Data e durata:
September 20173 giorni
Tipologia di vacanza:
On the road
Alloggio:
B&B
Persone:
4
Costo a persona:
100€
Mezzi di trasporto:
Auto
Tappa 1

Alla scoperta delle razze di animali più allevate in Italia

Andare a Milano per visitare  il centro cittadino alla scoperta di un mondo particolare, quello degli agricoltori. Si perché Milano ha ospitato, per un week end, allevatori da tutta Italia che hanno ricostruito in piazza la realtà rurale delle nostre campagne. Un’iniziativa che ha previsto l’ingresso libero e laboratori gratuiti, quindi una vera e propria lezione di vita contadina completamente gratuita (che non è male per dei giovani che decidono di viaggiare dal centro Italia per vedere questa meraviglia).

Famiglie e bambini, insieme a tanti giovani, hanno affollato la piazza per ammirare la bellezza degli animali. Una vera e propria riscoperta di un mondo che è stato quello degli italiani di tanti anni fa, con paesaggi di campagna, animali, odori e tradizioni che si sono persi nel tempo e che oggi possiamo riscoprire grazie a queste iniziative.

La meraviglia di noi turisti, ma anche quella di tanti milanesi che sono scesi in piazza, è stata quella di aver avuto l’opportunità di parlare con gli agricoltori, ascoltare da loro come lavorano con gli animali, cosa significa prendersi cura di bestie enormi (come i buoi), ma anche dei piccoli animali da cortile (come le galline).

Animali da cortile

Certo che l’odore era molto forte, ma questo è dovuto tanto al fatto che abbiamo perso l’abitudine a sentire certi odori, troppo presi dagli odori (inquinanti) della città.

Tappa 2

Cibo e natura in piazza

L’esperianza di vita rurale, nelle piazze milanesi, per essere completa non poteva mancare della gastronomia delle campagne italiane. Un meraviglioso esperimento di street food contadino, dove grandi e piccini hanno potuto godere dei sapori nostrani, di cibi preparati in casa e, soprattutto, parliamo di orti coltivati secondo la tradizione del mondo contadino, senza conservanti, senza pesticidi, nel rispetto delle stagioni.

Ma, soprattutto, parliamo non solo della riscoperta della nutrizione sana e di prodotti raccolti e preparati a mano, ma di scoperta vera e propria di cose che non sapevamo venissero realizzate e che invece sono prodotti che troviamo andando ad acquistare dal contadino. Mai avrei pensato di provare il latte d’asina, che invece è un prodotto italiano, sconosciuto ai più, ma che i contadini hanno sempre prodotto e consumato.

Bello poi è stato vedere come si realizzano dei meravigliosi giardini, con degli appezzamenti di terra che sono stati esposti al pubblico per far vedere la vastità di realizzazioni possibili in campagna e che risultano essere delle vere e proprie opere d’arte.

L’orto e le sue meraviglie

Ci sono state mostrate le composizioni floreali che le contadine realizzano e gli orti di cui i contadini sono orgogliosi e gelosi.

Cosa mi è piaciuto

Sono rimasto colpito e meravigliato dalla scoperta di una realtà che assolutamente non è familiare ai nostri occhi e ai nostri sensi. Ho avuto la possibilità di scoprire odori, sapori e vedere cose meravigliose, che sembrano un’altro mondo per chi vive in città. Ho visto una Milano che non si vede tutti i giorni.

Cosa non mi è piaciuto

Sono state giornate intense, mi sono goduto ogni momento, ma forse è proprio perché mi è piaciuto molto che il tempo è volato. Non mi piace il fatto che abito troppo distante da Milano e non è facile andare tanto spesso. Troppa la confusione della gente che si accalcava per vedere cosa accadeva, ma alla fine tutti abbiamo visto e abbiamo provato i cibi locali.

Angelo Franchitto

I consigli di Angelo Franchitto

Purtroppo non è possibile visitare nuovamente queste piazze così preparate perché la manifestazione è terminata. Sicuramente però vale la pena fare l’esperienza di girare Milano, conoscere una città grandissima e ricca di arte, storia e bellezza che il mondo ci invidia. Non è sicuramente economica, ma le grandi realtà non lo sono mai.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si