La Grand Mosque di Doha è la moschea più grande presente in Qatar ed è stata ribattezzata col nome di Sheikh Muhammad Ibn Abdul Wahhab Mosque, in onore del grande teologo musulmano del XVIII secolo Imam Muhammad Ibn Abdul al-Wahhab.

Quest’ultimo, nato nel 1703 a Najd – una delle regioni dell’odierna Arabia Saudita -, dedicò tutta la sua lunga esistenza alla causa della purificazione della religione islamica: obiettivo della sua opera di riforma religiosa fu quello di riportare in auge il messaggio iniziale dell’Islam, ovvero quello che era stato istituito dai ‘primi antenati’ – gli al-salaf al-ṣāliḥīn -, i primissimi discepoli della religione islamica.

Muhammad Ibn Abdul al-Wahhab condannava, quindi, diversi elementi da lui considerati ‘non islamici’ perché politeistici (shirk) o ‘troppo’ innovativi e quindi non in linea col messaggio originario della religione islamica (bid’ah). Apprezzato da molti e criticato da altri, Muhammad Ibn Abdul al-Wahhab fu comunque un personaggio molto importante per i musulmani e per la religione islamica, motivo per cui la Grand Mosque porta oggi il suo nome.

Descrizione

La Grand Mosque si trova nel quartiere Jubailat, poco a sud della Corniche, su una collina che domina la Club Qatar Sports della West Bay di Doha. Costruita nella prima metà del XX secolo, la moschea si presenta al visitatore come un imponente edificio dotato di numerosissime cupole bianche (65 poste a copertura del quadrilatero esterno, altre 28 posizionate sopra la sala centrale) – così come sono bianche tutte le pareti esterne della costruzione – e caratterizzato da un’architettura che, unendo elementi della più antica tradizione araba ad altri più moderni, ammalia col suo fascino chiunque si ritrovi a passeggiare nei suoi pressi; un minareto e ampi spazi aperti esterni completano l’enorme complesso.

Grand Mosque di Doha
La Grand Mosque di Doha

Ciò che maggiormente caratterizza la Grand Mosque – oltre allo spettacolare mix di stili architettonici di epoche diverse -, è probabilmente l’atmosfera di grande freschezza che si respira al suo interno; grazie anche al suo particolarissimo tetto, inoltre, la Grand Mosque di Doha è diventata uno dei più maestosi esempi della magnificenza dell’architettura araba, nonché costruzione punto di riferimento dell’intera capitale qatariota.

Con una superficie di circa 175.000 metri quadrati, la Grand Mosque è in grado di accogliere, nella sola sala centrale climatizzata, più di 10 mila uomini, mentre nell’adiacente ampio spazio vuoto che affaccia sulla zona riservata agli uomini possono raccogliersi in preghiera oltre 1300 donne; se poi si tiene conto anche dell’ampissima area esterna, la Grand Mosque può ospitare ben 30 mila fedeli contemporaneamente.

I portali d’ingresso principali dai quali si accede all’interno della moschea – dove per l’altezza dei soffitti e delle colonne e per la magnificenza dei grandissimi lampadari il visitatore rimane immediatamente estasiato – sono tre, affiancati da ben altri 17 ingressi laterali secondari.

La grande opera di ristrutturazione della Grand Mosque, iniziata il 16 dicembre 2006, è costata 420 milioni di riyal (oltre 102 milioni di euro), ma è proprio grazie a questi importanti lavori di restauro e ricostruzione che la più grande moschea del Qatar si presenta oggi, agli occhi dei numerosissimi fedeli e turisti che vi si recano in visita, in tutto il suo splendore, mostrando fiera le sue oltre 90 cupole che svettano imponenti verso il cielo azzurro di Doha durante il giorno e irradiano calda luce nel cielo blu della notte grazie agli spettacolari giochi di luce che fanno della Grand Mosque una tappa imperdibile anche per una tranquilla e romantica passeggiata serale.

Grand Mosque di Doha
La Grand Mosque di Doha di sera

Come arrivare

In taxi

Per raggiungere la Grand Mosque vi consigliamo di prendere uno dei tantissimi taxi azzurri che troverete sulle strade di Doha. La Grand Mosque dista dall’aeroporto internazionale della città all’incirca 16 chilometri.

Contatti

Indirizzo: Al Muhandiseen Street – Doha