Carta d’identità valida per l’espatrio: come riconoscerla e richiederla

Molto spesso, ci si pone la domanda se sia o meno la nostra carta d’identità valida per l’espatrio. In realtà, molta confusione è generata attorno a questo argomento e, come vedremo a breve, in parte è ingiustificata, visto che per riconoscere la nostra carta d’identità valida per l’espatrio bastano poche accortezze. Ecco tutte le informazioni che vi servono a riguardo.

Carta d’identità valida per l’espatrio: come riconoscerla

Di norma, tutte le carte d’identità sono valide per l’espatrio. Vi sono, però, alcuni casi particolari: esempio tipico sono i cittadini extracomunitari residenti in Italia, che sul retro del documento riportano appunto la dicitura “non valida per l’espatrio”. Quindi, affinché la tua carta d’identità non sia valida per l’espatrio, questo deve essere specificato nel retro: in tutti gli altri casi possiedi una carta d’identità valida per l’espatrio.

Carta d’identità valida per l’espatrio: quando serve

La carta d’identità valida per l’espatrio permette di poter viaggiare nei Paesi dell’Unione Europea, oltre ad altre nazioni che hanno stipulato accordi internazionali di libera circolazione dei cittadini.

carta d'identità valida per l'espatrio
Con la carta d’identità valida per l’espatrio potrete andare in tutti gli Stati dell’Unione Europea, oltre ad alcuni che permettono sul loro territorio la libera circolazione

Ci riferiamo ai seguenti Stati: Albania, Bosnia-Erzegovina, Città del Vaticano, Egitto, Gibilterra, Islanda, Liechtenstein, Macedonia, Marocco, Montenegro, Norvegia, Principato di Monaco, San Marino, Serbia, Svizzera, Territori Francesi d’Oltremare, Tunisia e Turchia. Questi Paesi, pur non appartenendo all’Unione Europea, permettono l’ingresso di cittadini muniti di carta d’identità valida per l’espatrio. Per quanto riguarda il Regno Unito ancora niente è stato deciso, ma esso formalmente appartiene ancora all’Unione Europea almeno fino al 2019.

Casi particolari

Di conseguenza, la carta d’identità valida per l’espatrio è accettata in tutto il continente europeo, fatta eccezione per le nazioni dell’ex Unione Sovietica (Russia, Ucraina, Moldavia, Armenia, Azerbaijan, Georgia e Bielorussia) e, in alcuni casi particolari, anche la Turchia, che come abbiamo visto però di norma è accettata.

Anche per viaggiare in Serbia, normalmente, basta solo la carta d’identità valida per l’espatrio. Tuttavia, per motivi di natura geopolitica, è richiesto il passaporto per accedere all’area del Kosovo, che è una sorta di Stato nello Stato, autoproclamatasi indipendente dalla Serbia nel 2009 e riconosciuta attualmente da 111 Paesi membri dell’Onu (più Taiwan e Malta), Italia compresa.

carta d'identità valida per l'espatrio
L’autoproclamato Stato del Kosovo necessita di permessi speciali per essere visitato

Quando si decide di andare in Egitto, oltre alla carta d’identità, bisogna ricordarsi di portare 2 foto formato tessera e di compilare un modulo fornito dalle autorità egiziane prima dell’arrivo a destinazione. In Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria ricordatevi, inoltre, che la carta d’identità deve essere valida per tutto il periodo del soggiorno; per non avere problemi, meglio se essa ha una validità residua di almeno 3 mesi.

Per viaggiare in Marocco, Tunisia e Turchia, infine la carta d’identità è accettata solo in caso di viaggi organizzati. Negli altri casi (per lavoro o vacanza ‘semplice’, per fare due sempi) è invece richiesto solo il passaporto.

Carta d’identità valida per l’espatrio: come richiederla

Ottenere la carta d’identità è un processo molto semplice. Bisogna recarsi presso la sede del comune di residenza, all’ufficio anagrafe. Se siete invece iscritti all’AIRE (ovvero sei un cittadino italiano all’estero) oppure vuoi richiedere la carta d’identità presso un comune italiano diverso da quello dove risiedi, vi è l’obbligo di comunicare questa necessità al comune in cui sei residente e, previo il nulla osta di quest’ultimo, la otterrete senza problemi. Il costo della carta d’identità valida per l’espatrio è di 5,42 euro.

carta d'identità valida per l'espatrio
Per il rilascio della vostra carta d’identità valida per l’espatrio, basterà recarsi nell’Ufficio Anagrafe del vostro Comune di residenza

Dovete procurarvi innanzitutto 3 fototessere uguali, e ricordatevi di dover portare delle foto recenti (di norma, non più vecchie di 6 mesi). Inoltre, nella foto dovrete risultare col volto scoperto e senza accessori che coprono il viso in maniera eccessiva.

Nel caso non fosse la prima volta che fate la vostra carta d’identità, per ottenere la carta d’identità valida per l’espatrio nuova dovrai obbligatoriamente consegnare la vecchia carta d’identità. Questo per evitare eventuali frodi e clonazioni, ai vostri danni (o con la vostra complicità).

Se non sei in possesso di una carta d’identità (ad esempio in caso di furto o smarrimento), si può presentare un altro documento di riconoscimento in corso di validità (come il passaporto e, di recente, anche la patente). Se non avete alcun documento d’identità, dovrete per forza chiamare 2 testimoni con documento di riconoscimento valido, che testimonieranno che le generalità che dichiari agli impiegati del comune sono quelle reali.

carta d'identità valida per l'espatrio
Dovrete compilare due moduli per il rilascio: uno ‘semplice’, coi vostri dati anagrafici, e un altro per ottenere la validità all’espatrio

Sono 2 i moduli che ti saranno consegnati al momento del rilascio della nuova carta d’identità. Il primo riguarda il rilascio ‘semplice’, che dovrai compilare con i tuoi dati anagrafici.

Il secondo, invece, riguarda proprio la carta d’identità valida per l’espatrio, e serve a confermare che non ci sono impedimenti nel validarla. Qui la procedura si fa più complessa, quindi è bene leggere attentamente il modulo per assicurarti di non scrivere informazioni non vere: nel dubbio, chiedi sempre agli impiegati comunali!

La carta d’identità valida per l’espatrio viene rilasciata immediatamente, ovvero ti verrà preparata e consegnata sul momento dagli impiegati del Comune. Nel giro di massimo un quarto d’ora, in sostanza, avrete completato questa operazione.

carta d'identità valida per l'espatrio
In caso di furto o smarrimento, dovrete portare con voi una copia della denuncia fatta in caserma

Dal momento del suo rilascio, la carta d’identità valida per l’espatrio ha una durata di 10 anni. In caso di smarrimento o furto della carta d’identità, è innanzitutto necessario presentarsi nella più vicina caserma dei Carabinieri e presentare una denuncia per smarrimento. Solo così, infatti, il tuo vecchio documento verrà automaticamente invalidato, e in seguito potrai per richiederne uno nuovo.

Una volta arrivati in Comune, dovrete portare con voi: 3 fototessere, la modulistica compilata all’interno del Comune, le spese per il rilascio (come detto, 5,42 €), un documento di riconoscimento valido (altrimenti, come detto, due testimoni che possano confermare la vostra identità) e, in più, una copia della denuncia di smarrimento della carta d’identità, che ti verrà consegnata direttamente in caserma al momento della denuncia.

Se invece dovete fare una nuova carta d’identità valida per l’espatrio perché la vecchia si è deteriorata, il processo è molto più semplice. Basterà, infatti, consegnare la carta d’identità deteriorata negli uffici del Comune e seguire il normale iter per il rilascio che vi abbiamo spiegato poco sopra.