Guida della Croazia

Vicina all’Italia e facilmente raggiungibile, la Croazia è una meta di viaggio perfetta per chi da una vacanza desidera tutto: mare, natura, storia ed enogastronomia. Con più di mille isole, un entroterra da scoprire e città ricche di storia, questo paese può accontentare ogni membro della famiglia, dai più piccoli ai più grandi.

Isole meravigliose ricche di natura, montagne dove praticare trekking, mare limpido nel quale tuffarsi, città affacciate sul Mare Adriatico circondate da mura e con centri storici considerati Patrimonio dell’Umanità secondo L’Unesco: cosa desiderate di più da una destinazione? Conosciamola insieme.

Cenni storici

Per la sua posizione geografica, la Croazia è stata crocevia di diversi popoli. Abitata sin dall’Età della Pietra, subì il dominio romano per poi essere invasa dai barbari e dominata dai croati e successivamente dagli ungheresi.

Intorno al 1400 toccò alla Repubblica di Venezia ma la storia del paese resta legata all’impero austro-ungarico per molti secoli fino alla sua caduta in seguito alla Prima Guerra Mondiale, quando la Croazia diventa parte di quel regno che da lì a poco sarebbe diventata la Jugoslavia di Tito. L’indipendenza dello stato avvenne nel 1991.

croazia-bandiera
Bandiera della Croazia

Il territorio

Affacciata sul Mare Adriatico, la Croazia è suddivisa in tre zone morfologiche: il bassopiano pannonico a est del paese, la zona montuosa al centro con le Alpi Dinariche e la costa adriatica. Nella prima zona il clima è continentale (con estati secche e inverni freddi), nella seconda alpino (con frequenti nevicate invernali) e nella terza mediterraneo (con estati calde e secche e inverni miti).

Proprio la costa è una delle zone più interessate al turismo grazie alle splendide isole nelle quali godere di un mare limpido e turchese. Qui potete scegliere di soggiornare sulla penisola d’Istria (al nord), sul Golfo del Quarnero o nella Dalmazia (a sud).

croazia-politica
La cartina della Croazia

Queste diversità morfologiche si riflettono sulla flora e la fauna che cambiano in base alla zona. In ognuna è comunque la natura a fare da padrone con quasi il 44% del territorio complessivo della Croazia ricoperto di foreste. Sono oltre 500 le specie vegetali endemiche e quasi 400 quelle animali protette: tra queste ultime ricordiamo soprattutto l’orso bruno, il grifone euroasiatico e il lupo.

parco-croazia
Le cascate del Parco Nazionale Krka in Croazia

Cosa vedere

Sono tante le cose da vedere in Croazia a partire dalle sue affascinanti città. La capitale, Zagabria, è ricca di monumenti da visitare che testimoniano le dominazioni alle quali è stata sottoposta ma uno dei gioielli è Dubrovnik, la Perla dell’Adriatico con il suo suggestivo centro storico dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Lo stesso può dirsi di Spalato che, con il suo monumentale Palazzo di Diocleziano, può essere definita come una delle città più belle del paese. Come dimenticare infine Fiume e Zara dove visitare resti romani e palazzi asburgici.

spalato
Una vista su Spalato

Se invece preferite il mare, la Croazia si offre a voi con isole magnifiche dove rilassarsi e divertirsi. La più grande? L’isola di Krk, sul Golfo del Quarnero: potete godervi le belle spiagge e visitare i diversi centri cittadini. L’Isola di Rab è una delle mete predilette per le sue acque limpide e la sua atmosfera da villaggio di pescatori, mentre l’Isola di Pag è famosa per i suoi uliveti e la lavorazione tradizionale del merletto.

C’è poi l’Isola di Brac, nella Dalmazia centrale, sulla quale si trova una delle spiagge più popolari della Croazia (Punta d’oro, in croato Zlatni rat) e ancora l’Isola di Hvar con il suo clima mite, le spiagge magnifiche e la natura rigogliosa. E se amate la natura visitate allora l’Isola di Korcula dove assaporare anche piatti locali da leccarsi i baffi. Un consiglio? Esplorate anche le isole minori: ne rimarrete estasiati.

isola-di-hvar
Un panorama dell’Isola di Hvar

Cosa fare

In Croazia è possibile dedicarsi a mille attività. Siete sportivi? Qui potrete praticare diversi sport acquatici (canoa, vela, immersioni, kajak) o dedicarvi alla natura tra trekking, alpinismo, rafting, sci, equitazione, golf o ciclismo.

Amate il mare? Avrete l’imbarazzo della scelta tra le numerose spiagge adatte ai bambini, spiagge dove divertirvi tutto il giorno, piccole insenature riservate o grandi litorali attrezzati (la Croazia inoltre è una meta rinomata per avere molte spiagge per nudisti).

Siete appassionati di enogastronomia? La cucina croata vi stupirà con la sua mescolanza di ingredienti provenienti da popoli diversi: provate i famosi piatti di carne stufata o il pesce fresco su una delle isole.

Medion   DIGITAL CAMERA
Le tradizionali Palacinke, crepes dolci farcite

Come arrivare

Dall’Italia la Croazia è facilmente raggiungibile. Potete arrivare in aereo atterrando in uno dei tre aeroporti di Zagabria, Spalato o Dubrovnik oppure scegliere l’auto.

In questo secondo caso dovrete passare attraverso Trieste e dirigervi in Istria dagli ex valichi di Rabuiese-Skofije oppure passare in Slovenia da Pesek-Kozina, passare vicino la città di Fiume e proseguire in autostrada verso la capitale Zagabria.

Potete infine scegliere di raggiungere il paese in traghetto. La SNAV parte da Ancona e Pescara raggiungendo Spalato; la compagnia Jadrolinija parte da Ancona e raggiunge Spalato (tramite l’Isola di Hvar) e Zara; anche la BlueLine effettua la tratta Ancona – Isola di Hvar – Spalato; infine la Venezia Lines collega la città con Umago, Lussino, Parenzo, Pola, Parenzo e Rovigno.

porto-spalato
Il porto di Spalato

Dove soggiornare

La Croazia è una meta di viaggio low cost che offre soluzioni per tutti i portafogli. Potete scegliere la vostra soluzione di soggiorno cliccando sul sito dell’Ente Nazionale Croato per il Turismo oppure servirvi dei classici motori di ricerca turistici.

Sappiate che vi conviene prenotare con anticipo soprattutto se volete partire tra luglio e agosto, i mesi più cari perché in alta stagione; se desiderate risparmiare qualcosa scegliete maggio, giugno, settembre e ottobre e, se non vi interessa tuffarvi in mare ma preferite visitare il paese dal punto di vista storico, allora partite da novembre a marzo. La zona più economica è la Dalmazia mentre la penisola istriana ed il Golfo del Quarnero hanno strutture più care.

albergo-medulin
L’Albergo Medulin, a pochi chilometri dalla città di Pola