Il Palazzo Chiericati è uno storico edificio di Vicenza, situato in Piazza Matteotti, costruito da Andrea Palladio; come le altre architetture palladiane della città, anche il Palazzo Chiericati è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1994. Questa, in particolare, spicca per la straordinaria sensibilità dell’architetto veneto, che riesce a ben interpretare il luogo in cui essa sorge, armonizzandola con l’ambiente circostante.

Cenni storici

Agli inizi del 1550, il conte Girolamo Chiericati commissionò la costruzione della sua residenza ad Andrea Palladio, così come farà il fratello pochi anni dopo, con la villa di Vancimuglio. Nel 1546, infatti, il conte Chiericati aveva ricevuto in eredità diversi palazzi in Piazza dell’Isola (oggi Piazza Matteotti), ma quella che potremmo definire come ‘esiguità’ strutturale dei palazzi, fa sì che Chiericati domandi al Comune di poter disporre di 4 metri e mezzo in più di suolo comunale per potervi costruire il porticato, assicurandone la fruibilità pubblica.

La costruzione del Palazzo Chiericati cominciò concretamente nel 1551, per poi subire un brusco arresto nel 1557, alla morte di Girolamo. Il figlio Valerio, infatti, si occupò di decorare gli ambienti interni, commissionando il lavoro a grandi artisti come Fasolo, Battista Franco e Ridolfi. La struttura, invece, rimase incompiuta per più di un secolo, per essere completata poi nel 1680, basandosi sul progetto originario del Palladio, pubblicato sul suo I quattro libri dell’Architettura (1570).

Palazzo Chiericati a Vicenza
Palazzo Chiericati a Vicenza
Vista prospettica di Palazzo Chiericati a Vicenza

Il Comune di Vicenza, decise poi di acquistare il Palazzo Chiericati (1839), con l’intenzione di raccogliervi le civiche collezioni d’arte. Restaurato negli anni successivi dagli architetti Berti e Giovanni Miglioranza, il Museo Civico fu inaugurato il 18 agosto del 1855.

Descrizione

La struttura del Palazzo Chiericati è anomala per le residenze cittadine dell’epoca, essendo caratteristica piuttosto delle ville. Andrea Palladio costruì un palazzo di imponenti dimensioni, con un corpo centrale e due ali simmetriche, dotate di spaziose logge nel piano nobile.

Il progetto della pianta, inevitabilmente influenzata dalle strette dimensioni del sito, è cambiato diverse volte: a testimoniarcelo, vi sono diversi autografi palladiani. Palladio, per conferire magnificenza all’edificio, ma anche per proteggerlo dalle frequenti inondazioni e dai bovini presenti nei giorni del mercato, solleva la struttura su un podio.

Il piano inferiore presenta un portico colonnato in ordine dorico, mentre il piano superiore è in ordine ionico, ed è chiuso nella parte centrale del prospetto e presenta due eleganti logge alle estremità.

Palazzo Chiericati a Vicenza     Vista prospettica di Palazzo Chiericati a Vicenza
Vista prospettica di Palazzo Chiericati a Vicenza

La facciata, invece, è strutturata in due ordini sovrapposti, con un coronamento di statue: è la prima volta che viene adottata questo tipo di soluzione per una residenza privata a Vicenza, ed è forse la migliore fra tutte per solidità espressiva: possiamo, in sostanza, definire quest’opera del Palladio come il suo passaggio verso la piena maturità artistica.

Il Museo Civico

Il Palazzo Chiericati, come detto dal 1855 sede del Museo Civico (e, in seguito, della pinacoteca), si può fregiare di numerose opere provenienti dai lasciti gentilizi durante ottocenteschi, che hanno reso il Museo Civico uno dei più importanti del Veneto, sicuramente il più importante di Vicenza.

All’interno del museo, sono presenti i capolavori di artisti quali il Tintoretto, Paolo Veronese, Van Dyck, il Tiepolo e molti altri; qui troverete, poi, le pale d’altare recuperate dalla distrutta chiesa di San Bortolo, ad opera, tra gli altri, di Bartolomeo Montagna Cima da Conegliano.

Neri Pozza, uno dei personaggi più importanti della città, si devono invece i lasciti di importanti opere contemporanee, tra gli altri, di Carrà, Martini e Pablo Picasso. La recentissima donazione del marchese Giuseppe Roi (2012), inoltre, regala al museo diversi dipinti di Manet, Pisarro, Picasso, Sargent, Canaletto e Tiepolo, solo per citarne alcuni.

museo-civico-chiericati-vicenza
Le sale espositive del Museo Civico

Come arrivare

A piedi

Usciti dalla stazione, percorrete viale Roma (la strada di fronte a voi), alla fine della quale, sulla destra, c’è l’inizio del Corso Andrea Palladio. Percorrendo il corso fino alla fine (poco più di un chilometro), e sulla vostra sinistra troverete Piazza Matteotti, all’interno del quale è situato il Palazzo Chiericati. Tempo di percorrenza: circa un quarto d’ora.

In auto

Da Vicenza Est e Vicenza Ovest, seguire le indicazioni per il centro e successivamente per il Palazzo Chiericati, molto facile da raggiungere. Quando vi avvicinerete a Piazza Matteotti, potete parcheggiare nei posteggi a pagamento Canove Vecchie e Piazza Matteotti oppure negli spazi contrassegnati dalle strisce blu, gratuiti dopo le 20.

In bus

Dalla stazione è possibile raggiungere in meno di dieci minuti il Palazzo Chiericati in autobus (numero 1, 2, 5 e 7). Una volta scesi alla fermata di Piazza Matteotti, attraversate la piazza e accederete al Palazzo Chiericati.

Orari e tariffe

Orario invernale: da martedì a domenica h.9-17 (dall’8 settembre al 5 luglio).
Orario estivo: da martedì a domenica h. 10-18 (dal 6 luglio al 7 settembre).
Giorno di chiusura settimanale: lunedì.

Prezzi: con la Museum Card, oltre che al Palazzo Chiericati, avrete accesso anche al Teatro Olimpico e ai Musei Civici e privati di Vicenza (Museo Naturalistico Archeologico, Museo del Risorgimento e della Resistenza, Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, Museo Diocesano e Palladio Museum); il biglietto ha validità di 3 giorni dal primo utilizzo e costa: intero 10€+1,50€ diritto di prenotazione; ridotto 8€+1,50€ diritto di prenotazione (per studenti, soci Touring Club Italiano, soci del Centro Turistico Giovanile e titolari ISIC, over 60, possessori PADOVA CARD, soci FAI); ridotto scuole 3,50€+5€ diritto di prenotazione (ogni 20 pax); ridotto gruppi 8€+10€ diritto di prenotazione (per tutto il gruppo, tra i 10 e i 25); gratis+1,50€ diritto di prenotazione (under 14, impiegati museali, giornalisti, militari, insegnanti accompagnatori, associati ICOM).

Contatti

Sito web: www.museicivicivicenza.it/it/mcp
E-mail: museocivico@comune.vicenza.it
Tel.: 0444-222811
Indirizzo: Piazza Matteotti, 37/39 – 36100 Vicenza