Watamu è un piccolo villaggio di pescatori, che non arriva nemmeno ai 2.000 abitanti, situato sulle coste keniote. E allora, perché inserirlo tra le località consigliate per i vostri viaggi? Semplicemente perché si tratta di un vero e proprio paradiso terrestre, conosciuto e riconosciuto come tale dalle migliaia di turisti che ogni anno vogliono godersi questo prodigio della natura.

Negli ultimi anni, sono fioccati inoltre i resort in tutto il villaggio, spinti da una sempre crescente richiesta per questa splendida località. A cosa deve la sua fortuna Watamu? Alla sua posizione geografica, innanzitutto: la meravigliosa insenatura del Mida Creek, con una foresta ricca di mangrovie, e il fatto di trovarsi al punto d’intersezione di tre baie, sono fattori determinanti del ‘successo’ del villaggio keniota, che ha saputo adattarsi in breve tempo alla nuova situazione.

D’altronde, dove possiamo trovare mare cristallino, spiagge incantevoli, la possibilità di fare un safari nella savana, e la conoscenza delle tradizioni di un popolo e di una cultura, quella keniota, che ha una storia ricca e affascinante come poche, nel continente africano? E allora, avventuratevi con noi in questo meraviglioso viaggio!

Spiaggia di Watamu, Kenia
Spiaggia di Watamu, Kenia

Cosa vedere

In questo breve paragrafo, vi diamo qualche informazione in più sulle principali attrazioni che potrete trovare a Watamu, tenendo però in considerazione il fatto che, seppur piccolo, questa località ha un incredibile numero di luoghi di interesse per noi turisti!

Le spiagge

Sicuramente, si tratta del punto di forza di Watamu, il motivo principale per il quale sempre più turisti scelgono questo piccolo gioiellino per passare le proprie vacanze. E, in effetti, sembrano avere una sorta di predisposizione naturale alla visita dei turisti, grazie alla loro ampiezza!

Ricoperte di una finissima sabbia bianca, e bagnate da un mare cristallino, di color turchese, le spiagge di Watamu ben si prestano ad essere visitato nel periodo invernale, nelle quali il clima è meno torrido del solito; volete mettere, poi, andare a prendere il sole mentre i nostri amici e familiari sono costretti a fare i conti con il freddo Natale?!

Dopo questo periodo, inoltre, arriva la stagione delle piogge, che tendono a trascinare a mare i sedimenti dei fiumi, intorbidendone le acque; compaiono, inoltre, numerose alghe, che rendono meno piacevole alla vista queste meravigliose coste!

Le baie che troverete nel villaggio, come citato poco sopra, sono tre: la Watamu Bay, la Blu Lagoon e la Turtle Bay. Nonostante si tratti di tre tratti di costa davvero incantevoli, se proprio dobbiamo consigliarvene una, quella è proprio Watamu Bay, che di fronte ha una serie di isolotti ricoperti dalla foresta selvaggia, che rendono il panorama in questo pezzo di spiaggia davvero impareggiabile!

Watamu Bay - Kenia
Watamu Bay – Kenia

Il Parco Marino

Dato che il punto forte di Watamu è il mare, allora non dovrà sorprendere che una delle principali attrattive sia un giardino… sott’acqua. Ehssì, perché il Parco Marino di Watamu rappresenta uno dei punti di forza del villaggio, grazie alle numerose specie marine che vivono in queste splendide e limpidissime acque.

Il parco fa parte della riserva nazionale marina del Kenya, e ospita al suo interno più di 600 specie marine, tra pesci e rettili, centinaia di tipi diversi di corallo, oltre a numerosissime varietà di crostacei e di molluschi. Questa splendida cornice naturalistica, può essere inoltre ammirata da vicino: la particolare posizione della barriera corallina (a soli 300 metri dalla costa), e le temperature perfette dell’acqua, rendono infatti praticabili tutte le attività subacquee, tra le quali lo snorkeling e le immersioni sono decisamente le più in voga.

In questo splendido paradiso naturale, siamo sicuri che riuscirete a sciogliere ogni dubbio, qualora ne abbiate mai avuti, sul perché Watamu venga considerato una delle mete più affascinanti per le vostre vacanze al mare!

tartaruga-watamu-parco-marino
Il meraviglioso Parco Marino di Watamu

Mida Creek

Citiamo, infine, Mida Creek, un’insenatura marina che rientra nella terra per svariati chilometri, e che si dirama nell’entroterra in diversi canali, molti dei quali percorribili in diversi modi. E in effetti, oltre alla suggestività del posto in sé, quello che attira i turisti a Mida Creek è senza dubbio il gran numero di attività che si svolgono al suo interno: per quanto riguarda i canali, si possono agevolmente attraversare in canoa, mentre per quel che riguarda l’insenatura in sé e per sé, essa è praticabile anche in barca.

Proprio quest’ultimo è il metodo più in voga per visitare questa splendida insenatura: la visita prevede una sosta proprio sul Parco Marino, dove chi vuole può fare un rilassante tuffo in queste splendide acque, per poi scendere su una delle spiagge per gustarvi il vostro pasto sulla terraferma. Un altro modo per visitare Mida Creek è quello di arrivarci via terra, dalla strada che collega Malindi con Mombasa, attraversando un ponte di tavole a corde: un pizzico di avventura, che non guasta mai!

mida-kreek-watamu-kenya
Mida Kreek, l’insenatura che caratterizza il villaggio di Watamu