Il teatro dell’Aquila è un teatro situato a Fermo, nei pressi del duomo cittadino, lungo via Mazzini. L’edificio risale al XVIII secolo, ha una capienza di circa 1000 posti e rappresenta uno dei più grandi centri di attività culturali della regione. Dopo un periodo di declino, il teatro dell’Aquila è recentemente tornato ad essere una delle più importanti attrazioni della città di Fermo.

Cenni storici

Il teatro dell’Aquila venne progettato dall’architetto imolese Cosimo Morelli a partire dal 1780, allo scopo di sostituire il vecchio teatro in legno un tempo ubicato nella Sala dei Ritratti del Palazzo dei Priori, andato distrutto a causa di un incendio.

La struttura venne inaugurata il 26 Settembre 1790, sebbene il triplo arcoscenico originale venne sostituito quasi immediatamente da un altro ad opera del pittore ed architetto Giuseppe Lucatelli. Nel 1830 venne rinnovata la sala di spettacolo sulla base di un progetto dell’architetto Pietro Ghinelli, lo stesso che disegnò il teatro delle Muse di Ancona.

Teatro dell'aquila a Fermo

Descrizione

Il soffitto del teatro è stato dipinto con i Numi dell’Olimpo, opera di Luigi Cochetti raffigurante Giove, Giunone e le tre Grazie e le sei Ore notturne danzanti al ritmo del canto di Apollo. Il magnifico lampadario, situato al centro del soffitto, è composto da 56 bracci in ferro dorato, mentre il sipario è anch’esso un’opera di Cochetti. Nei magazzini si trovano inoltre quattro fondali dipinti dal grande scenografo Alessandro Sanquirico, realizzati in occasione della riapertura del teatro dell’Aquila avvenuta nel 1830.

Il palcoscenico occupa circa 350 metri quadrati, e la sua straordinaria acustica lo rende una delle sale più prestigiose dell’intero Paese. Nel corso del XIX secolo il teatro dell’Aquila visse un’epoca di grandissima fortuna, al punto da presentare opere di lirica e prosa in contemporanea con le maggiori capitali europee; dopo un periodo di abbandono, è tornato ad essere uno dei poli culturali più importanti delle Marche nel 1997, grazie all’impegno del sindaco di Fermo Ettore Fedeli e dell’Assessorato ai Lavori pubblici, che attraverso importanti lavori di restauro riportarono la struttura ai suoi antichi fulgori.

il teatro dell'Aquila gremito di persone nel corso di uno spettacolo
il teatro dell’Aquila gremito di persone nel corso di uno spettacolo

Come arrivare al teatro dell’Aquila

Per arrivare al teatro dell’Aquila di Fermo via treno o in automobile, la stazione più vicina a cui fare riferimento è quella di Porto San Giorgio, un comune in provincia di Fermo, situata ad una decina di chilometri dal teatro.

Per raggiungerla in automobile da lì imboccare viale Don Giovanni Minzoni e percorrerlo tutto tirando dritto anche alle quattro successive rotonde, finché la strada non sarà diventata viale XX Settembre. Girare a destra per viale Vittorio Veneto, e proseguire fino a trovare via Giuseppe Mazzini a sinistra, dopo la curva. Questa via porta proprio di fronte al teatro dell’Aquila.

La fermata degli autobus più vicina è la fermata di Largo Calzecchi, servita dalle linee 2, 3, 4, 6, 7, 9 e Fermo-Porto San Giorgio.

Orari e tariffe

Il teatro dell’Aquila offre spettacoli di opera, prosa e concerti che vanno in scena ad orari differenti a seconda dell’evento in questione, ed anche il costo dei singoli spettacoli può essere soggetto a variazioni.

Per conoscere esattamente orari e tariffe, fare pertanto riferimento alla biglietteria del teatro o al sito del teatro. Le informazioni necessarie, così come l’indirizzo mail del teatro dell’Aquila, sono reperibili nella sezione contatti.

Contatti

Indirizzo: via Mazzini 8, 63900 Fermo
Telefono: 0734 284345
Telefono biglietteria: 0734 284295
Sito web: www.fermoteatro.it
E-mail: teatro@comune.fermo.it