La Cattedrale di Santo Stefano, meglio nota come il Duomo di Biella, è il più importante edificio sacro cittadino. L’edificio sorge sui resti di una piccola chiesetta del XI secolo, di cui oggi si possono ammirare alcuni capitelli utilizzati per ornare le semicolonne del coro e delle ultime arcate delle navate laterali della nuova chiesa.

Cenni storici

La struttura medievale, probabilmente, fu costruita prima della fondazione del Comune. L’edificazione dell’attuale chiesa iniziò nel 1402 ad opera di mastro Giovanni Borri; l’edificio fu intitolato a Santa Maria Maggiore in seguito ad un voto fatto per scampare alla peste che aveva colpito la zona nel 1399.

La cattedrale di Santo Stefano ha subito importanti restauri a partire dal 1772, a seguito dei quali ha acquistato l’odierno aspetto gotico. Successivamente furono effettuati anche importanti ampliamenti, con l’aggiunta delle navate laterali e delle relative cappelle. I lavori di ampliamento e ristrutturazione furono voluti dal sovrano Carlo Emanuele III e vennero affidati all’architetto e ingegnere idraulico Ignazio Giulio di Torino.

monumenti-visitare-biella-duomo-Chiesa Cattedrale Santo Stefano Maria Assunta
La facciata del duomo

L’architetto Nicola Martiniano Tarino divenne il sovrintendente alla fabbrica del Duomo intorno al 1817 occupandosi dell’impegnativo lavoro che prevedeva l’allungamento delle tre navate della chiesa, insieme alla costruzione di una nuova facciata e del porticato.

La fase conclusiva della riqualificazione del Duomo iniziò nel 1926 con i restauri della cattedrale e del campanile. Nel 1872 la Chiesa di Santa Maria Maggiore venne dedicata a Santo Stefano, uno dei più antichi edifici sacri cittadini e demolito proprio in quell’anno. Dal 1784, per la realizzazione delle decorazioni pittoriche, venne incaricato il pittore prospettico Giovannino Galliari figlio di Fabrizio e nipote di Bernardino.

interni
Gli interni del duomo

Descrizione

La Cattedrale di Santo Stefano vi accoglierà al suo interno mostrandovi un carattere un po’ duro e austero dato dalle decorazioni che sono caratterizzate dalla scarsa vivacità dei colori. Gli interni ricordano le chiese del nord Europa con i bellissimi e alti archi e le decorazioni finemente realizzate. Bello da vedere, all’interno del duomo, l’organo realizzato da Camillo Guglielmo Bianchi e risalente al 1860.

La Cattedrale di Santo Stefano di Biella vi affascinerà con la sua bella facciata caratterizzata una fila di archi a sesto acuto e le belle guglie che le danno un sapore un po’ fiabesco. Il campanile gotico, il battistero romanico e il seminario diocesano appartengono al complesso medievale del duomo.

36418922
Particolare delle decorazioni