L’MMCA – il Museo Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Corea – è un museo di arte contemporanea che ha la sua sede principale a Gwacheon e tre sedi distaccate a Deoksugung, Seul e Cheongju.

Fondato nel 1969, l’MMCA è l’unico museo d’arte nazionale del paese ad ospitare l’arte moderna e contemporanea degli artisti coreani e quella internazionale di diversi periodi storici. L’MMCA porta avanti, inoltre, vari programmi di educazione artistica – come programmi di formazione professionale per i curatori, i dipendenti di musei, gli insegnanti d’arte e gli studenti universitari.

Inoltre, nella sede principale del museo c’è anche il ‘Museo dei bambini‘, interamente dedicato agli studenti delle elementari, agli studenti disabili e a quelli provenienti dai quartieri più poveri della città; il programma di sostegno speciale per i giovani artisti ‘Residency’, infine, prevede un aiuto negli studi per i giovani artisti selezionati.

Cenni storici

Il Museo Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Corea – noto anche come Museo d’Arte Contemporanea di Gwacheon – era stato inizialmente istituito a Gyeongbokgung, il 20 ottobre 1969; nel 1973, tuttavia, venne spostato a Deoksugung, per essere poi trasferito una terza volta (nel 1986) in quella che ancora oggi è la sua sede.

Nato per contribuire allo sviluppo dell’arte contemporanea coreana, sin dalla sua prima apertura il museo principale (Gwacheon-guan) si è subito distinto come il museo d’arte più importante dell’intero Stato, impegnandosi in un grande e sistematico lavoro di conservazione ed esibizione di opere d’arte realizzate a partire dal 1910.

In particolare, il centro di conservazione dell’MMCA – fondato nel 1980 e attualmente diviso nei quattro dipartimenti professionali dedicati ai dipinti ad olio, alle opere d’arte della tradizione coreana, alle sculture contemporanee e a tutte le altre opere – lavora per sviluppare tecniche sempre più moderne per la conservazione, facendosi affiancare in queste ricerche da numerosi centri di conservazione esteri.

madang-mmca-seul
Il cortile della sede principale dell’MMCA

L’apertura al pubblico della prima succursale dell’MMCA (Deoksugung-guan), dovuta alla necessità di ampliare ulteriormente l’accessibilità del museo per le persone che abitano nella parte settentrionale di Seul, si tenne nel 1998, mentre il 13 novembre del 2013 è stata inaugurata la seconda sede distaccata dell’MMCA (Seul-guan).

Una terza parte del museo (Cheongju-guan) è attualmente in costruzione e dovrebbe essere aperta al pubblico nel 2016, sia come luogo d’esposizione che come sede di formazione per professionisti interessati alla conservazione dei beni culturali.

Descrizione

La sede principale dell’MMCA occupa una superficie totale di ben 73360 metri quadrati distribuita su tre piani; altri 33000 metri quadrati, inoltre, sono occupati da un grande parco in cui si possono ammirare numerose sculture esposte all’aria aperta. La costruzione del Museo Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Corea richiama molto lo stile architettonico usato per la costruzione delle antiche fortezze coreane.

Di dimensioni molto più piccole è il primo ramo dell’MMCA (Deoksugung-guan) – così come lo è anche il secondo (Seul-guan) – che si estende su una superficie di 3428 metri quadrati, occupati da quattro sale espositive, aree ristoro e negozi d’arte. Elemento immancabile in tutte le sedi dell’MMCA, comunque, resta il Madang (il cortile), uno spazio dedicato allo svago dei visitatori ma anche ad ospitare eventi all’aperto.

Le collezioni del museo principale Gwacheon dell’MMCA comprendono circa 7.000 opere d’arte, tra le quali se ne possono ammirare numerose realizzate da artisti coreani contemporanei come Go Hui-dong, Ku Bon-ung, Parco Su-Geun, e Kim Whan-ki. Il museo ha raccolto anche una collezione di grande importanza a livello internazionale che comprende opere di Joseph Beuys, Andy Warhol, Georg Baselitz, Jörg Immendorff, Marcus Lüpertz, Nam-June Paik, Nikki de Saint-Phalle, Jonathan Borofsky, e Michelangelo Pistoletto.

Se nel 2010 il museo ha ospitato la mostra Picasso and the Modern Art – in quella che è stata la prima esposizione delle collezioni provenienti dal Museo Albertina di Vienna in un paese asiatico -, nel 2011 l’MMCA ha ospitato nelle sue sale la mostra The American Art, questa volta una ‘prima assoluta’ dell’esposizione delle collezioni del Whitney Museum in Asia.

Sempre presenti all’interno delle sale espositive dell’MMCA sono, naturalmente, le opere dell’arte moderna e contemporanea coreana, alla quale nel 2008 sono stati completamente dedicate dedicate le due grandi mostre intitolate Acquisitions in Korean Art 1960-1980 e Masterpieces of Korean Modern Art: Exploration of Modern History.

mmca-seul-opera
Una delle installazioni all’interno dell’MMCA di Seul

Come arrivare

Per raggiungere l’MMCA di Seul in metropolitana potete prendere la linea 3 e scendere alla stazione di Ankuk; il museo dista circa un quarto d’ora a piedi dall’uscita 1. In alternativa prendete la linea 5 e scendete alla stazione di Gwanghwamun; il museo dista circa 20 minuti di cammino dall’uscita 2.

Orari e tariffe

Orari d’apertura: martedì, giovedì, venerdì e domenica h.10.00-18.00; mercoledì e sabato h.10.00-21.00; chiuso il lunedì.
Prezzi: il costo del biglietto di ingresso è di 4000 Won (all’incirca 3,00€).

Contatti

Sito web: www.mmca.go.kr/eng
Tel.: +82 2 3701 9500
Indirizzo: 30 Samcheong-ro, Sogyeok-dong, Jongno-gu – Seoul