Data e durata:
September 201911 giorni
Tipologia di vacanza:
Arte e Cultura
Alloggio:
Hotel
Persone:
4
Costo a persona:
1600€
Mezzi di trasporto:
Auto, Aereo, Traghetto, Bicicletta

Bali, l’isola degli dei

Prima colazione nel nostro super hotel, tutto preparato al momento ed accompagnato da un sottofondo di musica balinese. Dopo qualche omelette e qualche caffè siamo pronti per iniziare il nostro tour, così raggiungiamo il nostro autista Madi.

A Bali è possibile noleggiare auto con autisti per circa 10 euro a persona, molto conveniente dato che le distanze sono lunghe e le strade del tutto sconosciute. Inoltre a Bali, specialmente nelle zone centrali e turistiche come Ubud, Seminyak, Kuta, regna il traffico. Motivo per cui è molto conveniente noleggiare un motorino! Attenzione però, per poterlo guidare avrete bisogno della Patente di Guida Internazionale. 

Dopo circa 1h45min siamo in pieno centro di Ubud, subito sommersi nella totale atmosfera balinese, diamo un’occhiata al mercato e i negozi tradizionali di tessuti e sarong, indumento utilizzato come capo d’abbigliamento ed inoltre necessario per entrare nei luoghi di culto. Il sarong può essere di cotone o seta, è caratterizzato da colori vivaci, particolari sfumature e disegni. Viene annodato in vita e copre fino alle caviglie. Insomma, è il perfetto souvenir, durante la nostra vacanza ne abbiamo collezionati davvero tanti!

Ubud ha qualcosa di magico, consiglio vivamente di soggiornare lì qualche notte per poter conoscere a fondo l’essenza di Bali e dei suoi abitanti. 

Ci dirigiamo verso l’interno di Ubud, nei pressi della foresta di Gyanar, per intraprendere una mattinata di rafting e giro in quad. Così dopo acqua, fango e pranzo ci dirigiamo verso la seconda tappa del nostro tour: Ubud Monkey Forest.

Little monkey

Ritorniamo al centro di Ubud e ancor prima di arrivare alla foresta sacra, notiamo qualche scimmia camminare ed attraversare la strada… pazzesco!

Scimmie per strada

Se volete un souvenir divertente e simpatico di questa piccola avventura potete dare una piccola “mancia” ai guardiani, che vi regaleranno uno scatto, un selfie fatto dalle scimmie. Se preferite non essere avvicinati o toccati dalle scimmie, meglio evitare.

Cosa mi è piaciuto

All’ingresso una scimmietta ci accoglie saltando sul mio zaino per prendere un pacchetto di fazzolettini… accoglienza divertente! Consiglio vivamente di acquistare sarong. Il sarong può essere di cotone o seta, è caratterizzato da colori vivaci, particolari sfumature e disegni. Viene annodato in vita e copre fino alle caviglie. Insomma, è il perfetto souvenir! Durante la nostra vacanza ne abbiamo collezionati davvero tanti.

Cosa non mi è piaciuto

Il turista è fonte totale di guadagno per i balinesi, per cui molto spesso è facile cadere in tranelli. Se alcuni prezzi vi sembrano esorbitanti, potete tranquillamente barattare altrimenti desistete. Attenzione alla polizia. Se ad esempio non avete la patente internazionale per guidare un mezzo, può capitare che vi chiedano soldi al posto di fare multe… meglio evitare!

Claudia D'amore

I consigli di Claudia D’amore

Sbarazzatevi di oggetti che possano attrarre l’attenzione (oggetti pendenti, bracciali, collane, orecchini vistosi, occhiali da sole…) alle scimmie piace tutto! Inoltre, non nutrite le scimmie con cibi diversi da quelli che sono dati ai guardiani della foresta, può essere pericoloso ed è inoltre proibito. La foresta è il loro pianeta, state entrando a casa loro, quindi passeggiate senza disturbarle e godetevi lo spettacolo! Una passeggiata davvero divertente.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si