Chisinau è la capitale della Moldavia, una città molto carina che, se avrete l’opportunità di visitare, vi regalerà interessanti luoghi storici e bei monumenti.

La stagione migliore per visitare la città è durante l’estate, perché in inverno le temperature sono davvero proibitive e rischiereste di trovare una città completamente ghiacciata.Cosa

Una passeggiata per le vie della città sarà il modo perfetto per vedere alcune delle attrazioni più interessanti, come il bel parco botanico, l’Arco di Trionfo e diversi luoghi di culto davvero affascinanti. La città ha tante aree verdi, parchi e giardini in cui potrete passeggiare e ritagliarvi qualche ora di tranquillità.

A Chisinau troverete anche alcuni interessanti musei che vi consentiranno di avvicinarvi alla storia della città e della Moldavia.

Eccovi alcune mete che meritano di essere toccate durante la vostra visita alla città.

gallery_3_158_59746
Museo Nazionale di Archeologia e Storia

 Il Museo Nazionale di Archeologia e Storia della Moldavia

Questo museo è una delle più importanti istituzioni museali della Repubblica Moldova, infatti al suo interno sono conservati oltre 263.000 reperti di grande valore storico e scientifico. Non avrete difficoltà ad individuare il museo, dato proprio davanti l’ingresso, al centro del cortile, si trova una riproduzione della lupa capitolina.

L’esposizione permanente del museo è molto coinvolgente ed interessante, si tratta di un percorso realizzato da un gruppo di specialisti che hanno impostato la visita seguendo rigorosi argomenti scientifici.

Lo spazio espositivo occupa una superficie di 1.700 metri quadrati e accoglie una serie di oggetti che illustrano la storia della Moldavia dai tempi antichi ad oggi, attraverso lo studio dello sviluppo economico, culturale, politico e sociale che è avvenuto in questo paese.

Le sale ospitano particolari ricostruzioni di diversi ambienti sociali, storici e culturali che vi aiuteranno al meglio ad entrare nell’epoca raccontata. La collezione archeologica è molto ricca e si compone di oggetti che provengono da scavi, ritrovi casuali e donazioni e risalgono al periodo feudale Paleolitico, Neolitico e alle età del Bronzo e del ferro, fino a giungere al medioevo.

Le raccolte storiche sono composte da reperti datati al XIX e XX secolo e si tratta di oggetti di vita quotidiana, legati al lavoro o effetti personali. Molto interessante è la raccolta di armi antiche che risalgono ad un periodo compreso tra il XVI ed il XX secolo. Si tratta di oggetti di vario tipo, dalle armi orientali a quelle russe: la collezione si compone di tutti i tipi di armamenti, come missili, armi da fuoco, coltelli ecc..

Il museo ospita anche un’interessante collezione numismatica con monete provenienti da diversi paese e varie epoche. Infine, potrete vedere una grandissima collezione di fotografie, originali e copie, provenienti da studi fotografici della Moldavia e di altri paesi europei e risalenti ad un periodo compreso tre il 1860 ed il 2010. Il Museo Nazionale di Archeologia e Storia si trova in Str 31 August 1989.

moldova-98270_1280
Particolare della Cattedrale della Natività di Cristo

La Cattedrale della Natività di Cristo

Questa cattedrale è la principale Chiesa ortodossa moldava. La sua costruzione risale al 1830 e fu realizzata seguendo il progetto di Abram Melnikov, incaricato dal dal governatore della Nuova Russia , il principe Mikhail Semionovich Vorontsov.

La bella struttura in stile neoclassico, che vedete oggi, è stata in parte ricostruita dopo che essere stata colpita da una bomba durante la seconda guerra mondiale. Nel 1962,  la torre campanaria fu totalmente distrutta da comunisti locali che la fecero saltare in aria e al suo posto costruirono una fontana. Durante il periodo comunista la pratica religiosa era vietata e la chiesa fu trasformata in un centro espositivo. Il nuovo campanile fu costruito nel 1997.

La struttura della chiesa è molto semplice ed il color bianco la rende anche più austera; la sua facciata è caratterizzata da un colonnato su cui si apre l’ingresso. A causa degli interventi di restauro che ha dovuto subire, la chiesa ha in parte perso la sua forma originale, in particolare la cupola che vedrete sovrastare il corpo della cattedrale, è un’aggiunta del 1997.

L’interno vi lascerà a bocca aperta, infatti potrete ammirare delle splendide decorazioni realizzate in stile ortodosso puro. Accanto alla Cattedrale della Natività, su Piata Marii Adunari nationale, sorge l’emblematico Arco di Trionfo. Il monumento fu costruito nel 1840 dall’architetto Zauschevic, per onorare la vittoria della dell’Impero russo sul dell’Impero Ottomano, durante la guerra russo-turca.

All’interno dell’arco venne posta una grande campana del peso di circa 6400 kg. La campana  ed era destinata al la cattedrale ma risultò troppo grande per il campanile. In epoca sovietica, l’Arco è stato rinominato Arco della vittoria e su alcune pietre che lo compongono sono stati incisi i nomi di eroi dell’Unione Sovietica. La cattedrale e l’arco si trovano all’interno di uno splendido parco che ne conferisce un aspetto ancor più bello.

Chisinau_Center
L’arco e la cattedrale

Museo Nazionale di Belle Arti

Per gli amanti delle arti figurative una visita al Museo Nazionale di Belle Arti non può mancare.
La collezione del museo è stata fondata nel 1939 dallo scultore Alexandru Plamadeala che ha selezionato circa 160 opere di artisti rumeni per avviare la prima pinacoteca del paese.

Il museo fu inaugurato il 26 novembre 1939 con il nome di museo di arte della Bassarabia. Purtroppo il museo subì forti perdite durante la seconda guerra mondiale quando molte opere vennero caricate su dei camion senza lasciare alcuna traccia.

Verso la fine del 1944 il museo cominciò la sua reale attività con la presentazione di mostre permanenti con opere provenienti anche dall’Europa occidentale e dalla Russia. Con il passare del tempo le collezioni del museo si sono notevolmente arricchite con l’inserimento di icone, opere di arte giapponese, indiana e cinese.

Alla fine del 1972 il museo ospitava oltre 8000 opere. Attualmente il fondo del Museo Nazionale d’Arte di Moldova conta più di 39 000 opere d’arte che narrano l’evoluzione delle arti tra il quindicesimo ed il ventunesimo secolo. Il Museo Nazionale di Belle Arti  si trova in Bulevardul Stefan cel Mare si Sfînt.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
La fonatana di Ştefan cel Mare Central Park

Stefan cel Mare Central Park

Come vi abbiamo detto, Chisinau è una città in cui le aree verdi ed i parchi abbondano. Stefan cel Mare Central Park è il principale parco in città ed è anche il più antico. La sua superficie è di circa 7 ettari ed è conosciuto dagli abitanti della città con il soprannome di “Parco degli Amanti” perché è il ritrovo più amato dalle coppiette.

Il parco ospita al suo interno tantissime specie di piante e alcune acacie che contano 180 anni. Stefan cel Mare Central Park è stato realizzato nel 1818, durante il regno di Alessandro I, su progetto di alcuni ingegneri russi. Al tempo il parco era recintato da una staccionata per impedire che mucche e capre entrassero a far danni.

Nel 1863, su suggerimento di Alessandro Bernardazzi, il parco è stato circondato da una robusta recinzione in ghisa. Nel 1958 venne realizzato il viale dei classici della letteratura moldava, si tratta di una via costellata da busti in granito rosso di letterari, leader politici e personaggi di spicco della Moldavia. L’idea è stata lanciata dallo scultore Alexandru Plamadeala, che voleva creare un museo a cielo aperto.

Queste sono alcune delle mete turistiche che potrete visitare in città…Buona vacanza!