La Villa della Regina è un gioiello barocco che sorge sulla collina di Torino e costruita per volere di Maurizio di Savoia e successivamente passata tra i possedimenti della moglie Ludovica di Savoia.

La bellissima villa fa parte del circuito delle Residenze sabaude in Piemonte ed è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità UNESCO, dal 1997.

Il progetto, realizzato dall’architetto romano Ascanio Vitozzi, progettista del Palazzo Reale di Torino, prevedeva la realizzazione di un’elegante e ricca residenza di campagna con annessi vigneti.

galleryimage_11_7_11
La facciata della Villa della Regina, Torino

Inizialmente la villa prese il nome di Ludovica, in onore della giovanissima moglie di Maurizio di Savoia mentre l’attuale appellativo deriva dal fatto che essa fu residenza delle regine sabaude nel corso del Settecento.

Inoltre durante il mese di settembre, la Villa, era utilizzata dalla corte, quando vi si tratteneva per un po’ di tempo dopo la festa dell’8 settembre per la liberazione di Torino.

Durante l’occupazione francese la villa fu residenza compresa nel patrimonio imperiale e, nel 1805, ospitò anche Napoleone.

foto
Il suggestivo giardino della Villa della Regina

Nel luglio del 1869 divenne la sede dell’Istituto Nazionale delle Figlie degli Ufficiali che combatterono durante le Guerre di indipendenza italiane, cessando definitivamente di essere una proprietà privata della casa Reale.

Purtroppo, durante la seconda guerra mondiale, la villa è stata duramente colpita dai bombardamenti ai quali è seguito un lungo periodo di degrado.

Il recupero della splendida struttura è cominciato nel 1994, anno della presa in gestione da parte della Soprintendenza per i beni artistici e storici del Piemonte. Le opere furono portate a compimento nel 2007 con la riapertura della villa.

villa-regina
Gli splendidi interni della villa

Anche il bel giardino all’italiana è stato oggetto di restauro e l’antica vigna, che era parte integrante della struttura, è stata riportata in vita. Bello da vedere nel parco, il padiglione dei Solinghi,  una costruzione a pagoda in cui si riuniva l’Accademia dei Solinghi, un gruppo di intellettuali fondato dal cardinale Maurizio.

All’interno della villa vedrete gli splendidi affreschi e le tele di Giovanni Battista Crosato, Daniel Seyter e Corrado Giaquinto, le grottesche di Filippo Minei nel salone e i preziosi Gabinetti cinesi in legno laccato e dorato che sottolineano l’amore per l’esotico, tipico nella nobiltà del tempo.

Il padiglione dei Solinghi nella Villa della Regina
Il padiglione dei Solinghi nella Villa della Regina

Orari e Ticket

La Villa della Regina, che è raggiungibile in pochi minuti con la strada che dalla Chiesa della Gran Madre di Dio sale ad Est su per la collina, è visitabile nei seguenti orari:

  • dal 1 marzo al 30 novembre martedì – domenica: 10:00 – 17:00;
  • dal 1 dicembre al 28 febbraio martedì – domenica: 10:00 – 16:00.

Ingresso: gratuito

Contatti

Telefono: 011 8195035

Indirizzo: Strada Santa Margherita, 79 – Torino

E-mail: villadellaregina@artito.arti.beniculturali.it

Sito Web: www.artito.arti.beniculturali.it