L’uomo, sin dall’antichità, ha costruito dimore e rifugi per proteggersi dalla natura e dagli animali. A tal fine ha sfruttato materie prime naturali e scelto le zone dove edificare in base alle sue esigenze. Con il tempo e l’ingegno, egli è stato in grado di edificare case, palazzi e santuari differenti per architettura, stile e materiali.

In giro per il mondo, ne possiamo ammirare diversi che, alla vista, ci affascinano per la loro storia, architettura, arte e cultura; molti di essi sono costruiti in luoghi impensabili, quasi inospitali e per questo incuriosiscono e sono mete di studio, di pellegrinaggio o turistiche. Scopriamone alcune.

In Italia, tra le isole vulcaniche delle Eolie, vicino a Stromboli, troviamo Stombolicchio. L’isola, che ha circa 200000 anni, è caratterizzata da ripide scogliere a strapiombo sul mare nel quale l’uomo non può vivere o coltivare ma che è in grado di accoglie una specie faunistica e una floreale in via di estinzione. Sopra la scogliera è posto un faro, alimentato ad energia solare.

Sempre in Italia, nel comune di Bagnaregio si trova Civita, meraviglioso borgo medioevale in provincia di Viterbo. Conosciuto anche come “la città che muore”, a causa dei calanchi, il borgo è famoso per la Chiesa di San Donato, il Palazzo Vescovile, un antico mulino del XVI secolo, la casa natale di San Bonaventura e la porta di Santa Maria.

Jaj Mahal, il palazzo sull’acqua, si trova in India, nel Rajasthan. Costituito da 5 piani, quando si alza la marea vengono sommersi 4 piani dell’edificio.