Il Museo Francesco Borgogna sorge vicino a Piazza Cavour, fulcro del centro storico della città di Vercelli ed è uno dei principali musei del Piemonte. Al suo interno sono esposte opere provenienti dal XIV al XX secolo, tra cui dipinti, affreschi, sculture e arredi.

Antonio Giacomo Francesco Borgogna era il terzogenito, di cinque figli, di un’importante famiglia dell’alta borghesia vercellese, nato a Stroppiana (Vercelli) il 27 luglio 1822. Il Borgogna era un uomo di ideologia liberal-progressista che, non ancora quarantenne, venne eletto Consigliere comunale. Ritiratosi a vita privata dal 1870 iniziò una lunga serie di viaggi all’estero dove cominciò a maturare una forte passione per l’arte.

Nel 1882 Borgogna acquistò, in via San Francesco, Palazzo Ferreri, con l’intenzione di farne un museo e dove, nel frattempo, allestì la sua collezione. Nel 1899 manifestò l’intento di donare alla città di Vercelli Palazzo Borgogna e le sue collezioni.

Nel giro di 30 anni Antonio Borgogna raccolse più di 2000 oggetti che utilizzò per arredare le sale della sua villa. Sempre fedele alla sua vocazione, Antonio acquistò i preziosi oggetti  al fine di donarli alla città, unitamente al palazzo. Costituito il museo in omaggio alla memoria del padre Francesco, Antonio diede disposizioni perché la raccolta, una volta divenuta pubblica, fosse intitolata “Museo Francesco Borgogna“.

Museo_Borgogna_Vercelli
L’ingreso del Museo

Alle Esposizioni Nazionali, Borgogna acquista oggetti e mobili dove trionfano gli intagli veneti, i commessi di pietre dure fiorentini, i mosaici minuti romani, ai quali accosta le porcellane di Meissen e di Sevres, gli avori tedeschi e tantissimi dipinti contemporanei.

La collezione

La collezione creata da Antonio Borgogna comprende opere di pittura, scultura, grafica e arti decorative con una certa preferenza per la produzione del Rinascimento, soprattutto toscano, lombardo e veneto. Affascinante il fondo di dipinti fiamminghi e olandesi, che conta circa 80 opere. Tutte le opere di Borgogna sono state da lui acquistate in aste italiane e straniere tra il 1880 e il 1906.

Tra le esposizioni  più spettacolari vi è senz’altro quella delle arti decorative con alcuni dei pezzi più interessanti prodotti dalle arti industriali nell’ultimo quarto del XIX secolo.

MUSEO-BORGOGNA_-Defendente-Giovenone_Trittico
La splendida Madonna con Bambino in trono esposta nella sala Mario Borgogna

Informazioni utili

Indirizzo: via Antonio Borgogna, 4/6 – Vercelli

Telefono: 0161 252764

E-mail: didattica@museoborgogna.it

Sito Web: www.museoborgogna.it

Orari:

  • dal martedì al venerdì: 15.00/17.30
  • sabato: 10.00/12.30
  • domenica: 10.00/12.30 e 14.00/18.00

Prezzo: biglietto intero 8,00 Euro