Il Fosso Reale è il fossato che in origine serviva come sistema di difesa della città di Livorno. In seguito all’abbattimento dei bastioni, però, ha perso il suo fine originale. Questo sistema, assieme a quello dei vari canali collegati ad esso, è rimasto pressoché inalterato nel tempo, nonostante le numerose modifiche subite.

Il Fosso Reale, ad oggi, è una delle principali mete turistiche della città. Infatti molta gente ama fare il giro della città tramite battello, incrociando così i numerosi edifici storici e le opere artistiche ed architettoniche di grandissimo pregio che Livorno custodisce gelosamente al suo interno.

Cenni storici

Per parlare della storia del Fosso Reale bisogna fare un balzo nel 1421, quando la città fu acquistata dai fiorentini e venne messa sotto un preciso piano urbanistico da parte di Bernardo Buontalenti. Il progetto manteneva il volere della famiglia Medici di trasformare Livorno da piccolo villaggio senza scopo ad un importante sbocco sul mare e quindi basilare per il commercio.

Veduta dal Fosso
Veduta dal Fosso Reale

L’idea fu quella di renderla una sorta di rocca sul mare con tanto di bastioni e fossati per proteggerla da future incursioni via terra e marine. I lavori iniziarono nel 1577 ma non furono molto veloci; infatti si protrassero avanti nel tempo per molti anni. Il disegno originale venne modificato più e più volte durante la sua realizzazione e verso il 1609 i lavori giunsero al termine grazie all’uso di numerosi schiavi e contadini.

Nello stesso periodo si decise di creare un quartiere nuovo chiamato Venezia Nuova. Con il passare del tempo venne incrementata la presenza di canali navigabili per agevolare il trasporto di elementi necessari per la popolazione e per il commercio.

Luoghi di interesse

Durante la visita del Fosso Reale ci si imbatte nelle seguenti opere architettoniche: Palazzo Maurogordato, Piazza Cavour, Tempio della Congregazione Olandese alemanna, Scuola Antonio Benci, Mercato delle vettovaglie, Piazza della Repubblica con monumenti annessi, Piazza Garibaldi, Fortezza Nuova, Forte San Pietro, Canale dei Navicelli, Dogana d’Acqua, Palazzo Stub, Teatro San Marco, Quartiere della Venezia Nuova, Chiesa Di Santa Caterina, Palazzo del Refugio, Bottoni dell’olio, Palazzo Rosciano, Palazzo Comunale e il ponte con la statua di San Giovanni Nepomuceno.

un giro in battello
Un giro in battello

Informazioni utili

Il giro in battello costa 10,00 € intero e 5,00 € per i bambini e può essere direttamente acquistato all’imbarco in Piazza della Repubblica sul lato nord, guardando verso la Fortezza Nuova.

L’itinerario tocca tutti i luoghi di interesse sopra citati, dura 1 ora circa ed il servizio è attivo tutto l’anno in base alle condizioni meteo ed è attrezzato per i portatori di handicap.

Contatti

Pontile di imbarco/informazioni: Piazza della Repubblica (lato Fortezza), Livorno
Telefono: +39 333.157.3372
Fax: +39 0586.183.1152
E-mail: info@livornoinbattello.it
Sito Web: www.livornoinbattello.it