Sebbene Venezia sia fornita di due aeroporti, il Marco Polo in località Tessera e il Canova a Treviso (circa ad un’ora di autobus dal centro storico della Serenissima), il treno è sicuramente una valida alternativa per raggiungere il capoluogo veneto. La stazione cittadina, Venezia Santa Lucia, si trova al centro della città e garantisce anche un accesso diretto alle fermate per le principali linee di navigazione interna della Actv. Basta prendere le linee 1 e 2 per arrivare direttamente a San Marco con il vaporetto.

Dalla stazione si raggunge San Marco via mare
Dalla stazione si raggiunge San Marco via mare

Se invece preferite passeggiare, non appena sarete fuori verrete accolti dal panorama del Canal Grande, insieme alla cupola neoclassica della chiesa di San Simeon Piccolo e al Ponte degli Scalzi. In condizioni normali bastano una trentina di minuti per raggiungere il Ponte di Rialto e Piazza San Marco, tuttavia nei periodo a più alto flusso turistico, come il carnevale, i tempi di percorrenza aumentano notevolmente, a causa dell’elevato numero di persone presenti in città. Dall’uscita principale, girate subito a sinistra prendendo in Rio Terà Lista di Spagna o semplicemente accodatevi al flusso di gente.

Appena scendete dal treno, soprattutto se avete intenzione di fermarvi per più di un week end e avete bagagli pesanti, vi consigliamo di dirigervi direttamente al binario 1. Lì infatti troverete un comodo piano inclinato, che vi eviterà di dover trasportare il peso delle valige lungo la grande scalinata fuori l’ingresso principale. Vicino al binario 1 troverete anche il deposito bagagli, aperto dalle 6.00 alle 23.00.

binari-stazione-santa-lucia-venezia
I binari della stazione Santa Lucia

La stazione di Venezia è un centro nevralgico per il traffico su rotaie e per questo è possibile raggiungerla senza troppi problemi o necessità di scambi da tutte le più importanti città italiane. Basta visitare il sito di Trenitalia per prenotare direttamente il proprio posto. Consigliamo di selezionare l’opzione View All Solutions in basso nella schermata ricapitolativa di tutti i treni disponibili, per visualizzare tutte le alternative e le combinazioni possibili, compresi i treni regionali e gli intercity. Per quanto riguarda i treni ad alta velocità, invece, le linee sono due:

se partite da Napoli, passando per Roma, Firenze, Bologna e Padova, avete a disposizione i Frecciargento; se invece partite da Torino, tratta valida anche per le partenze da Milano e Verona, potrete scegliere anche il Frecciabianca, che si rivela l’unica alternativa ad alta velocità in caso voleste partire da Lecce e quindi seguire la tratta adriatica.

Per chi non vuole sprecare nemmeno un’ora di viaggio, soprattutto se si trattiene per un week end, consigliamo di prenotare un posto in uno dei treni notturni che fanno scalo a Venezia. In funzione della vostra città di partenza, potrete scegliere tra le linee Parigi-Venezia, Trieste-Roma e Milano-Vienna.

La stazione di Venezia Santa Lucia

Venezia Santa Lucia prende il suo nome dall’antico convento demolito nel 1861 per permettere la costruzione di questa stazione, ad opera degli architetti Angiolo Mazzoni e Virgilio Vallot, che collaborarono al progetto tra il 1936 e il 1943. Fu però Paolo Perilli a terminare i lavori nel 1952. Inserita nella lista delle tredici grandi stazioni italiane, si collega con la stazione di Venezia Mestre tramite il Ponte della Libertà, lungo quasi 4 chilometri.

stazione-santa-lucia-venezia
Il tabellone della stazione

Gli osservatori più attenti potranno notare che, sebbene i terminal siano numerati dal 1 al 23, in realtà il binario numero 20 non esiste. Questa bizzaria è tuttavia facilmente spiegabile. A seguito di lavori di restauro è stato rimosso il binario 23, ma per ragioni di comodità, si è preferito “cancellare” il binario 20.

La stazione di Venezia-Mestre

La stazione di Venezia-Mestre è un altro importante snodo ferroviario della città, e si trova nella frazione più popolosa di Venezia: Mestre, appunto. Attivata già nel 1842, oggi la stazione conta ben 13 binari, rendendola uno dei principali snodi ferroviari dell’intero nord-est, che sono così suddivisi: i binari 1 e 2 sono assegnati alla linea di Trieste, il 3 e il 4 alla linea di Udine, il 5 e il 6 a quella di Padova, il 7 e l’8 ai treni che partono e tornano a Mestre, la 9 e la 10 alla linea storica che parte da Padova, la 11 e la 12 alla linea di Trento e la 13 dedicata ai treni da e per Adria. In realtà, esistono altri 2 binari, utilizzati però per i treni in deposito.

Servita anche da numerosi autobus extraurbani dell’ATVO, i numeri della stazione di Venezia-Mestre sono tutt’altro che irrilevanti: circa 85.000 passeggeri in viaggio ogni giorno, con quasi 500 treni in transito quotidianamente!

Contatti utili

Biglietterie

Gli sportelli della stazione sono aperti negli orari indicati qui sotto. Viene fornito anche un servizio di biglietteria automatica direttamente all’interno della stazione ferroviaria. Per chi volesse muoversi all’interno del territorio veneto, consigliamo tuttavia di acquistare un biglietto chilometrico, recandosi alla tabaccheria posta nella sala d’ingresso. Si eviteranno così fastidiose code.

Orari: Dalle 5:50 alle 21:00

Ufficio informazioni turistiche

Lo potete trovare vicino l’ingresso principale della stazione.

Orari: Tutti i giorni, dalle 8:00 alle 18:30.

Telefono: +39 041 529 8711

Deposito Bagagli

A fianco del binario 1 troverete il deposito bagagli. La tariffa per le prime cinque ore è di 5 euro, mentre per le 7 ore successive il prezzo è di 0,70 euro l’ora. A partire dalla tredicesima ora il prezzo scende ulteriormente a 0,30 euro all’ora. E’ inoltre attivo il servizio oggetti smarriti, valido anche per i bagagli persi in treno.

Orari: Tutti i giorni dalle 6:00 alle 23:00
Telefono deposito: +39 041 785531
Telefono oggetti smarriti: +39 041 785238