La Riviera del Conero è quel tratto di costa del mare Adriatico che, dal porto di Ancona, corre fino al porto di Numana. Questa riviera deve il suo nome al Monte Conero, il cui promontorio a picco sul mare offre un gran numero di spiagge rocciose e sassose ed insenature varie, sviluppandosi così per circa una ventina di chilometri. Questo territorio è protetto dal Parco regionale del Conero, il parco regionale più antico di tutta la regione delle Marche.

Cenni storici

Il termine “Riviera del Conero” iniziò ad essere utilizzato a partire dagli anni ’60, quando venne istituita l’Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo, nata per promuovere il turismo nei quattro comuni compresi nell’area del Conero, rispettivamente Ancona, Sirolo, Numana e Camerano. Tale ente venne in seguito soppresso, ma a quel punto l’espressione “Riviera del Conero” era ormai diventato un toponimo calcificato nell’immaginario collettivo, tant’è che questa denominazione continua a rimanere in auge ancora oggi.

Una nuova associazione nacque nei primi anni del 2000 per iniziativa di alcuni comuni delle Marche, sempre allo scopo di incentivare l’appetibilità turistica della regione, con la creazione di uffici informazioni ed attività di prima accoglienza. L’associazione assunse il nome della Riviera del Conero, sebbene tra questi comuni ve ne fosse più di uno dislocato in aree geografiche esterne a quel contesto, in quanto la denominazione “Riviera del Conero” era stata ormai de facto accettata quale nome proprio della zona, diventando di fatto una sorta di brand conosciuto ovunque in quanto tale. Questi comuni sono Agugliano, Polverigi, Santa Maria Nova, Offagna, Osimo, Castelfidardo, Loreto, Porto Recanati e Potenza Picena.

Riviera del Conero
Una delle splendide spiagge della riviera

Cosa vedere

La Riviera del Conero è ubicata nelle Marche, ed è caratterizzata da una costa alta e frastagliata, che diventa di fatto un intervallo roccioso posto tra la fascia di coste basse del litorale adriatico comprendente la zona che si estende da Trieste a Gargano. I comuni che fanno parte di quest’area, geograficamente parlando, sono Ancona, Sirolo, Numana e Camerano.

I primi tre si dividono il litorale dal punto di vista amministrativo, mentre Camerano non si affaccia sul mare, ma risulta comunque compreso nel territorio del Conero sotto il profilo culturale.

Al di sotto del Monte Conero si estende una lunga serie di spiagge formate da ciottoli bianchi, baie, boschi e numerose grotte marine affacciate lungo l’Adriatico. Ecco di seguito una lista delle spiagge più conosciute che si potranno trovare in quella che è ormai di fatto diventata la Riviera del Conero, divise a seconda del comune di appartenenza.

Ancona

  • Il Passetto
  • Spiaggia del Trave
  • Mezzavalle
  • Portonovo
  • Spiaggia della Vela

Sirolo

  • Spiaggia dei Gabbiani
  • Spiaggia delle Due Sorelle
  • Sassi Neri
  • San Michele
  • Spiaggia Urbani
  • Spiaggia dei Forni
  • Spiaggia dei Lavori

Numana

  • Spiaggiola di Numana
  • Spiaggia dei Frati
  • Spiaggia di Numana bassa
  • Marcelli

Lungo la Riviera del Conero sono inoltre presenti numerose attrazioni storiche e turistiche come fortezze, complessi religiosi, musei e città d’arte. In ultima, il Monte Conero può vantare ben 5800 ettari di parco regionale, tappezzati di boschi lussureggianti, vigneti ed uliveti, ed è ben fornito in quanto a punti panoramici dai quali si può ammirare un panorama veramente mozzafiato; specialmente all’alba, quando il cielo dorato accoglie il sorgere del sole sul mare. Uno degli spettacoli più suggestivi che si possano ammirare durante un soggiorno in territorio marchigiano.

Riviera del Conero
La spiaggia delle Due Sorelle vista dall’alto, in tutta la sua bellezza incontaminata

Come arrivare alla Riviera del Conero

E’ possibile arrivare alla Riviera del Conero in automobile, correndo lungo la A14 Bologna-Ancona-Taranto ed uscendo ad Ancona Sud, Direzione Riviera del Conero.

La Riviera del Conero è servita anche dalla linea ferroviaria Milano-Lecce, ma i comuni più vicini non sono provvisti di stazioni ferroviarie, pertanto per raggiungerla in treno bisognerà scendere alle stazioni di Ancona (distante 15 chilometri) o Porto Recanati (distante 5 chilometri) e proseguire in autobus, in taxi o a piedi.

La riviera è raggiungibile anche in autobus grazie alle autolinee Reni, che raggiungono Sirolo, Numana, Marcelli e Porto Recanati, oltre a tutto l’entroterra. La linea 94 raggiunge invece Portonovo.