L’arcipelago della Maddalena è uno spettacolo offerto dalla natura che si trova nella costa nord della Sardegna, al largo della famosa Costa Smeralda. Si tratta di un complesso costituito da sette isole e da tantissimi isolotti minori (circa 60) di natura granitica e scistosa, che emergono dalle acque trasparenti della regione.

L’Arcipelago della Maddalena è un parco geomarino vastissimo, comprendendo ben 20 mila ettari di superficie fra terra, mare e circa 180 km di coste e vanta un patrimonio naturalistico unico al mondo, per via anche della sua ubicazione geografica nel cosiddetto Stretto di Bonifacio. Le sette isole maggiori sono: La Maddalena, Caprera, Budelli, Santo Stefano, Santa Maria, Spargi, Razzoli. L’Arcipelago della Maddalena, inoltre, si fregia dal 1994 del titolo di Parco Nazionale, per via delle sue caratteristiche di bellezza e per i suoi luoghi incontaminati.

Arcipelago-della-Maddalena
Uno scorcio della Maddalena

Cosa vedere

Fra le numerose calette e spiagge dell’Arcipelago della Maddalena, molto apprezzate anche per la sabbia fine e bianca, ricordiamo la Cala Corsara, che viene citata in quanto una delle più belle di tutta la regione e che si trova nell’Isola di Spargi, oppure la Spiaggia Rosa dell’Isola di Budelli, che invece viene nominata per il suo fascino suggestivo legato al colore caratteristico della suo arenile di sabbia, che è dovuto allo sbriciolamento dei gusci di piccoli scheletri marini.

Il tour delle isole dell’Arcipelago della Maddalena è senza alcun dubbio una delle attrazioni più ricche di spunti naturalistici di tipo marino. Sono molto apprezzate le escursioni in barca, che vi faranno provare emozioni nuove ed intense, con panorami mozzafiato, e che vi permetteranno di tuffarvi nelle splendide acque blu cobalto della Costa Smeralda.

L’Arcipelago della Maddalena, a differenza della maggior parte isole del mondo, ha mantenuto intatto il suo contesto naturalistico, sia marino che terrestre, grazie alle rigorose azioni di tutela ambientale. L’unica giustificata eccezione è costituita dall’isola principale dell’arcipelago e sede dell’omonima città, che peraltro è la quarta più popolosa della provincia di Olbia tempio.

Arcipelago-della-Maddalena
Le acque dell’arcipelago della Maddalena

A questa eccezione potrebbe seguire il suggestivo borgo di Stagnali a Caprera e il piccolo gruppo di abitazioni ricadenti in una circoscritta area di Santa Maria (popolate solo durante la stagione estiva). Per il resto, l’intero arcipelago della Maddalena è disabitato, mantenendo intatta la conformazione risalente ad oltre due secoli fa, così come viene testimoniato dall’Albini proprio all’inizio del XIX secolo.

L’isola della Maddalena

Come già detto, si tratta della capitale dell’arcipelago e l’unica isola densamente abitata. Un tempo La Maddalena veniva denominata “la piccola Parigi”, probabilmente per via dei numerosi personaggi di spicco che hanno solcato questo territorio. Oltre alle bellezze marine, l’isola de La Maddalena offre ai suoi turisti un centro storico di importanza rilevante e di particolare pregio artistico ed architettonico con vie e piazze che si infiltrano nella città antica.

L’isola di Caprera

Merita un accenno anche l’isola di Caprera, nota anche come l’isola di Garibaldi, e che è la seconda isola dell’arcipelago per dimensioni, ma si può fregiare del primo posto per bellezza delle coste e per la sua flora particolare costituita da pinete, lecci, ginepreti ed una macchia che profuma di mirto, lentischio e corbezzolo. Questo isolotto è collegato alla Maddalena da un ponte e da un istmo. Di particolare interesse, il Centro Velico nel golfo di Porto Palma, il Museo Garibaldino e la Cala Coticcio.

Arcipelago-della-Maddalena
La Cala Corsari