La Pinacoteca “Giuseppe De Nittis” di Barletta, si trova in via Cialdini, è uno dei più importanti luoghi d’interesse artistico di tutta la Puglia e ospita tutti i quadri del celebre impressionista barlettano Giuseppe De Nittis, oltre che mostre temporanee d’interesse internazionale.

Tra le esposizioni finora organizzate ricordiamo, ad esempio, “De Nittis e Renoir. I pittori della felicità”, organizzata nel 2007 e che ha visto il passaggio di circa 44.000 visitatori.

Cenni storici

La Pinacoteca Giuseppe De Nittis fu inizialmente ospite dell’ex convento dei Domenicani, in via Cavour, per poi spostarsi nelle ampie sale della fortezza Federiciana del Castello di Barletta.

Nonostante la pregevole collocazione, la vicinanza al mare poneva i quadri a numerosi rischi, obbligando un nuovo trasloco della struttura espositiva presso Palazzo della Marra, dove la Pinacoteca venne definitivamente trasferita dal 31 marzo 2007.

Le opere di Giuseppe De Nittis, conservate presso la pinacoteca sono state donate alla città dalla moglie Léontine Gruvelle a simboleggiare un ritorno a casa del grande artista.

Barletta_-_Palazzo_Della_Marra_01
L’ingresso della pinacoteca

Giuseppe De Nittis: la biografia di un artista

Giuseppe De Nittis nacque a Barletta nel 1846, e fin da giovane operò come apprendista presso il pittore barlettano Gianbattista Calò. Nel 1860 si iscrisse all’Istituto di Belle Arti di Napoli e quattro anni più tardi fondò la cosiddetta Scuola di Resìna. Trasferitosi nel 1867 a Parigi, dove sposerà più tardi Léontine Lucile Gruvelle, visse il culmine della sua fama all’Esposizione Universale di Parigi del 1878. Morì, improvvisamente, nel 1884 a Saint-Germain-en-Laye.

De_Nittis
Autoritratto, pastello su tela, Barletta Pinacoteca De Nittis, 1883-1884

Palazzo della Marra

Sin dalla metà del Cinquecento, Palazzo della Marra è stato dimora d’importanti famiglie aristocratiche quali gli Orsini e, successivamente, i Della Marra.

Il fabbricato si presenta imponente con le sua bella facciata con preziose raffigurazioni, La Vecchiaia e La Giovinezza, poste sull’elegante e ricco balcone principale. Belle le raffigurazioni dei mostri, cani e grifi che adornano splendidamente la facciata.

Nel 1700 il palazzo è diventato di proprietà della famiglia Fraggianni che ne curò particolarmente i decori interni. Palazzo della Marra è stato ceduto al demanio statale nel 1958, il quale, dopo lunghi anni d’abbandono, si è occupato del restauro dell’edificio.

Palazzo-della-Marra
Particolari della facciata di Palazzo della Marra

Le esposizioni

Il percorso museografico è allestito considerando i grandi momenti che hanno caratterizzato la vita di Giuseppe De Nittis: si parte dall’esperienza con i paesaggi del vero, con i temi legati all’esperienza vissuta a Napoli, alle pendici del Vesuvio, fino ad arrivare a Parigi, dove la sua arte è stata influenzata dal fascino della modernità della metropoli. Bella la sezione che riguarda le opere ispirate da Léontine e dalle figure femminili care al pittore barlettano.

Colazione_in_giardino
Colazione in giardino, olio su tela, Barletta Pinacoteca De Nittis, 1883-1884

Informazioni

Indirizzo: Via Enrico Cialdini, 74 Barletta
Sito Web: www.barlettamusei.it/denittis.html
Ingresso: Biglietto intero € 4,00
Orari: dal martedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 19.00 (chiusura biglietteria ore 18.15); sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 20.00 (chiusura biglietteria ore 19.15).