Guida di Santo Domingo

Santo Domingo è la capitale della Repubblica Dominicana, si affaccia sul Mar dei Caraibi ed è una meta turistica tra le più amate e sognate, famosa, soprattutto, perle sue splendide spiagge. Purtroppo non in tutta la costa della città si può fare il bagno, a causa dell’alto inquinamento delle acque.

Ci sono, comunque, siti balneari che soddisferanno ogni vostra esigenza, come Boca Chica, che ha un bel litorale sul quale si affacciano moltissimi locali, bar e hotel. In realtà i veri paradisi balneari si trovano man mano che ci si allontana dalla capitale.

Santo Domingo è una città molto grande e altamente popolata e non tutti quartieri sono adatti per girare da soli, pertanto vi consigliamo di rimanere sempre nel centro città, nella parte che viene chiamata zona coloniale.

Ovviamente, dato il grande afflusso turistico, troverete una bella vita notturna animata da tanti locali, soprattutto all’aperto, in cui fermarsi a godersi un bel cocktail.

Cosa vedere a Santo Domingo

Oltre ad essere una meta rinomata per le spiagge, Santo Domingo, grazie alla sua storia di antica città coloniale, la prima spagnola nel Nuovo Mondo, è anche un’interessante luogo ricco di siti culturali. Il modo migliore per godersi la città in tutta serenità e senza incorrere in brutte sorprese, è prendendo una guida locale. Solitamente ne trovate lungo il Conde, la strada principale della zona Coloniale.

Eccovi alcune mete che vi consigliamo di toccare durante la vostra vacanza a Santo Domingo.

santo-domingo-539233_1280
Una delle spiagge di Santo Domingo

La fortaleza Ozama

La fortaleza Ozama si trova nei pressi della strada principale della zona coloniale ed è una bella costruzione risalente al periodo tra il 1502 ed il 1508, sebbene il cancello d’ingresso in Calle Damas è stato realizzato solo nel 1608.

Fu edificata per proteggere la città dagli eventuali attacchi dei pirati e prende il nome dal fiume Ozama, sulle quali sponde sorge la costruzione. Le opere furono avviate per volere del governatore Nicolas de Ovando ed è uno degli edifici più antichi dell’isola. Sulla cima della fortezza, man mano che la storia dell’isola si è evoluta, sono state issate molte bandiere, da quella spagnola fino all’attuale bandiera domenicana.

La costruzione assomiglia ad un castello e, al suo interno, si trovano anche dei tunnel sotterranei e delle celle nelle quali venivano rinchiusi i prigionieri e, in cui, lo stesso Cristoforo Colombo è stato rinchiuso nella fortezza.

Il carcere interno alla fortezza è rimasto in uso fino al 1960, successivamente alla sua chiusura la struttura è stata aperta al pubblico. All’interno della fortezza potrete vedere la statua di Gonzalo Fernández de Oviedo. La fortezza è considerata patrimonio culturale dell’umanità ed è una testimonianza di grande rilievo della conquista e colonizzazione spagnola.

La fortaleza Ozama si trova alla fine di Las Damas Street ed è aperta tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00.

Giardino Botanico

Se volete fare una passeggiata in luogo davvero bello ed incantato vi consigliamo il Giardino Botanico. Questa bellissima struttura è stata realizzata per conservare la bellissima flora della Repubblica Dominicana, pertanto potrete ammirare una grande varietà di palme, tantissime specie di orchideee piante, palme e piante acquatiche davvero spettacolari.

Il giardino occupa una superficie di due chilometri e mezzo quadrati, venne inaugurato nel 1976 e fu dedicato al dottor Dr. Rafael María Moscoso, un importante botanico che fu il fondatore dell’istituto botanico dell’università di Santo Domingo. Fu progettato dall’architetto Dominicana Benjamin Paiewonsky e costruito dall’ingegnere Joaquín Ruiz.

Oltre che una vastissima varietà di piante, il giardino ospita anche animali che vivono in perfetta armonia nel bellissimo contesto che voi potrete visitare passeggiando fra i tanti viali e sentieri. Uno delle più belle installazioni che potrete vedere all’interno del giardino è un orologio floreale dal diametro di 20 metri e il bellissimo giardino giapponese con un canneto di bambù, ginepri e il bel arco “Torii”.

La piazza centrale è il luogo d’ingresso al giardino, presenta diversi laghetti circondati da palme, con tante piante acquatiche e pesci. Il giardino ha anche una zona dedicata alle piante officinali, medicinali e aromatiche, dove potrete conoscere le proprietà di tutte le specie conservate. Questo e molte altre bellezze vi attendono all’interno del bellissimo giardino botanico che è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00.

1392148520
L’Alcázar de Colón

Los Tres Ojos

Questo sito è una dei luoghi più suggestivi che potrete vedere a Santo Domigo e la maggiore attrazione turistica della città. Si tratta un parco nazionale formato da 3 caverne naturali, con tre laghi e una serie di stalattiti che sono presenti esclusivamente in questo parco e nella parte nord dell’isola.

Il sito è stato generato da alcune fratture tettoniche che, alcuni secoli fa, hanno formato delle depressioni che, in epoca più tarda, si sono riempite d’acqua. Originalmente la zona era abitata da indiani Taino, i primi abitanti dell’isola.

L’accesso al sito avviene attraverso alcune aperture che danno verso l’esterno. Una scala,ricavata nella roccia, porta alla prima grotta, mentre il secondo lago può essere visitato in barca. Tra le tante meraviglie che potrete ammirare all’interno de Los Tres Ojos ci sono le molte tartarughe che popolano questo luogo. La fauna è ricca e, oltre alle tartarughe, ci sono pipistrelli e varie specie di pesci. Splendida anche la rigogliosa vegetazione che le circonda.

L’Alcázar de Colón

L’Alcázar de Colón, o Columbus Alcazar, si trova nella zona coloniale di Santo Domingo, nelle vicinanze di fortaleza Ozama. Si tratta di un’imponente costruzione che venne costruita nel 1510 per il figlio di Cristoforo Colombo. La realizzazione della struttura fu voluta da Re Ferdinando d’Aragona che desiderava che venisse realizzata una casa per Colombo, e i suoi discendenti, da poter usare quando si trovavano sull’isola.

Scorcio serale di Santo Domingo
Scorcio serale di Santo Domingo

Il  palazzo fu la prima sede dell’autorità spagnola nel Nuovo Mondo: qui vennero organizzate le prime spedizioni di conquista ed esplorazione. La costruzione presenta uno stile gotico-Mudéjar che, nell’arco dei secoli, ha subito diverse modifiche e restauri. Inoltre, dopo che venne abbandonato dai suoi residenti, il palazzo venne utilizzato per svariati usi, come prigione e magazzino.

All’interno dell’edificio si trova il Museo Alcázar de Colón Diego, dove potrete vedere una preziosa collezione d’arte tardo medievale e rinascimentale. Il museo vanta la più importante esposizione di opere dei Caraibi ed è l’unico che possa esibire opere dell’artista  fiammingo Van Den Hecke.

L’Alcázar de Colón è aperto da martedì a sabato dalle 9.00 alle 17.00 e si trova in Plaza de España.

Queste sono alcune delle mete turistiche che potrete visitare a Santo Domingo, tra un bagno di sole e un cocktail sorseggiato in spiaggia…Buona vacanza!