Data e durata:
Luglio 20177 giorni
Tipologia di vacanza:
Arte e Cultura
Persone:
10
Costo a persona:
200€
Mezzi di trasporto:
Pullman

Un viaggio nel luogo della pace

Da molti Assisi è considerato un luogo di pace in cui ci si può rilassare ma soprattutto meditare. Ripercorrere la città e i luoghi di San Francesco ci riporta indietro nel tempo, grazie allo stile medievale che ancora oggi si mostra, partendo dalle grandi porte ad arco.

Assisi è segnata dalla storia di un’Italia non ancora formata e divisa in tanti piccoli regni che combattevano fra di loro, in questo caso abbiamo gli scontri fra gli assisani e i perugini del 1200. Proprio nel periodo degli scontri fra i due paesi nasce la storia di San Francesco, figlio del mercante Pietro Bernardone e di una nobile francese chiamata Donna Pica. Francesco voleva intraprendere la vita del cavaliere ma dopo il fallimento di una spedizione viene arrestato e nei momenti di prigionia incontra la parola di Dio.

Nei giorni di visita ad Assisi ho ammirato il luogo dove San Francesco è nato dove oggi sorge la Chiesa Nuova di Assisi e dove ancora oggi si può ammirare la casa di Pietro Bernardone.

Si possono visitare solo alcune stanze della casa di San Francesco per poi dirigersi verso la casa di Santa Chiara, situata vicino alla Cattedrale di San Rufino, che ancora oggi è il patrono di Assisi.

Cattedrale di San Rufino

Nel centro di Assisi possiamo trovare non solo la Basilica di San Francesco ma anche la Basilica di Santa Chiara dove ancora oggi è custodito il crocifisso di San Damiano, donato dallo stesso San Francesco a Santa Chiara.

La Basilica di San Francesco è costituita da una basilica superiore ed una inferiore mentre nella cripta sono presenti i resti di San Francesco, circondato dalle tombe dei confratelli che hanno vissuto con lui. Sono da ammirare i numerosi affreschi di Giotto e Cimabue che raffigurano la vita del santo paragonata alla passione di Gesù Cristo.

Basilica di San Francesco

Ho visitato le chiese che il santo patrono d’Italia, in particolare la chiesa di San Damiano e la Porziuncola (una piccola chiesa che si trova all’interno della Basilica di Santa Maria degli Angeli).

Basilica di Santa Maria degli Angeli

Tramite una visita guidata ho visto i luoghi dove San Francesco pregava e dove avvenivano dei momenti particolari riguardanti la storia del santo. Un esempio è la visita al roseto presente a fianco alla Basilica di Santa Maria degli Angeli dove crescono delle rose senza spine. Secondo alcuni scritti San Francesco per scampare alle tentazioni si butta in un roveto di spine che si trasforma in un roseto innocuo senza spine.

Uno dei posti dove si può meditare lontano dalla città è sicuramente l’Eremo delle Carceri dove vieni accolto dai frati in un luogo immerso nella natura. Questo è un posto dove io mi sono trovato in pace interiore.

Cosa mi è piaciuto

In questi luoghi che ho visitato si respira veramente una sensazione di pace interiore. Infatti molte persone visitano Assisi più volte per ricercare la fede e per ritrovare se stessi. Ritrovare e percorrere i luoghi di San Francesco ti fa pensare non solo alla vita del santo ma ti fa pensare alla tua vita e di libera dallo stress.

Cosa non mi è piaciuto

Non ci sono veri e propri contro riguardanti questo viaggio. Forse le camminate lunghe hanno dato un po’ di fastidio, specialmente sul percorso in pendenza per visitare San Damiano o il percorso per arrivare sull’Eremo delle carceri. Per chi non è abituato a fare grandi camminate non si troverà bene a fare questo tipo di viaggio.

I consigli di Nicola Fanelli

Un viaggio da fare almeno una volta nella vita se non più volte. Un posto da visitare non tanto per fare un viaggio ma più che altro per meditare sui luoghi sacri presenti in Assisi. Un consiglio da sapere è che i luoghi di Assisi sono per la maggior parte dei luoghi sacri per cui bisogna rimanere in silenzio per non disturbare. Inoltre ci sono luoghi che preferibilmente bisogna percorrere a piedi perché sono mete di pellegrinaggio.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si