L’Abbazia di Santo Spirito è la più antica chiesa di Caltanissetta, la quale in origine era un casale fortificato edificato dagli arabi intorno al 900 d.c. per presidiare il territorio nisseno; di questo pregresso particolare la struttura tutt’oggi mantiene delle tracce evidenti quali i muri spessi, le feritoie, la torre quadrangolare ed infine la fessura della saracinesca che serviva a proteggere la porta.

Per quanto concerne la data di fondazione dell’Abbazia di Santo Spirito, non c’è ancora una data sicura; invece, la data della sua consacrazione sembra essere il 14 giugno del 1153 ad opera del vescovo Giovanni di Bari, su richiesta del feudatario di Caltanissetta Goffredo Licio di Montescaglioso. Nel corso del tempo questo edificio è stato soggetto a numerosi restauri nonché a diverse manomissioni.

Abbazia-di-s-spirito-caltanissetta
Vista panoramica dell’Abbazia di Santo Spirito

Descrizione

L’Abbazia di Santo Spirito di Caltanissetta è ad un’unica navata e custodisce gelosamente numerose opere di rilevante importanza storica, tra le quali il fonte battesimale ad immersione dei primi anni dell’epoca cristiana, un calice di stagno della medesima epoca, alcuni dipinti del ‘300 e del ‘600 ed infine un’urna cineraria.

Vi era un portico a tre archi che fu presente solo fino ai primi del 1900; alla destra di quest’ultimo erano affisse due travi dove veniva eretto il pulpito. Al lato sinistro della chiesa, tra l’arco e l’architrave della porta principale, fu dipinto un affresco che raffigura il Salvatore durante l’atto del benedire. Il capo del Salvatore è adornato da una scritta in latino che recita: SALVATOR MUNDI.

Abbazia-di-s-spirito-caltanissetta
Interno dell’Abbazia di Santo Spirito

Nell’abside dell’altare maggiore è dipinta un’ulteriore immagine del Salvatore del mondo il quale tiene in mano un libro aperto. Per quanto riguarda invece quel che si trova alla sinistra dell’altare maggiore gli occhi cadono sulla presenza di un altarino con un abside consacrato alla “Madonna delle Grazie” mentre alla destra dell’altare c’è un altro altarino dedicato a San Francesco d’Assisi con una piccola porta accanto che permette di accedere alla sagrestia.

Di grande e pregevole importanza è il fonte battesimale risalente all’epoca normanna, intagliato in un blocco di pietra in tufo, nel quale sono stati scolpiti disegni arabi che raffigurano palme stilizzate e archi a sesto acuto. Al di sopra del fonte battesimale si nota il “Crocefisso dello Staglio” risalente al XV secolo.

Abbazia-di-s-spirito-caltanissetta
Facciata posteriore dell’Abbazia di Santo Spirito

Come arrivare

Dalla stazione centrale: per raggiungere l’Abbazia di Santo Spirito, bisogna partire da Via Pisani verso Via Camillo Benso Conte di Cavour, svoltare a sinistra in Via Camillo Benso, poi svoltare a destra su Corso Vittorio Emanuele; proseguire dritti su Piazza Tripisciano e poi su Via Vespri Siciliani; il nome della strada diventa Xiboli, a questo punto proseguire dritti sulla SS122, Strada Statale Agrigentina, giunti alla rotonda svoltare alla seconda uscita sulla SS122 bis/ Via Santo Spirito, dirigersi a destra su Via Santo Spirito.

Contatti

Indirizzo: Via di Santo Spirito, 57 – 93100 Caltanissetta
Telefono: 0934 566596