Il Palazzo Ducale di Lucca è stato chiamato per molti anni anche Palazzo della Signoria; ubicato in Piazza Napoleone, oggi è conosciuto anche come Palazzo della Provincia, nome tutt’ora in uso, in virtù del fatto che è sede della Provincia di Lucca.

Il palazzo era di proprietà di Castruccio Castracani, signore della città di Lucca. Il disegno originale della residenza pare sia da attribuire a Giotto. Tuttavia la storia di questo palazzo inizia ben prima del suo completamento.

Risale al 1316 l’affitto di due palazzi che più avanti diventeranno quello che è oggi il primo nucleo del Palazzo Ducale. Per evitare sommosse e battaglie si decise di innalzare una fortezza a protezione del palazzo e di un vasto nucleo della città, la fortezza Augusta. Con il passare degli anni, Castruccio inizia a comprare le varie case nel vicinato per così completare la sua idea di un unico palazzo.

Purtroppo il progetto di un grande cortile che avrebbe completato l’opera si arenò alla morte del Duca di Lucca nel 1328. Dopo la morte di Castracani vi fu il passaggio di Carlo IV di Boemia che restituì il palazzo e la città in mano alla popolazione di Lucca.

Dopo poco tempo gli Anziani e il Gonfaloniere presero la residenza dentro al palazzo e dopo numerosi ed ultimi lavori di restauro il palazzo prese l’odierna forma. Il 31 luglio 1370 fu stabilito che la città sarebbe stata governata dal popolo e il giorno successivo il popolo di Lucca si radunò nel grande cortile per prestare giuramento di fedeltà ed approvare il nuovo ordinamento costituzionale.

Porticato del Palazzo
Porticato del Palazzo Ducale

Descrizione

Il palazzo esternamente si presenta massiccio ed imponente. Esso domina il lato ovest della piazza in cui si affaccia. Il suo aspetto odierno è opera di Bartolomeo Ammannati, a seguito dei lavori di restauro avvenuti nel 1578. La parte dell’ala destra è più recente e si deve a Francesco Pini, allievo del celebre Filippo Juvara.

L’interno è prevalentemente di ordine classico. Appena entrati si accede al cortile centrale che risulta ad oggi incompiuto. Questo è completamente circondato da pilastri e sinistra si accede al ad un’altra ala incompiuta: il cortile degli Svizzeri.

Lo scalone del Nottolini porta alle grandi sale di rappresentanza che oggi costituiscono la sede della Provincia e della Prefettura, una volta fino al 1977 quivi risedeva la Pinacoteca Nazionale. Alla fine delle scale si trova la Galleria delle statue e la Sala del Consiglio generale della Repubblica che ospita un grandissimo dipinto del Bonvisi di richiamo fiammingo.

Vi è anche presente un grande affresco di Pietro Testa. Al di sopra della loggia delle Guardie troviamo la Loggia dell’Ammaniati completamente decorata come la La Sala degli Stafferi.

Interno del Palazzo
Interno del Palazzo Ducale

Come arrivare al Palazzo Ducale

Il mezzo migliore per arrivare al Palazzo Ducale è sicuramente l’autobus, con partenza dalla stazione dei treni o a piedi. Dalla stazione è da ricordare che dista circa 10 minuti a piedi e per arrivarci bisogna percorrere gran parte del centro storico, altrimenti con l’autobus c’è un diretto dalla stazione.

Contatti

Telefono: 05834171
Fax: 0583417326
Mail: info@palazzoducale.lucca.it
Web: http://www.palazzoducale.lucca.it/