Il tour della città di Roma non potrà dirsi completo se non visiterete anche le suggestive Catacombe di Domitilla, che vantano le dimensioni maggiori di tutte quelle presenti nel territorio romano oltre che fra le più grandi d’Italia.

Dunque, se non siete ancora soddisfatti del vostro tour alla scoperta del Colosseo, Castel Sant’Angelo, delle piazze di Roma o dei palazzi del Governo come Palazzo Montecitorio e Palazzo Madama, allora dedicate un po’ del vostro tempo alla visita delle Catacombe di Domitilla.

Storia delle Catacombe di Domitilla

Le Catacombe di Domitilla inglobano nella propria area anche una basilica semiipogea e ben 17 km di percorsi e gallerie dislocate su quattro piani, lungo i quali si potranno osservare più di 150 mila sepolture.

In questo luogo vi sono diverse testimonianze che risalgono alle prime comunità cristiane, le quali riponevano molta fede nella resurrezione, nella vita dopo la morte, nel rapporto con Dio e nel culto dei martiri. Ciò si nota anche nelle pregiate decorazioni dei frammenti lapidei delle catacombe e nei vari affreschi.

catacombe di domitilla
Un affresco delle Catacombe di Domitilla

Oggi, le Catacombe di Domitilla sono affidate alla gestione dei missionari Verbiti, il cui “più vivo desiderio è quello di trasmettere la ricchezza culturale e spirituale di queste magnifiche catacombe cristiane”. I Verbiti sono un gruppo di religiosi, frati e padri di diverse origini, fondato nel 1875 per testimoniare la “buona notizia del Vangelo”.

Le prime gallerie delle Catacombe di Domitilla vennero realizzate tra la fine del II secolo e l’inizio del III nell’area concessa ai cristiani da Flavia Domitilla, nipote di Vespasiano. Quel territorio era vicino all’ipogeo dei Flavi, un tunnel sotterraneo con loculi e sepolture  dove, in seguito, venne realizzato anche un Triclinium, un luogo dove si celebrava il refrigeria, cioè un banchetto in memoria del defunto.

catacombe di domitilla
Un tetto decorato nelle Catacombe di Domitilla

Vicino al Triclinium è possibile visitare anche una cappella funeraria denominata Cubiculum di Amore e Psiche. Inoltre, come già detto, è possibile visitare la Basilica sotterranea, costruita a metà del IV secolo dal Papa Damaso.

La visita alle Catacombe di Domitilla sarà un susseguirsi di stupore ed emozioni dettate non solo dagli affreschi e dai simboli funerari ma anche dalla immense dimensioni di quest’opera che raggiunge profondità considerevoli e sviluppi davvero intricati, una struttura quasi impossibile se si pensa alla tecnologia di quell’epoca.

Come raggiungere le Catacombe di Domitilla

Se partite dalla Stazione Termini, prendete la linea 714 degli autobus e scendete a Piazza dei Navigatori, proseguendo a sinistra lungo Via delle Sette Chiese fino al numero civico 282.

Da Piazza Venezia e da Piazza S.Silvestro, salite a  bordo della linea 160 e fermatevi sempre a Piazza dei Navigatori proseguendo nello stesso modo prima indicato, invece dal Largo Torre Argentina la linea è la numero 30.

catacombe di domitilla
Le particolare delle Catacombe di Domitilla

Orari e Ticket

Le Catacombe di Domitilla sono aperte tutti i giorni, ad esclusione del Martedì, dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00. La struttura resta chiusa anche nel periodo da metà dicembre a meta gennaio.

Il ticket per accedere alla visita guidata delle Catacombe di Domitilla costa 8 euro, mentre il ridotto costa 5 euro.

catacombe di domitilla
La Basilica delle Catacombe di Domitilla

Contatti

Telefono: 06 5110342
Indirizzo: Via Delle Sette Chiese 282 – 00147 – Roma (RM)
Sito Web: http://www.catacombedomitilla.it/
E-mail: info@domitilla.info