Capoluogo della provincia omonima, Anversa è una delle città più importanti delle Fiandre nonché del Belgio. Siamo a nord del paese, in una località caratterizzata da sempre da un profilo internazionale grazie alla presenza del porto. Le navi che continuamente arrivavano qui portavano infatti con loro popolazioni, influenze culturali e ingredienti diversi che hanno fatto sì che la città si sviluppasse sotto ogni punto di vista.

Ecco allora una piccola guida di Anversa che vi permetterà di apprezzarne al meglio tutte le sue bellezze artistiche e non solo.

guida-di-anversa
Un panorama di Anversa

Cenni storici

Abitata probabilmente sin dall’epoca Gallo-Romana, Anversa si sviluppò intorno al VII secolo per essere poi distrutta dall’invasione normanna. Provincia del Sacro Romano Impero nel X secolo, ampliò sempre di più i suoi confini per divenire, intorno al XIV secolo, uno dei centri finanziari d’Europa. A favorirla fu di certo il porto ed il commercio che da esso conseguiva.

Nella seconda metà del 1300 Anversa divenne polo attrattivo anche dal punto di vista artistico e, nonostante la crisi derivante dalle dispute tra cattolici e protestanti, ospitò artisti del calibro di Rubens e Van Dyck. Con il passare dei secoli, a parte alcuni momenti di decadenza, Anversa ha assistito ad una costante crescita economica, culturale e sociale.

Città godibile tutto l’anno, dà il suo meglio da maggio a settembre. Mettete comunque in valigia un ombrello perché la pioggia è un nemico costante anche nella bella stagione; il periodo in cui ci sono maggiori precipitazioni è quello che va da novembre a marzo. Se volete visitarla in inverno non preoccupatevi troppo: le temperature sono piuttosto miti.

guida-di-anversa
Uno scorcio del porto di Anversa

Cosa vedere

La prima cosa da vedere ad Anversa, e forse proprio la prima che incontrerete se arriverete in treno, è la splendida Stazione centrale. Considerata da molti come la più bella stazione ferroviaria del mondo, questa struttura fu costruita dal 1895 al 1905 e negli anni ha subìto alcune modifiche e ampliamenti. Le facciate in stile neobarocco accolgono i viaggiatori che, una volta dentro, restano ammaliati dall’enorme soffitto a volta lungo 185 metri e alto 44, tutto in ferro e vetro, per non parlare della cupola alta 75 metri che sovrasta l’intero edificio. I pavimenti e le pareti sono, inoltre, decorati con diversi tipi di marmi che permettono affascinanti giochi di luce.

Guida-di-anversa
La meravigliosa Stazione centrale di Anversa

Un’altra delle attrazioni della città è sicuramente la Cattedrale di Anversa, la più importante e grande chiesa gotica dei Paesi Bassi edificata tra il 1350 ed il 1520. Alle spalle del Grote Markt, la piazza principale di Anversa, questo capolavoro si trova proprio nel centro storico ed è visibile anche da lontano grazie alle sue tre torri. Gli interni sono tutti da scoprire e ospitano due organi e quattro capolavori di Rubens, l’artista più famoso e importante della città belga: “L’erezione della croce”, “L’assunzione della Vergine”, “La risurrezione di Cristo” e “La deposizione della croce”.

Guida-di-anversa
La Cattedrale di Anversa

E visto che siete in zona soffermatevi ad ammirare la Grote Markt, il Mercato Grande, una delle piazze più suggestive d’Europa. Con la sua caratteristica forma, vede al centro la famosa Fontana di Brabone, il mitico fondatore della città, costruita nel 1887. Su questa splendida piazza si affacciano alcuni dei palazzi più belli di Anversa come il Municipio con la sua facciata rinascimentale e le diverse Case delle Antiche Corporazioni delle Arti e Mestieri con i loro colori e i tetti a punta.

guida-di-anversa
Grote Markt: la Fontana di Brabone e la Case delle Corporazioni

Come perdere, poi, la casa di Rubens, il cittadino più illustre della città (indirizzo: Wapper 9-11). Qui l’artista visse per 25 anni e produsse alcuni dei suoi capolavori.

Non molto lontano da qui, all’indirizzo Koningin Astridplein 26, c’è invece lo Zoo di Anversa, uno dei parchi zoologici più antichi del mondo: qui vivono circa 5000 animali ed è il luogo adatto per trascorrere qualche ora di relax immersi nel verde. Se invece siete appassionati di moda, non perdete una visita al MoMu, il Museo della Moda con oltre 25 mila pezzi in collezione. L’indirizzo? Nationalestraat 28.

guida-di-anversa
La casa di Rubens

Soggiornare

Anversa è una città non molto grande e facilmente visitabile a piedi. Tutte le maggiori attrazioni si trovano nel centro storico e anche molte delle strutture dove soggiornare sono tutte qui.

Potete scegliere tra diversi hotel di varie categorie in base al vostro budget e alle vostre esigenze. Nei dintorni della magnifica Stazione centrale c’è ad esempio l’elegante Park Inn o il Leopold Hotel e ancora l’Antwerp City Center Hotel per un buon rapporto qualità-prezzo. I più giovani possono scegliere anche l’ostello Pulcinella, moderno e confortevole.

Chi ama le atmosfere più raccolte può invece prenotare un B&B come l’Elimil, un tre stelle vicino Groenplaats o il Bed and Breakfast Studios 1-2-3 se invece preferite immergervi nel lusso. La città ha anche appartamenti in affitto: se volete risparmiare un po’ cliccate su siti come Homeway e Wimdu.

guida-di-anversa
L’ostello Pulcinella di Anversa

Enogastronomia

Nella nostra guida di Anversa non poteva mancare qualche consiglio a proposito della gastronomia locale. Grazie alla sua posizione strategica ed al porto, la città ha da sempre accolto culture e ingredienti diversi che ora si rispecchiano anche nella cucina.

Le ricette sono simili alla vicina Francia ma gli ingredienti tipici del Belgio le caratterizzano. Come non pensare allora al cioccolato, ai cavolini di Bruxelles, alle patatine fritte, alla birra o ai wafel e ancora alla carne ottima e al pesce freschissimo?

Uno dei piatti tipici è la Carbonade alla fiamminga, uno spezzatino di carne cotto nelle birra, mentre chi ama il pesce potrà assaggiare l’anguilla in salsa verde o le cozze alla birra bianca. Qualche nome da ricordare? Uno dei locali più famosi è la Brasserie Appelmans dove gustare patatine fritte e birra di Anversa; se volete assaggiare la cucina tipica senza troppi fronzoli scegliete invece Ciro’s che dal 1962 serve piatti locali sia di carne che di pesce.

guida-di-anversa
Amate il pesce? Provate il Fiskebar di Anversa

Vita notturna

La popolazione di Anversa è rinomata per essere amante del buon bere e del buon cibo e spesso esce per ritrovarsi in uno dei tanti locali della città. Se vi trovate in questa città e non sapete cosa fare ad Anversa di sera ecco qualche suggerimento.

Per prima cosa provate i tanti ristoranti locali: ce ne sono molti e non dovrete neanche muovervi troppo dal centro storico. Se invece preferite qualcosa di ancora più informale potete trascorrere la serata in uno dei tanti pub di Anversa e degustare l’ottima birra locale.

Qualche nome da segnare in agenda? L’Oud Arsenaal (Maria Pijpelincxstraat 4) è molto famoso e con la bella stagione vi permette di sorseggiare la bevanda al luppolo seduti all’aperto. Anche il Kulminator (Vleminckveld 32) è molto rinomato ma se volete bere all’interno di un locale dall’arredamento ottocentesco preferite il Cafè Restaurant Bourla (Graanmarkt 7).

guida-di-anversa
Il Petrol, uno dei club più famosi di Anversa

Preferite la musica dal vivo o ballare fino a tarda notte? Ad Anversa ci sono molti club come il Petrol (D’Herbouvillekaai 25) dove si tengono concerti di musica live o dove danzare all’insegna della musica elettronica. Altri nomi da ricordare sono il Noxx, uno dei club più popolari in città ed il Roxy, discoteca sempre molto frequentata. Se preferite la musica r&b, techno e house andate al Café d’Anvers (Verversrui 15) mentre gli amanti del jazz possono passare al Café Hopper (Leopold De Waelstraat 2). Per cocktail strepitosi c’è invece il Sips (Gillisplaats 8), un locale rinomato per il proprietario, barman aggiornatissimo sulle ultime tendenze in fatto di drink.

guida-di-anversa
Per cockatil strepitosi andate al Sips di Anversa

Come arrivare

Potete raggiungere Anversa nel modo che preferite. Se preferite il treno arriverete in città nella splendida Stazione centrale, un magnifico benvenuto: per informazioni sugli orari e le tratte potete cliccare sul sito della NMBS.

Se decidete invece di muovervi in autobus potete rivolgervi alle Autolinee Eurolines che servono anche Anversa: cliccate sul loro sito e cercate il tragitto più adatto a voi (potete anche acquistare delle carte convenienza per viaggiare a prezzi scontati).

Il modo più veloce è ovviamente l’aereo. In questo caso potete atterrare nel vicino Brussels International Airport, a circa 45 km da Anversa: in circa mezz’ora di treno sarete in città. Se volete maggiori informazioni potete cliccare qui. C’è anche l’Antwerp Airport, un aeroporto più piccolo che collega la città con Manchester e Londra. A soli 7 km dal centro cittadino, si trova a Deurne e potete arrivare ad Anversa in soli 15 minuti di auto (un taxi costa circa 20€) o con l’autobus 14 che vi lascia presso la Stazione centrale. Per orari e tratte cliccate sul sito ufficiale.

guida-di-anversa
L’Aeroporto di Anversa