Arezzo è un comune italiano di circa 103.500 abitanti e si estende su una superficie di circa 384,7 km² a circa 296 metri sul livello del mare. Si trova nella zona più orientale della Toscana, quasi al confine con l’Umbria ed il suo territorio si presenta come una sorta di confluenza delle principali vallate in cui si affaccia.

La città è stata fondata prima del IX secolo a.C. come dimostrato dalla presenza un insediamento nell’attuale zona di Arezzo, ovvero il colle di San Donato, di un’antica città etrusca dal nome di Aritim, che in latino è Arretium. Nel periodo etrusco la città era uno dei centri più vivi in quel momento, soprattutto a livello artistico come è testimoniato dal ritrovamento della famosa “Chimera di Arezzo“.

Nel periodo rinascimentale la città fu teatro di grandi eventi con protagonisti personaggi del livello di Cesare Borgia, il quale fece uccidere il capitano di ventura Vitellozzo Vitelli proprio qua. Questo fatto è così celebre da essere stato citato addirittura dal Machiavelli in un trattato del 1503.

Fu poi con l’avvento di Cosimo I de’ Medici che iniziarono i lavori di ristrutturazione della città, coinvolgendo grandi artisti. Uno dei più grandi artisti che è stato protagonista di questa rinascita del borgo fu senz’ombra di dubbio Giorgio Vasari. Nel XVIII secolo iniziarono le bonifiche della Val di Chiana e nel 1799 Arezzo fu conquistata dall’esercito francese. Come è ben noto, poi passò di mano dal Granducato di Toscana all’inserimento nel Regno d’Italia nel 1860.

Durante la seconda guerra mondiale, Arezzo è stata pesantemente distrutta dai bombardamenti, quasi il 60% degli edifici è stato distrutto. Fu un grande centro partigiano in quel periodo e nel dopoguerra la popolazione si impegnò nella ricostruzione della città.

Basilica di San Francesco ad Arezzo
Basilica di San Francesco ad Arezzo

Cosa vedere ad Arezzo

La città di Arezzo è sede di uno dei più grandi patrimoni culturali dell’Italia intera. La sua origine etrusca le conferisce numerose opere risalenti all’alba della civiltà italiana.

Luoghi di culto

Il Duomo di Arezzo è un grande esempio di stile gotico, contenente grandiose opere di Piero della Francesca e sepolcri di grandi papi del passato. La chiesa di San Domenico del periodo trecentesco, che è sede del crocifisso ligneo del Cimabue, o la Basilica di San Francesco che contiene un affresco magnifico di Piero della Francesca, sono esempi della magnifica cultura artistica aretina.

Il numero della chiese presenti nella città è davvero impressionante; basti pensare che ci troviamo a pochi chilometri dalle sedi degli ordini religiosi più importanti della penisola come i francescani, il Vaticano, i gesuiti e molti altri.

Cattedrale di Arezzo
Cattedrale di Arezzo

Edifici civili

Ma oltre alle chiese la grande presenza di architetture civili la rende ancor più particolare. Qui ha vissuto e operato un genio come il Vasari creando quella che era la rivoluzione artistico-architettonica del rinascimento. Basti pensare alle grandi Logge in Piazza Grande e la stessa piazza che nonostante si trovi un piano in discesa crea un’impressionante staticità geometrica da far pensare che la piazza sia posta su un piano.

Il resto degli edifici della città danno spazio alla presenza di una grande varietà architettonica di più periodi ma che si sono riusciti a fondere senza problemi. Di grande rilievo è la Casa del Petrarca, la Casa del Vasari, il Palazzo della Fraternita dei Laici e i numerosi palazzi che erano sede delle famiglie potenti della città di Arezzo come il Brandaglia, il Corfani-Brizzolari, il Bruni-Ciocchi, il Fossombroni e molti altri.

Arezzo piazza grande
Panoramica della Piazza Grande di Arezzo

Teatri e musei

Di grande pregio è anche il Teatro Petrarca. I vari musei della città sono unici per il grande patrimonio che conservano al loro interno. Alcuni molto famosi come il Museo civico d’arte moderna e contemporanea, il museo archeologico statale Gaio Clinio Mecenate, il museo statale d’arte medievale e moderna e la stessa casa del Vasari.

Curiosità e grandi eventi

Arezzo è nota per aver dato luce ai più grandi personaggi italiani nel campo artistico. E’ davvero singolare pensare che qui nacquero personaggi del calibro di Francesco Petrarca, il Masaccio, Piero della Francesca, Michelangelo Buonarroti, Giorgio Vasari e il più recente Roberto Benigni. Di fatti quest’ultimo ha dato un grandissimo tributo a questa città con uno dei suoi  massimi capolavori come “La Vita è Bella“, film vincitore di un premio Oscar.

La città oltre a questo ha sempre tenuto una grande considerazione per le nuove tendenze musicali dando vita ad una delle più grandi manifestazioni canore del mondo: l’Arezzo Wave. Nato nel 1985 si è tenuto nella città fino al 2006 dove poi ha visto una piccola parentesi a Firenze. Nel 2012 è tornato nella sua città di origine e vanta la presenza di grandi artisti del calibro di Ben Harper, Subsonica, Peter Gabriel, Moby, Skin, Tracy Chapman  e molti altri.

Santa Maria della Pieve, Arezzo
Santa Maria della Pieve, Arezzo