Il Castello di Praga, noto ai cittadini come Pražský hrad, ha visto la luce nell’880 circa, anni in cui vigeva in città la dinastia dei Přemyslidi, di cui faceva parte anche il principe  Bořivoj che ne ordinò la costruzione. Nella sua area sono stati costruiti diversi edifici di cui si ricorda la Chiesa della Vergine Maria, di cui ormai esistono pochi resti, che peraltro fu il primo edificio realizzato interamente in pietra nei territori del Castello.

In realtà, l’edificio non ha mantenuto nel tempo la sua funzione originaria ma è stato oggetto di vicissitudini, con un’alternanza di inquilini estremamente vari. A partire dal X secolo, a seguito della fondazione della Basilica di San Giorgio, il Castello di Praga divenne la sede di un convento ceco, come dimostra l’attuale galleria del convento di San Giorgio. Subito dopo fu la volta dei Principi di Boemia e dopo ancora dei re. Negli anni successivi, però, il Castello di Praga torno in mano alla Chiesa, divenendo una sede vescovile.

castello-di-praga
Una vista del Castello di Praga

L’edificio, però, ha avuto il suo momento di maggiore gloria durante il regno di Carlo IV, negli anni a cavallo fra il 1346 ed il 1378, in quanto fra le sue mura si fondò la sede del Sacro Romano Impero. In tale occasione, vi furono degli ammodernamenti alla struttura, un rafforzamento delle fortificazioni e si posarono le prime pietre della Cattedrale di San Vito, un edificio di culto che traeva spunto dal fascino delle cattedrali gotiche che stavano invadendo la Francia.

I lavori di espansione del Castello di Praga continuarono anche alla morte di Carlo IV, grazie al figlio Venceslao che nel frattempo era salito al trono. Lo splendore di questo edificio ebbe però di fronte le guerre Hussite, durante le quali il castello fu abbandonato  a se stesso, con un deterioramento che avanzava anno dopo anno fino al 1483, quando il Re Vladislavo Jagellone scelse il Castello di Praga come sua residenza, riportandolo al suo antico splendore, con l’aggiunta di nuove torri: la Torre delle Polveri, la Nuova Torre Bianca e la Torre di Dalibor.

Fu con la dinastia degli Asburgo che il Castello di Praga si vestì con lo stile tipico del Rinascimento europeo ed in seguito, nel XVI secolo, vennero pure realizzati il Giardino Reale, il Belvedere e la Sala della Palla Corda.

castello-di-praga
Uno scorcio del Castello di Praga dal Ponte Carlo

La pace del Castello durò ben poco, fino a quando Rodolfo II, sacro romano imperatore, non riportò fra quelle mura la sua corte, ordinando varie modifiche e ricostruzioni. Un esempio di questo periodo sono la Sala Spagnola e l’ala nord del Palazzo. Nel XVIII secolo, invece, questo elegante edificio assunse i connotati tipici di un luogo residenziale, versando nuovamente nel degrado fino a quando Ferdinando V, innamorato del Castello di Praga, ordinò il restauro, che riguardo anche la Sala Spagnola e la Galleria di Rodolfo.

La storia di questa attrazione continua ancora, con un susseguirsi di distruzioni e ricostruzioni, ma ciò che conta è che dal 1989 la maggior parte delle aree del Castello, come il Giardino Reale, la Sala della Palla Corda  e le Stalle Imperiali, sono aperte al pubblico per apprezzare luoghi di inestimabile bellezza, dove è possibile guardare fra le altre cose, numerose opere d’arte, documenti storici e i preziosi gioielli della corona di Boemia.

Come raggiungere il Castello di Praga

Il Castello di Praga è facilmente raggiungibile a piedi o con il tram, grazie al quale non dovrete affrontare le rampe di scalini, anche se il viaggio a piedi regala panorami suggestivi. In quest’ultimo caso, due dei percorsi più belli sono i seguenti:

  • Scalinata del Castello (Zámecké schody): partendo da Malostranské náměstí, percorrete la Nerudovae e girate immediatamente a destra sulla Zámecká. Sulla vostra sinistra potrete salire lungo la rampa di scalini che vi condurrà al Giardino del terrapieno (Zahrada na Valech);
  • Vecchia Scalinata del Castello (Staré zámecké schody): dalla stazione della metropolitana di Malostranská partono gli scalini che vi condurranno all’inizio di Jiřská, dove ripagherete le vostre fatiche con una delle più belle viste della città.
castello-di-praga
La cattedrale di San Vito nei pressi del Castello di Praga

Orari di apertura

Il Castello di Praga apre le porte a turisti e visitatori tutti i giorni secondo i seguenti  orari:

  • Novembre – Marzo, dalle ore 09:00 alle ore 16:00
  • Aprile – Ottobre, dalle ore 09:00 alle ore 17:00

Invece, l’area circostante il Castello di Praga è accessibile tutti i giorni nelle seguenti fasce orarie:

  • Novembre – Marzo, dalle ore 06:00 alle ore 23:00
  • Aprile – Ottobre, dalle ore 05:00 alle ore 24:00
castello-di-praga
Un particolare della Cattedrale di San Vito

Prezzi dei Ticket

Per visitare il Castello di Praga è necessario munirsi di un ticket, il cui prezzo varia in base all’itinerario scelto, con diverse opportunità di risparmio come gli sconti applicati alle famiglie. Bisogna anche sapere che il biglietto ha due giorni di validità.

Nel caso decideste di seguire il percorso lungo, i prezzi dei ticket sono:

  • Tariffa intera 350 CZK
  • Tariffa ridotta 175 CZK
  • Famiglie 700 CZK

Invece, per il percorso breve valgono i seguenti prezzi:

  • Tariffa intera 250 CZK
  • Tariffa ridotta 125 CZK
  • Famiglie 500 CZK
castello-di-praga
Una vista notturna del Castello di Praga

Contatti

Telefono: +420 224 37 3368
Web: http://www.hrad.cz/en/index.shtml
Email: tourist.info@hrad.cz