Una vacanza in Alto Adige per curare le malattie respiratorie

Una vacanza in Alto Adige è un’occasione per immergersi nella bellezza dei suoi paesaggi, delle vallate e delle cime dolomitiche, delle cascate e dei ruscelli, e per gustare le sue specialità enogastronomiche, le acquaviti di frutta, le grappe da vinacce, i formaggi e salumi tipici; inoltre il territorio altoatesino è la patria della salute e del benessere naturale, capace di unire tradizioni e saperi antichi a tecnologie avanzate e scelte eco sostenibili.

Oltre ai bagni nel fieno o nel latte, ai trattamenti al vino, i massaggi alla pietra preistorica, per rilassare il corpo e la mente, è possibile anche curare le malattie respiratorie presso il Centro Climatico di Predoi, nell’alta Valle Aurina, una delle più incontaminate dell’Alto Adige, in provincia di Bolzano.

centro-climatico-predoiIl Centro, realizzato in un vecchia miniera di rame, inattiva dal 1971, è l’unico in Italia dove ci si possa sottoporre alla speleoterapia, metodo di cura basato sulla respirazione all’interno di grotte naturali o ex miniere caratterizzate da un particolare microclima. Una terapia collaudata da tempo in Germania e in molti paesi dell’Europa dell’Est, come Slovenia, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia.

Nelle caverne l’umidità relativa dell’aria si avvicina al grado di saturazione, ossia al 100%, permettendo così di respirare un’aria purissima e pressoché sterile. La temperatura varia da 8 a 10 gradi Celsius, per cui, nonostante l’aria sia quasi completamente satura di vapore acqueo, contiene in valore assoluto pochissima acqua. Quando l’aria, inspirando si riscalda ai 37 gradi della temperatura corporea, si ricarica di tanta acqua. Durante il passaggio attraverso le vie respiratorie, quest’acqua viene sottratta alle mucose che spesso, a causa delle infiammazioni croniche o dell’asma bronchiale, sono gonfie. In tal modo il gonfiore si riduce e la persona torna a respirare liberamente” – spiega il dottor Vincenzo Di Spazio, responsabile del Centro.

alto-adige-grotta-climaticaSono molte le sintomatologie che possono trovare giovamento dalla speleoterapia, come l’asma allergica, enfisema, allergie al fieno, pollinosi allergica, ma l’aria pura priva di allergeni che si respira in grotta sarà di notevole beneficio anche ai fumatori e, altresì, per migliorare le risposte del sistema immunitario.

Dopo essersi addentrati all’interno della montagna per circa un 1 chilometro a bordo di un trenino, si accede alla grotta climatica, dove si inizia con una ventina di minuti di esercizi respiratori, seguiti da due ore di relax su comode poltrone. Il Centro è aperto da fine marzo a fine ottobre, tutti i giorni tranne il lunedì dalle ore 9 alle 14.40. Il costo per ogni seduta è di 15 euro, tranne per i bambini fino a 14 anni, gli over 65 e i portatori di handicap che pagano 13 euro.

“Il tempo ideale di cura prevede 15 giorni consecutivi di permanenza nel Centro, con almeno due ore e mezzo al giorno dentro la miniera; il minimo è almeno una settimana” – spiega il dottor Di Spazio.

E per rendere perfetto il soggiorno ai clienti del Centro, l’associazione “Respiration Health Hotels” garantisce camere e strutture adeguate a coloro che soffrono di allergie e propone pacchetti con compreso l’ingresso in grotta.