Gent, in Belgio, è una delle aree del Belgio nel quale si è deciso di non far circolare le automobili all’interno del centro della città.

Per favorire il transito e il turismo di zona, sono state predisposte diverse piste ciclabili e incrementato il servizio del trasporto pubblico.

Sull’Isola di Idra, Grecia, con le sue caratteristiche case bianche, non esistono mezzi a motore. Gli abitanti e i turisti circolano a piedi, con gli asini o con il taxi acquatico. In questo modo, i visitatori possono godersi in tranquillità paesaggi e ambienti.

Soprannominata la “Venezia del Nord”, Giethoorn, in Olanda, è un piccolo villaggio con poco più di 2500 abitanti. Oltre alle caratteristiche imbarcazioni e i ponti in legno, il villaggio è famoso per la fattoria dal tetto di paglia che risale al 1700.

Lamu, in Kenya, dichiarato patrimonio dell’UNSESCO per essere l’insediamento Swahili più antico e meglio conservato dell’Africa orientale, è il più popoloso centro abitato dell’isola di Lamu. Qui sono ammessi solo pedoni, ciclisti e asini.

L’Isola di Sark, in Francia, non conosce il rombo dei motori delle automobili. Qui, infatti, l’unico motore utilizzato è quello dei trattori, al quale all’occorrenza si acconcia un traino per il rimorchio. Per spostarsi, gli abitanti sono soliti andare a piedi o a cavallo.

Queste 9 città sono raccomandate a chi vuole evitare il caos del traffico stradale, a chi ama camminare, ascoltare i suoni della natura, godersi una vacanza mentre si scoprono realtà, tra usi e i costumi, diverse dalle nostre dei cittadini locali.