Sarete indubbiamente ammaliati dal Castello di Miramare che, circondato dal suo sontuoso parco con pregiate specie botaniche, sorge in un sito che gli garantisce una posizione panoramica incantevole, a picco sul mare, proprio sulla punta del promontorio di Grignano. Maestoso si protende nel golfo di Trieste a circa una decina di chilometri dalla centro città e ne abbraccia tutta la sua bellezza.

Il Castello di Miramare è una lussuosa dimora nobiliare realizzata attorno alla metà dall’Ottocento dall’arciduca Ferdinando Massimiliano d’Asburgo.

Castello-di-Miramare
Il castello visto dal mare

Cenni storici e descrizione

L’arciduca Massimiliano d’Asburgo fa erigere il castello, attorno al 1855, in quanto desiderava avere una residenza nella periferia di Trieste, un’abitazione consona al proprio rango che, affacciata sul mare e adornata da un esteso giardino trasudasse la propria levatura sociale.

La costruzione ebbe inizio il 1° marzo 1856 e già alla Vigilia del Natale del 1860 Massimiliano e la moglie, Carlotta del Belgio, presero alloggio al pianoterra dell’edificio, in quanto il primo piano è ancora in fase di allestimento.

La costruzione presenta tutti i tratti tipici della moda del tempo, uno stile eclettico che combina idee di tipo gotico-medievale e linee rinascimentali che1 si combinano in una sorprendente fusione. Il palazzo è stato progettato dall’ingegnere austriaco Carl Junker, mentre la realizzazione degli interni reca la firma degli artigiani Franz e Julius Hofmann.

castello-di-miramare
I sontuosi arredi

Il pianoterra, che era destinato agli appartamenti privati di Massimiliano e Carlotta, ha la tipica atmosfera familiare, mentre il primo piano, di rappresentanza, è stato ideato per abbagliare gli ospiti, grazie ai sontuosi ornati e le rosse tappezzerie con i simboli imperiali.

Il castello è immerso in un parco di ventidue ettari di superficie, e deve il suo attuale aspetto all’impegno di Massimiliano d’Asburgo che fece pian piano trasformare il promontorio roccioso di Grignano, privo di vegetazione, nell’attuale bellezza.

Anche per il parco l’arciduca si affidò alla progettazione di Carl Junker, affiancato dal giardiniere Josef Laube. Ad est il parco si presenta sistemato a bosco con alberi alternati a spazi erbosi, sentieri tortuosi, gazebi e laghetti; la zona sud ovest, accoglie un bel giardino all’italiana e delle aiuole ben articolate intorno al porticciolo.

GIRADINO
Il giardino all’italiana

Nel Parco si possono vedere le sculture prodotte dalla ditta berlinese Moritz Geiss, le serre, con vetrate che si aprono nell’originale struttura in ferro; la “casetta svizzera” ai margini del “Lago dei cigni”; il piccolo piazzale con i cannoni e la cappella di San Canciano.

Unitamente al Castello di Miramare, Massimiliano fa erigere nel parco il piccolo “Gartenhaus” anche chiamato “Castelletto”, situato in una posizione panoramica unica che si affaccia sul porticciolo di Grignano.

Le Scuderie vennero costruite tra il 1856 e il 186; si tratta di un edificio posizionato sulla via di accesso al Castello in un luogo riparato, sufficientemente lontano dalla residenza. Nel periodo tra le due guerre, quando il Castello è abitato dai Duchi di Savoia-Aosta, le Scuderie subirono alcune modifiche che ne alterarono parzialmente l’aspetto originario.

castello-di-miramare
Un’altra vista del castello

Nel 1867, alla morte di Massimiliano e dopo la partenza per il Belgio di Carlotta, il Castello di Miramare accoglie per brevi periodi la famiglia Asburgo. Gli ultimi Asburgo presenti a Miramare sono gli imperatori Carlo e Zita, con i quali si conclude la storia dell’impero asburgico.

Nel 1943, durante l’occupazione tedesca di Trieste, nel Castello si instaura una scuola per ufficiali nazisti e due anni più tardi si insediano le truppe neozelandesi, a cui succedono quelle inglesi; da ultimi gli Americani.

Nel marzo 1955 il Parco viene riaperto al pubblico e, il 2 giugno dello stesso anno, s’inaugura il museo oggi denominato ufficialmente “Museo Storico del Castello di Miramare”, affidato alla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Friuli Venezia Giulia.

castello-di-miramare
Le eleganti stanze

Orari e prezzi

Il Castello di Miramare è aperto tutti i giorni dalle ore 09:00 alle 19:00, ad eccezione del 25 Dicembre e del 1° Gennaio in cui le porte del Castello restano chiuse al pubblico.

L’ingresso al Castello prevede l’acquisto di un ticket il cui costo intero è pari a € 6,00 mentre il ridotto è pari a € 4,00.

Come arrivare

E’ possibile raggiungere il Castello di Miramare nei seguenti modi:

  • in automobile – Autostrada A4 in direzione Trieste, uscire al casello Monfalcone Est;
  • in treno – scendere alla stazione ferroviaria di Trieste C.le, nei cui pressi si trova una fermata degli autobus con direzione Miramare – Grignano (linee n. 6 e 36 con variazioni di percorso a seconda della stagione); in alternativa, scendere alla stazione ferroviaria di Miramare, dove si fermano alcuni treni locali;
  • in autobus pubblico extraurbano – Linee nn. 1, 26, 51 dell’APT

Contatti

Sito Web: http://www.castello-miramare.it/