Tallinn, capitale della fredda Estonia, è una città di grande fascino e contrasto. La Città Vecchia di Tallinn prende corpo alle pendici della collina di Toompea e incarna ancora oggi il cuore pulsante della capitale estone.

Questo gioiello estone è abbracciato da una cinta muraria della quale, attualmente, sono rimaste 20 torri di guardia ma è riuscita, nel corso del tempo, a mantenere quasi interamente integro il tessuto urbano di stampo medievale edificato dal XIII al XVI secolo. La Città Vecchia è una magistrale commistione di stradine medievali e guglie foriere di un fascino sospeso nel tempo e caratterizzate da un’atmosfera particolarmente suggestiva.

La Città Vecchia di Tallinn è stata battezzata Toompea, ereditando il nome dalla collina sulla quale sorge e rappresenta il centro del Governo dell’Estonia che risiede nella Casa Stenbock. La meraviglia che veste la Città Vecchia di Tallinn è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Cenni storici e descrittivi

Intorno al secolo X-XI, venne edificata la prima roccaforte sulla collina anche se non si hanno certezze sulla sua precisa collocazione, nonostante si pensi che la roccaforte occupasse una porzione alquanto esigua di Toompea.

tallin-citta-vecchia-1
Vista della spettacolare Città Vecchia di Tallinn

Durante il Medioevo, il re di Danimarca, Vladimaro II, attaccò Tallinn, riuscendo a conquistare la roccaforte e dando forma e vita ad un altro castello. Nel 1227 i Fratelli della Spada si impossessarono del Castello di Toompea e fortificarono la collina. Quest’ultima venne organizzata e suddivisa in tre parti che furono rispettivamente: il Castello Piccolo, il castello Grande e infine gli esterni.

Nella seconda metà del XIII secolo Toompea diede inizio ed impulso al suo sviluppo, cominciando a diventare il centro di autorità, nobiltà e clero dell’Estonia; all’epilogo del XIII secolo, il Castello Grande era fittamente popolato e fu, solo nel 1248, che prese forma e corpo la scissione tra Toompea e Tallinn, quando, quest’ultima riuscì a guadagnarsi una propria amministrazione.

Nel corso del ‘330, precisamente nel 1348, il confinamento dei territori di Toompea e di Tallinn, venne suggellata da un accordo in base al quale circa 220 ettari del territorio di Tallinn vennero attribuiti a Toompea.

Successivamente il Castello di Toompea venne ampliato con la costruzione di una torre, la torre Pikk Herrman, posta sulla sua sommità. Essa rappresentava la prima torre nata in difesa di attacchi ad arma da fuoco. Nel 1561 gli svedesi conquistarono la parte nord dell’Estonia e la egemonizzarono sino al 1710, anno in cui venne occupata dalla Russia. Toompea venne unita a Tallinn solo nel 1878.

tallinn-città-vecchia-castello-di-toompea
Il Castello di Toompea nella Città Vecchia a Tallinn

Oggi la Città Vecchia si presenta in tutto il suo magico splendore, profumando di storia e personalità. Nella città Vecchia si trova il magnifico Castello di Toompea in cui ha sede il Parlamento estone, la monumentale e grandiosa Cattedrale di Aleksandr Nievskij, la Chiesa di Saint Olav, la Casa Stenbock, che, come suddetto, è sede del Governo estone e l’Accademia estone delle Scienze sita nel palazzo Ungern-Sternberg. Sulla collina, oltretutto, si trovano molteplici belvedere che permettono una panoramica cartolina dell’intera città di Tallinn.