Data e durata:
August 20204 giorni
Tipologia di vacanza:
Arte e Cultura
Alloggio:
Hotel
Persone:
2
Costo a persona:
300€
Mezzi di trasporto:
Aereo, Treno, Pullman, Metro

Il mio viaggio vegan friendly a Porto

Visitare Porto è possibile anche in pochi giorni, perchè la città è piccola, vanta infatti circa 200 mila abitanti ed è visitabile a piedi.

Se siete bravi camminatori e amate fermarvi a fare foto e ad ammirare piccole e semplici bellezze, è la città ideale per voi.

Una visuale di Porto

Porto è molto giovane e allo stesso tempo, come molti sapranno, è il luogo dove tanti pensionati decidono di trascorrere buona parte dell’età pensionabile grazie alle agevolazionie economiche.

Appena siamo arrivati a Porto, abbiamo preso alloggio all’Hotel Catalonia e siamo usciti, senza neppure perdere un minuto. Ci siamo diretti verso il Ponte Luigi I e da lì, in un grazioso bar con vista, bevuto la nostra prima birra portoghese (La Stock).

Mi ero già documentata tramite Tripadvisor, quindi sapevo di essere in una città vegan friendly adorabile e accogliente. Sono infatti presenti vari ristoranti vegani, non c’era che l’imbarazzo della scelta! 

Arvore do Mundo

La cena della nostra prima sera è stata ad Arvore do Mundo. Andateci. Loro sono “mezzi matti”, tutti giovani simpaticissimi, gentili sorridenti e le pietanze spettacolari. Non solo sono molto gustosi, ma la preparazione è curata, originale e unica.

Abbiamo mangiato tantissimo, Porto e dessert compresi e abbiamo speso 39€ in due.

Arvore do Mundo

Il bello è che, a Porto, anche quando leggete che il ristorante è segnalato €€-€€€, non corriponde al medesimo simbolo italiano, perchè qui la vita è parecchio più costosa. 

Abbiamo passeggiato un altro pò, visto alcune delle tantissime chiese presenti (davvero tante!) e l’incantevole cattedrale. Passeggiato sul Ponte Luigi I e poi rientrati in Albergo, stanchi e già soddisfatti di questo nostro 1° giorno a Porto.

Cosa mi è piaciuto

Città economica, sicuramente ristrutturata di recente e i portoghesi sono davvero accoglienti e sempre sorridenti. Non serve prendere la metro, perché tutto è distante 10-200 minuti di camminata, quindi si risparmia parecchio. Arvore do Mundo è stato una scoperta fantastica. Saremmo voluti tornarci domenica sera, ma purtroppo abbiamo beccato la chiusura. Ci siamo promessi di tornare a Porto.

Cosa non mi è piaciuto

Abbiamo visto davvero tante persone che dormono per strada, nelle chiese di notte e nei parchi. Davvero troppe per una città così piccola e questo spesso mette malinconia e induce a porsi delle domande su come sia gestito il problema e quale sia la vita reale della città al di là del turismo.

Silvana Loddo

I consigli di Silvana Loddo

Da vegana mi sono documentata per tempo su dove mangiare, ma posso dire che la città può essere vista anche senza meta, lasciandovi trasportare e viverla a piedi in modo spensierato. La città vanta una serie di ristoranti esclusivamente vegani e percentualmente sono davvero tanti ed è stato bello cambiare posto ogni sera: in ognuno di essi siamo stati accolti magnificamente. Davvero grazie ai portoghesi <3

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si