Il Castello di Falconara si trova nel territorio di Butera su un promontorio abbracciato dal verde ed è l’unico tra i manieri della provincia di Caltanissetta ad affacciarsi sul mare.

Il Castello di Falconara risale al XV secolo ma venne espanso e corroborato nel corso del tempo e fino al XVIII secolo continuò la sua funzione di vigilanza contro le invasioni dei pirati. Il Castello di Falconara è indubbiamente una struttura di evidente ed incisiva bellezza che colpisce lo sguardo di chiunque incontri la sua suggestiva meraviglia affacciata sul mare.

castello-di-falconara
Il Castello di Falconara tra il cielo ed il mare

Cenni storici

Il Castello di Falconara in origine era una torre data nel 1362 al Santapau di Butera e sfruttata fondamentalmente per l’allevamento dei falconi dai quali proviene il nome e solo successivamente fu ceduta ai Principi Branciforti divenendo l’attuale Castello di Falconara.

In particolar modo, negli ultimi due secoli, tale castello fu oggetto di plurimi lavori di restauro finalizzati ad impreziosirlo ed ingrandirlo fino a renderlo l’odierno complesso castrense turrito e merlato. Nei primi anni dell’800 il Castello di Falconara diventò proprietà del conte tedesco Giorgio Wilding il quale, innamoratosi dell’incanto del luogo, costruì un’intera ala con un immenso salone ed una suggestiva terrazza a picco sul mare. Il Castello passò infine nelle mani dei Chiaramonte-Bordonaro arricchendosi di una nuova ala.

Descrizione

Il Castello di Falconara è composto da una complessa articolazione di corpi (670 mq) che si diramano attorno alla torre centrale. Attualmente non è semplice distinguere le sue fasi evolutive, in quanto i numerosi interventi di ampliamento (e non solo) dell’edificio ne hanno adulterato le caratteristiche architettoniche.

Per quanto concerne l’interno, invece, il Castello si presenta alquanto articolato con ambienti maestosamente decorati ed arredati, all’interno dei quali sono custodite collezioni di ceramiche, trofei di caccia, conquiste del padrone di casa e del padre, il barone Gabriele Chiaramonte Bordonaro Alliata, nei loro vari safari in Kenya.

Il Castello è in parte attorniato da una cinta muraria merlata tramite cui si giunge ad un baglio sul quale si affacciano i corpi che compongono il sistema architettonico. L’ala ottocentesca è finita con un grande terrazzo.

castell-falconara
La trionfalità del Castello Falconara a picco sul mare

La corte del Castello di Falconara è aperta su un lato e vi si accede grazie ad un portone ad arco. Dove si trova l’ingresso, è possibile distinguere nella torre una cannoniera; sempre in prossimità dell’ingresso, si snoda un cortile a forma rettangolare su cui si affacciano magazzini e scuderie.

Per quanto  riguarda l’esterno, il Castello di Falconara è circondato da un suggestivo parco all’interno del quale si trova un resort esclusivo.

Come arrivare

Il Castello di Falconara si raggiunge percorrendo la SS 115 localizzandosi al km 245 e trovandosi a 23 km da Gela, provenendo da sud-est, e 55 km da Agrigento, provenendo da nord-ovest.