La strada attraverso il Salar de Uyuni, il deserto di sale, si trova in Bolivia, sull’altopiano andino meridionale a 3650 metri di altitudine. È la più grande area salata del mondo. L’area è grande oltre 10 mila chilometri quadrati, contiene circa 10 miliardi di tonnellate di sale stratificati tra loro e d è ricco di litio, potassio, boro e magnesio.

Il paesaggio è surreale e, per le sue caratteristiche, è estremamente facile perdere l’orientamento come in un deserto di sabbia. Lungo il tragitto, inoltre, sono presenti delle buche, invisibili a causa dei riflessi della luce, dalle quali esce dell’acqua e per questo molto pericolosi.

Nonostante questo, il luogo è una meta turistica molto “gettonata” perché è possibile osservare meravigliosi tramonti, con sfumature di colore uniche, e il passaggio dei fenicotteri che popolano la zona.

Sempre in Bolivia, esiste un’altra strada famosa per la sua pericolosità. Stiamo parlando della via degli Yungas, detto anche “il cammino della morte”. Lunga 56 chilometri, collega La Paz a Coroico, attraversando le province di Pedro Domingo Murillo e Nor Yungas.

Questo percorso montuoso, diventato anche meta turistica per i più temerari, si trova a 3640 metri d’altitudine, raggiunge i 4650 metri di quota per poi ridursi scendendo fino a 1525 metri in prossimità di Corico. Questa strada è caratterizzata da un fondo stradale sterrato, un’area percorribile molto stretta, pendenze molto pronunciate e l’assenza di parapetti che mostrano il burrone sottostante. Negli anni è stata protagonista della cronaca nera locale a causa degli incidenti mortali che ha provocato.