Il Mausoleo di Galla Placidia è un monumento situato a Ravenna, non distante dalla basilica di San Vitale, che risale al V secolo. Sebbene sia ormai convenzionalmente accettata la sua identificazione quale edificio funebre dell’imperatrice Galla Placidia, cosa suggerita anche dal nome stesso del sito, in realtà non solo non vi è la certezza che sia stato commissionato dall’imperatrice quale propria tomba, ma nemmeno che la struttura stessa fosse un mausoleo.

Cenni storici

La tradizione vuole che Galla Placidia, figlia di Teodosio e reggente dell’Impero Romano d’Occidente per conto del figlio Valentiniano III, abbia fatto costruire questa struttura allo scopo di fungere da mausoleo per sé, per il marito Costanzo III e per il fratello Onorio.

In realtà questa teoria non è mai stata confermata, anzi i documenti ufficiali non fanno alcuna menzione di questi fatti. La storia è stata invece tramandata oralmente, fino a quando non venne messa per iscritto dallo storico Andrea Agnello nel suo Liber pontificalis ecclesiae ravennatis nel IX secolo, circa tre secoli e mezzo dopo la morte dell’imperatrice stessa.

Mausoleo di Galla Placidia
Il mausoleo di Galla Placidia

Ad ogni modo Galla Placidia, secondo le fonti storiche, trapassò e venne seppellita a Roma nel 450, e la sua salma dovrebbe essere ancora collocata sotto la basilica di San Pietro, nella cappella di Santa Petronilla.

Ulteriori speculazioni la vollero invece traslata all’interno di un sarcofago presente nel Mausoleo di Galla Placidia, fino a quando un incauto avventore, per ammirare meglio le spoglie della reggente, non avvicinò troppo una candela incendiando maldestramente i suoi resti. Questa storia ha comunque forti connotazioni leggendarie, al punto da essere trattata più come una curiosità folkloristica, che come una reale ipotesi.

E’ invece accettata su larga scala la congettura che vede l’edificio come un mausoleo imperiale annesso alla chiesa di Santa Croce.

Descrizione

La pianta del Mausoleo di Galla Placidia è a croce latina, e presenta un paramento esterno in laterizio, con cupola nascosta da un tiburio a base quadrata. Così come accaduto per diversi altri edifici antichi del ravennate, anche questo mausoleo è sprofondato a causa della subsidenza. Le poche decorazioni esterne consistono nella pigna collocata sulla sua sommità, nella cornice e nelle arcate, oltre che nel fregio del portale d’ingresso.

Il ciclo musivo al suo interno è tra i più antichi di tutta Ravenna, e si presenta in un ottimo stato di conservazione. Alla fine dei bracci si possono trovare tre sarcofagi in marmo di epoca romana. A dominare la scena è la cupola centrale, e le volte a botte dei bracci sono coperte da un tappeto di fiori con sfondo azzurro.

Mausoleo di Galla Placidia a Ravenna
Il ciclo musivo della cupola del mausoleo

Tra i mosaici della cupola spicca la croce collocata in una volta di stelle su sfondo blu, un tema ricorrente nell’arte medievale, che si allunga verso i quattro pennacchi nei quali è rappresentato il tetramorfo. Sulle lunette della cupola sono rappresentati santi ed apostoli a coppie, nell’atto di adorare la croce.

La raffigurazione del Buon Pastore è situata nella lunetta sopra l’ingresso, mentre nella lunetta opposta spicca San Lorenzo sulla graticola, con una croce in spalla ed un libro aperto in mano, mentre s’avvia verso il martirio. Nelle lunette laterali si trovano rappresentazioni di cervi e colombe, mentre le volte a botte e gli archi esibiscono decorazioni a tema fruttifero e floreale.

Come arrivare

Per arrivare al Mausoleo di Galla Placidia da piazza Luigi Carlo Farini, nei pressi della stazione ferroviaria di Ravenna imboccare viale Maroncelli a destra, e svoltare poi a sinistra per via Ugo Bassi, quindi prendere la prima a destra, via Rocca Brancaleone. Continuare dritto fino alla fine della via, girare a  sinistra e poi ancora a sinistra, immettendosi in via Porto Coriandro, svoltare a destra per via Sant’Alberto e poi a sinistra per viale Luigi Cilla. Percorrere il viale fino all’incrocio con via Rotta, svoltare a sinistra e seguire via rotta fino a trovare la circonvallazione San Gaetanino. Girare a sinistra e prendere poi la prima a destra, quindi ancora la prima a destra, via Sabbionara Posteriore, percorrendola fino a trovare via Don Giovanni Minzoni sulla sinistra. Da questa si accede a largo Giustiniani, dal quale si accede al mausoleo.

La fermata degli autobus più vicina è la fermata di Viale Baracca, servita dalle linee 70 e 145.

Mausoleo di Galla Placidia

Orari e tariffe

Il Mausoleo di Galla Placidia può essere visitato secondo la seguente tabella di orari.

  • Dal 1° Novembre al 28 Febbraio: dalle 9:30 alle 17:00
  • Dal 1° al 31 Marzo: dalle 9:00 alle 17:30
  • Dal 1° Aprile al 30 Settembre: dalle 9:00 alle 19:00
  • Dal 1° Ottobre al 31 Ottobre: dalle 9:00 alle 17:00

L’accesso è consentito fino a 15 minuti prima della chiusura. Il mausoleo rimane chiuso il 25 Dicembre.

Il prezzo del biglietto intero è di 9,50 euro, quello del ridotto è di 8,50 euro ed è disponibile per studenti italiani e stranieri nel corso dell’anno scolastico, associazioni ed enti convenzionati, soci TCI e gruppi con guida convenzionata della regione.

L’ingresso è gratuito per bambini fino a 10 anni, residenti del comune di Ravenna, disabili ed accompagnatori, religiosi, militari e giornalisti provvisti di tesserino. Inoltre una persona per ogni gruppo di almeno 20 persone ed un insegnante ogni 15 allievi entrano gratis.

Contatti

Indirizzo: Via Argentario, 22 Ravenna
Telefono: 0544 541688
E-mail: info@ravennamosaici.it