Data e durata:
August 20163 giorni
Tipologia di vacanza:
Montagna
Alloggio:
Hotel
Persone:
3
Costo totale:
500€
Mezzi di trasporto:
Auto
Tappa 1

Arco… ma senza frecce

Io i luoghi da visitare li trovo sul maps, mi piace partire all’avventura con “viaggi fai da te“, scegliere cosa fare all’ultimo momento, insomma vivere alla giornata.

Il primo giorno, in tarda mattinata siamo arrivate all’hotel che ho prenotato tramite Booking una settimana prima e dopo aver sistemato i bagagli – adatti per star via un mese invece di tre giorni – io e le mie donne (mamma e sorella) abbiamo programmato il pomeriggio.

La prima meta è stato il castello che costituisce la principale attrazione turistica di Arco e necessita di biglietto per entrare.

Castello di Arco

Vi si arriva seguendo le indicazioni al centro del paese e, salendo a piedi per una stradina costeggiata di ulivi, a metà percorso si può ammirare il panorama da un belvedere.

Val d’Agige

Scendendo in centro abbiamo notato un grazioso trenino che, al costo di 3€, accompagna i turisti in un tour per Arco e ci siamo dette: perchè no? E via, in giro per le viuzze. 

Non poteva mancare un po’ di shopping, alla ricerca di souvenir e oggetti particolari da regalare ed infine un bell’aperitivo in uno dei tanti baretti del centro.

Alla sera, cena in un particolare ristorante del posto dove in un locale invece del soffitto c’è la vite (quella che produce uva) che ricopre l’intero perimetro e nell’altro locale stupendi affreschi alle pareti. 

A fine serata ultimo giretto in centro, prima di rientrare in hotel.

Tappa 2

Lago di Tenno… una gemma azzurra incastonata tra i monti

Arrivate a Tenno, abbiamo seguito le indicazioni per il lago che dalla strada non si vede. E’ indispensabile parcheggiare l’auto nel parcheggio davanti agli hotel e percorrere a piedi una stradina sulla sinistra dell’albergo, del quale ometto il nome per non fare pubblicità.

In fondo alla stradina si intravede il lago. Prima di arrivare alla spiaggia ci si imbatte in un cartello con le regole da rispettare e poi si scende una ripida scalinata e finalmente si ammira questa perla. Il luogo è bellissimo in ogni stagione dell’anno, un paesaggio da cartolina.

Scorcio del Lago di Tenno

Io e mia sorella abbiamo fatto un giro a piedi attorno al lago e scattato delle foto per immortalare questo angolo di paradiso, e poi abbiamo pranzato al sacco sulla spiaggia. La giornata era splendida e non c’era nemmeno molta gente, il che rendeva il tutto perfetto.

Particolare del Lago di Tenno

Sul lago non è che ci sia tanto da fare, ci si va per immergersi nella natura, respirare aria buona, ammirare il paesaggio e togliersi lo stress di dosso.

Monti che circondano il Lago di Tenno

Alla sera eravamo rigenerate e ci siamo concesse una cena a base di rucola e carne salada (specialità del posto) sul terrazzo con vista lago.

Tappa 3

Un piccolo borgo dove il tempo pare essersi fermato

Ultima tappa della nostra mini vacanza: il Borgo di Canale, scoperto per caso lungo il tragitto per Tenno. Quello che ci ha incuriosito e spinto a visitarlo sono state le indicazioni della festa medievale; ci siamo dette: “Vediamo di cosa si tratta e siamo andate”.

Fontana Borgo di Canale

Anche qui è necessario parcheggiare la macchina lungo la strada o al parcheggio ed accedervi a piedi. Un po’ faticosa la salita al borgo, perchè le viuzze sono ripide, con scalinate di pietra.

Particolare via del borgo

Qui il tempo sembra essersi fermato perchè il borgo è medievale, bellissimo, indimenticabile. E’ stato inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia.

Casa tipica

I negozietti dislocati nelle piccole vie sono delle cantine o grotte naturali ed i negozianti che vendono souvenir o prodotti gastronomici tipici del posto vestono il classico costume medievale.

Durante la festa denominata “Rustico Medioevo” – che si svolge tra il 6 ed il 14 agosto – i cantastorie annunciano gli spettacoli ed anche gli attori sono in costume; il tutto è accompagnato da musiche e stand gastronomici con prelibatezze del Trentino.

Cosa mi è piaciuto

E’ stata una vacanza di soli tre giorni, ma mi sono piaciuti molto i luoghi che ho visitato. Il Trentino è una regione bellissima, che cura molto l’accoglienza del turista dal punto di vista degli alberghi, della pulizia e della cortesia. Lungo la strada si trovano dei piccoli spazi verdi con panchine e tavoli di legno per pranzare e con cestini per raccogliere la spazzatura. Anche le strade sono asfaltate e prive di buche. Mi è piaciuto molto il paesaggio con i monti e i laghi – uno più bello dell’altro – e i tanti castelli che si trovano lungo il percorso. La cucina con le sue specialità enogastronomiche e l’amore per le antiche tradizioni.

Cosa non mi è piaciuto

Una cosa che non mi è piaciuta è l’impossibilità delle persone con handicap di accedere al Borgo di Canale. Le viuzze sono troppo ripide e le molte scalinate di pietra grezza non permettono l’accesso alle sedie a rotelle. Mentre al Lago di Tenno si può arrivare in spiaggia anche da una piccola strada – transitabile anche con carrozzelle e da chi non è in grado di scendere le scale – a Borgo di Canale non si può, purtroppo!

Luciarosa Bellamoli

I consigli di Luciarosa Bellamoli

Cose da fare: visitare i castelli e i borghi. Oltre al borgo di Canale c’é anche il borgo di Tenno ed altri suggestivi paesetti che si trovano sulla strada per arrivare all’omonimo lago. Gustare i prodotti della cucina trentina. Fare passeggiate a piedi ed escursioni lungo itinerari segnati. Immergersi nei suoni della natura ed ammirare le bellezze naturali del posto, rispettando l’ambiente. Portare la macchina fotografica o la videocamera. Portare repellente per insetti se si va al lago. Cose da non fare: prestare attenzione se si fanno escursioni nei boschi a non fumare perchè ovviamente i mozziconi non spenti possono dare origine ad incendi. Non disseminare ovunque lattine, sacchetti e altro dopo aver pranzato, ma gettarli negli appositi contenitori. Non raccogliere fiori se si passeggia per i prati. Sembrano raccomandazioni che si danno per scontate, ma spesso si vedono immondizie, bottiglie di plastica che imbrattano i boschi e li trasformano in vere e proprie discariche ed è triste, ci vuole poco per rispettare l’ambiente e questa nostra Terra che ci offre così tante bellezze.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si