La chiesa di Santa Maria della Pieve è più semplicemente conosciuta come Pieve, ed è uno dei luoghi di culto più importanti della città di Arezzo.

La chiesa ha una storia abbastanza criptica per il primo periodo della sua esistenza. I primi documenti in cui viene citata risalgono circa al 1008, il che fa pensare che esistesse già una chiesa dedicata alla Madonna. Delle origini della struttura attuale si è invece sicuri. Infatti, sono disponibili delle fonti cartacee che parlano dei finanziamenti e dalla protezione da parte del comune di Arezzo risalenti circa al XII secolo.

Nel secolo successivo si è deciso di dotare la chiesa di una nuova facciata; la torre campanaria invece è stata completata nel 1330. Nei secoli successivi la chiesa è stata modificata più volte fino a darle l’aspetto barocco che ha avuto fino al XIX secolo. Infatti in quel secolo è stato deciso di eliminare ogni elemento che rimandava all’arte barocca per riportare la chiesa allo stato romano originale.

Santa maria della Pieve
Santa Maria della Pieve

Descrizione

La chiesa di Santa Maria della Pieve è situata in un fantastico contesto della città: il centro storico. Si possono apprezzare due parti all’esterno: la facciata principale che da su corso Italia e l’abside che è visibile da piazza Grande. La facciata è stata ricostruita nel XIII secolo ed è composta da tre logge che vengono sorrette da piccole colonne. Le due logge inferiori sono ad arco e la terza, che è quella più in alto, è ad architrave. Il tutto è sprovvisto del classico timpano della facciata.

I tre portali risultano strombati e il campanile ha il soprannome di “cento buchi” per il grande numero di bifore su di esso. Sono dieci per ogni lato disposte su cinque file sovrapposte. L’abside è di forma semicircolare ed è decorata da bellissime arcate cieche a tutto sesto e da alcune monofore.

La parte interna è molto solenne. Al suo interno sono conservate numerose opere d’arte senza tempo come il polittico con la Vergine col Bambino e i santi Giovanni Evangelista, Donato, Giovanni Battista e Matteo.

Questo fu commissionato al Lorenzetti nel 1320. E’ presente pure un busto reliquiario del santo Donato, ed è conservato nella cripta, eseguito nel 1346. La fonte battesimale risale al XIV secolo ed è sede di varie raffigurazioni della storia di Giovanni Battista. Infine una leggenda narra che nei sotterranei della chiesa riposino in una piccola urna Giorgio Vasari e la moglie.

Santa Maria della Pieve, Arezzo
Il campanile di Santa Maria della Pieve, Arezzo

Come arrivare

Dalla stazione di Arezzo, basta continuare su via Guido Monaco, superare la rotonda e girare su via Fra Guittone. Da li procedere fino a via Garibaldi e continuare su Corso Italia in direzione del parco della Fortezza Medicea. La chiesa si trova su Corso Italia al civico 7.

Orari e prezzi

Gli orari della chiesa di Santa Maria della Pieve seguono quella delle SS Messe ed è libero l’accesso all’edificio anche dalle 6.30 alle 18.00 tutti i giorni. L’ingresso è gratuito.

Contatti

Telefono: 0575 22629
Indirizzo: Corso Italia, 7 – 52100 Arezzo
Web: http://www.centopassidalduomo.it/arezzo-chiesa-santa-maria-della-pieve/
Email: info@centopassidalduomo.it