Zanzibar: quando andare, il periodo migliore e consigli

Zanzibar è un posto incantevole, e una delle mete preferite dai turisti di tutto il mondo: si tratta di un vero e proprio paradiso nella zona centro-meridionale dell’Africa, e la sua fama è dovuta principalmente alle sue spiagge e alle acque cristalline che la circondano. Da tenere presente, però, sono le vaccinazioni da fare e soprattutto a Zanzibar quando andare diventa una domanda molto importante, visto che il clima è un fattore fondamentale nella scelta della vostra vacanza in questa zona dell’Africa.

Zanzibar: dove si trova?

Zanzibar è un arcipelago dell’Oceano Indiano, situato di fronte alla costa est della Tanzania, nell’Africa centro-meridionale. Questo meraviglioso arcipelago è composto da due isole che spiccano sulle altre per dimensioni e servizi offerti ai turisti: l’isola di Unguja nella parte sud (detta anche ‘Isola di Zanzibar’, tanto che spesso quando si parla di Zanzibar ci si riferisce solamente ad essa) e l’isola di Pemba nella parte nord dell’arcipelago.

zanzibar quando andare
La foresta delle scimmie di Jozani, una delle principali attrattive di Zanzibar

Spiagge bianche ed acque cristalline ne caratterizzano la costa, ma anche bellissime attrattive come la foresta delle scimmie di Jozani o ancora le piantagioni di spezie a Kizimbani, senza dimenticare le caratteristiche tartarughe di Prison Island, un’isola posta di fronte a Stone Town. Il punto migliore per ammirare la barriera corallina è senza dubbio la piccolissima isola di Mnemba, tra pesci colorati e tartarughe di mare.

Zanzibar: quando andare

E’ importantissimo, come detto in apertura, sapere quando andare a Zanzibar. Il clima di questo arcipelago, di tipo tropicale, varia comunque molto da stagione a stagione, come tutte le zone di questa parte dell’Africa.

zanzibar quando andare
Le temperature di Zanzibar sono molto alte durante i mesi estivi, sia come media (32°) che come picco massimo (anche oltre i 40°)

Le temperature minime medie sono decisamente alte, e vanno dai 20° circa del mese di agosto ai 24° circa di aprile, mentre le massime variano tra i 29° e i 32° (sempre considerando le temperature medie: le massime arrivano anche a 40°!). A conti fatti, su base annua, non vi è una grossa escursione termica, soprattutto se paragonata ad altre zone dell’Africa.

In Tanzania, però, diventa fondamentale considerare il periodo delle piogge, che qui si presenta di solito due volte nell’arco dell’intero anno. Nei mesi di novembre e dicembre, si presenta la stagione delle piogge minore delle due, con una precipitazione media di circa 15 cm al mese. Ben più consistente, invece, è il periodo delle piogge che va da febbraio a maggio, con le precipitazioni mensili medie che raggiungono valori ben oltre i 30 cm.

Per quel che riguarda i venti, anche qui c’è da tenere in considerazione una serie di fattori, e di tenerne conto al momento di scegliere a Zanzibar quando andare. Sull’arcipelago, infatti, spirano venti di monsone da nord, soprattutto nei mesi tra novembre e marzo, mentre gli stessi venti soffiano da sud (e anche da sud-est) nei mesi da maggio a ottobre.

zanzibar quando andare
I venti a Zanzibar, nel momento della massima intensità, hanno una media di circa 24 chilometri orari: scegliete località non esposte

Tra agosto e ottobre questi venti raggiungono la loro massima intensità, di circa 24 chilometri orari di media. Il consiglio nel caso scegliate di andare in questo periodo, ovviamente, è quello di scegliere delle località protette dai venti, ancor meglio se situate nella direzione opposta rispetto a quelle verso cui essi soffiano.

Le acque del mare sono gradevoli durante tutto l’anno, con le temperature medie che vanno dai 26° di agosto a circa 30-31° nel mese di aprile. Una particolare caratteristica di questa zona dell’Africa è la presenza di maree, che contribuiscono a creare delle suggestive atmosfere: ogni sei ore circa, infatti, durante le ore diurne, le acque si ritirano di molti metri, e vi lasceranno intravedere un paesaggio marino costellato di ricci e stelle marine: davvero imperdibile!

Ancor più evidente è questo fenomeno durante gli equinozi di marzo e di settembre, e anche quando vi è la luna piena di ogni mese. In realtà, oltre alla bellezza dei paesaggi, per qualche turista il ritiro delle acque può rappresentare anche un disagio: per trovare la profondità adatta a nuotare, infatti, potrebbe essere necessario camminare anche diverse decine di metri!

zanzibar quando andare
La bassa marea a Zanzibar, che permette di ‘camminare sulle acque’ per diversi metri, in lungo e in largo

Questo fenomeno delle maree sono particolarmente evidenti nella costa orientale dell’arcipelago, dove troverete dei fondali più bassi, e dove quindi vi è una grande differenza visiva e di impatto tra bassa marea e alta marea; qui si formano, in questi periodi, delle vaste distese di sabbia percorribili in ogni direzione. Nella zona nord-occidentale, invece, il fenomeno delle maree è meno visibile.

Consigli utili

Quando andare a Zanzibar non è una domanda semplice a cui rispondere, nel senso che, in realtà, non vi sono dei periodi assolutamente sconsigliati per visitare questa bellissima zona dell’Africa. A Zanzibar, infatti, le temperature sono gradevoli pressoché in ogni periodo dell’anno!

Ricordiamo che la Tanzania è situata nell’Africa centro-meridionale, a sud dell’Equatore, nell’emisfero meridionale. Di conseguenza, qui i mesi invernali vanno da giugno ad ottobre, e si tratta anche dei mesi più ‘sopportabili’ per quanto riguarda le temperature e l’umidità, che negli altri mesi diventano decisamente complicati per un turista non abituato a questo tipo di clima: in questo periodo, infatti, avremo i mesi più secchi e freschi dell’anno.

zanzibar quando andare
Le nuvole sulla spiaggia di Zanzibar: pioggia tropicale in arrivo!

Ma ovviamente non è sconsigliato andare in vacanza a Zanzibar nel nostro inverno (e, di conseguenza, nel periodo estivo in Tanzania), nonostante le temperature che superano i 30 gradi di media, con un maggior tasso di umidità, ma anche con una scarsità di piogge rispetto ad altre fasi dell’anno. A tal proposito, ovviamente, se proprio dobbiamo indicarvi dei mesi in cui non andare a Zanzibar, quelli sono i mesi di febbraio, marzo, aprile e maggio, dove le forti piogge tropicali possono creare a noi turisti non pochi problemi logistici.

Infine, ricordiamo che a Zanzibar (e nell’intera Tanzania) vi è un tasso di criminalità da non trascurare, per cui cercate di scegliere hotel con sicurezza privata all’ingresso. Le difficili situazioni politiche (e religiose) di questi anni, infatti, non hanno risparmiato nemmeno questo Stato dell’Africa centro-meridionale. La sicurezza, in fondo, viene prima di ogni altra cosa!