Dopo Chioggia, Bassano del Grappa è il comune del Veneto non capoluogo di provincia con più abitanti (circa 44 mila), ed un’area urbana che si estende ben al di fuori dei confini comunali, per arrivare addirittura ad una popolazione di circa 150.000 abitanti che gravitano sotto la sua orbita.

La città, infatti, ai piedi delle Prealpi Venete, è uno dei maggiori centri culturali ed economici del vicentino, oltre che luogo storicamente di primo piano nello sviluppo della zona.

Cosa vedere

Diversi sono i luoghi di interesse della città veneta, derivanti da una storia, come detto, di primo piano nello sviluppo del Veneto. Partiamo col Ponte degli Alpini, costruito tra il XII e il XIII secolo, con lo scopo di collegare le due sponde del Brenta con gli ovvi vantaggi che ne derivavano da un punto di vista economico e commerciale; la sua posizione strategica lo ha reso uno dei principali obiettivi militari nel corso dei secoli, motivo per il quale più volte è stato abbattuto e poi ricostruito; attualmente, è da più di venti anni che sono in corso lavori di restauro e consolidamento.

In Piazza Garibaldi, oltre alla splendida fontana Bonaguro, potrete invece ammirare la Torre Civica, risalente al XIV secolo (forse, 1312); grazie alla sua imponente altezza (43 metri) e alla sua centralità, nel corso dei secoli è stata utilizzata per annunciare pericoli per la città ed è diventato uno dei luoghi-simbolo di Bassano del Grappa. Il cuore della ‘Bassano medievale’, invece, è in Piazzotto Montevecchio, col Palazzo del Monte di Pietà e la famosa casa Michieli-Bonato.

Bassano del Grappa
La Torre Civica di Bassano del Grappa

Oltre al Palazzo del Municipio, nella loggetta in Piazza Libertà (sede anche della statua col leone di San Marco e della Chiesa di San Giovanni) noterete uno splendido orologio realizzato da Mastro Corrado, nel cui vano interno sono conservati i 120 stemmi dei primi podestà veneti; dentro, inoltre, potrete notare un meraviglioso dipinto di Francesco Bassano il Vecchio, raffigurante San Cristoforo.

Meraviglioso, poi, il Castello degli Ezzelini, la cui esistenza è documentata già prima dell’anno Mille; il suo ruolo di fortificazione e difesa della città fu di vitale importanza fino al XV secolo, quando fu dismesso e trasformato col passaggio sotto il dominio veneziano. Utilizzato per i principali eventi culturali è invece il Palazzo Bonaguro, e fu una residenza privata di proprietà di diverse famiglia fino al 1969, anno di acquisto da parte del Comune. Di grande interesse artistico è anche la Porta Dieda, edificato nel 1315 dai padovani in protezione dei nuovi borghi esterni alla città; successivamente inglobata nelle mura della città, è ciò che rimane oggi del Castello dei Berri, già dal XV secolo adibito ad abitazione civile.

Ancora, in Piazzale Cadorna ammirerete il Tempio Ossario, monumentale struttura neogotica che divenne luogo di sepoltura per circa 6.000 soldati caduti durante la Grande Guerra, di cui spiccano i grandi campanili (circa 60 metri di altezza); per gli amanti della storia, immancabile una visita al Viale dei Martiri, che ricorda i fatti avvenuti a Bassano del Grappa durante la seconda guerra mondiale.

A breve distanza dal centro storico, invece, troverete la Villa Bianchi-Michiel, una delle ville del Palladio, posta nei pressi del Monte Grappa e ristrutturata dall’architetto veneto dal 1548 secondo una struttura ‘a U’.

Bassano del Grappa
L’orologio astrologico in Piazza Libertà a Bassano del Grappa

Diversi, inoltre, sono i musei presenti a Bassano del Grappa. Innanzitutto, il Museo Civico, uno dei più antichi del Veneto (1828), con le sue collezioni di storia naturale e le sezioni di archeologia, pittura e opere religiose: uno dei più importanti della regione, in sostanza. Di una certa importanza anche il Museo della Ceramica e il Museo Remondini, all’interno del Palazzo Sturm e il Palazzo Agostinelli, sede alternativa al Museo Civico per le esposizioni di Bassano del Grappa, così come la Chiesetta dell’Angelo.

Tra gli edifici religiosi, citiamo almeno la Chiesa di San Francesco, realizzata sotto gli Ezzelini nel XII secolo, la Chiesa di Santa Croce, dove è custodito il sepolcro di Teofilo Folengo, e la Chiesa della Beata Giovanna, costruita nel 1521 dalla Confraternita dei Callegari.

In città, troverete anche il meraviglioso Giardino Parolini, l’unico esempio di orto botanico indipendente dall’Università, con le sue oltre 3000 specie diverse, e il Parco Ragazzi ’99, dedicata alla generazione del 1899 che si rese protagonista di gesta eroiche durante la Grande Guerra. Per chiudere il vostro tour bassanese, poi, vi consigliamo una visita allo splendido Monte Crocetta, il cui parco è una meravigliosa oasi naturale ricchissima di vegetazione.

Bassano del Grappa
Piazzotto Montevecchio a Bassano del Grappa

Come arrivare

In auto

  • A22 Autostrada del Brennero (uscita Trento – SS Valsugana)
  • A4 Torino – Milano – Venezia (uscita Padova Ovest)
  • A31 Vicenza – Piovene Rocchette (uscita Dueville)

In treno

La stazione ferroviaria di Bassano del Grappa è ben collegata a tutte le principali stazioni, tramite le linee Venezia-Bassano del Grappa, Trento-Venezia, Padova-Bassano del Grappa.

In bus

Collegate a Bassano del Grappa vi sono principalmente tre compagnie di trasporti: la SITA (linea Padova-Bassano del Grappa), la FTV (linea Vicenza-Bassano del Grappa) e la CTM (linea Pederobba-Cornuda-Bassano del Grappa)

Contatti e informazioni utili

Torre Civica

Tel.: 0424-519901
E-mail: info@museobassano.it
Indirizzo: Piazza Garibaldi
Orari: visitabile su richiesta

Municipio e Loggetta

Sito web: www.comune.bassano.vi.it
E-mail: comune@comune.bassano.vi.it
Tel.: 0425-519111
Indirizzo: Via Matteotti, 39
Orari: lunedì-venerdì 9-12.30, giovedì 16-18.30
Ingresso: libero

Palazzo Bonaguro

Tel.: 0424-519940
Indirizzo: Via Angarano, 77
Orari e ingressi: variabile in base alle iniziative

Museo Civico

E-mail: info@museobassano.it
Tel.: 0424-519901
Indirizzo: Piazza Garibaldi, 34
Orari: martedì-sabato 9-18.30, domenica e festivi 10.30-13 e 15-18
Giorni di chiusura: tutti i lunedì, il 1° gennaio, la domenica di Pasqua e il 25 dicembre

Palazzo Sturm

E-mail: info@museobassano.it
Tel.: 0424-519940
Indirizzo: Via Schiavonetti, 7
Orari: martedì-sabato 9-13 e 15-18; domenica e festivi 10.30-13 e 15-18
Giorni di chiusura: lunedì, 1° gennaio, Pasqua, 25 dicembre

Palazzo Agostinelli

Tel.: 0424-519945 / 0424-519901
Indirizzo: Via Barbieri, 34
Orari: variabili in relazione alle iniziative

Chiesetta dell’Angelo

Tel.: 0424-227303 / 0424-519901
Indirizzo: Via Roma, 80
Orari: variabili in relazione alle iniziative

Giardino Parolini

Tel.: 0424-519620
Indirizzo: via Remondini
Orari: da ottobre ad aprile, 9-17; da maggio a settembre, 9-19.30