è sufficiente scendere all’omonima stazione di Cesenatico, mentre gli aeroporti più vicini sono quello di Forlì, che dista 30 chilometri da Cesenatico, e quello di Rimini che ne dista 25.

Contatti del comune di Cesenatico

Indirizzo: via M.Moretti, 5 – 47042 Cesenatico (FC)
Telefono: 0547 79111
Sito web: http://www.comune.cesenatico.fc.it/