Data e durata:
Febbraio 20173 giorni
Tipologia di vacanza:
Arte e Cultura
Persone:
3
Costo a persona:
100€
Mezzi di trasporto:
Auto, Traghetto
Tappa 1

Un weekend nella città più romantica di tutti i tempi, Venezia

Arrivata con l’auto da terra, ho parcheggiato in località Mestre (vicinissima a Venezia) ed essendo servita bene con i mezzi pubblici, in neanche 10 minuti sono arrivata in loco. Entrare nell’atmosfera di questa città è stato davvero semplice, perchè quella giornata piena di nebbia rendeva il luogo ancora più suggestivo e misterioso.

Uno scorcio di Venezia

Cercato il posto dove abbiamo soggiornato (l’antica e storica Locanda Montin) abbiamo depositato i bagagli e ci siamo diretti verso il ponte di Rialto. Volendo, a vostra disposizione per gli spostamenti, c’è il traghetto, ma ho preferito attraversare la città a piedi per gustarmi ogni singolo angolo e fotografare qualche scorcio indimenticabile.

Un angolo caratteristico di Venezia

Arrivata difronte al Palazzo Ducale sono andata a visitare gli appartamenti del Doge. La mia visita è poi proseguita in direzione Piazza San Marco dove, tra un rintocco e l’altro della Torre dell’Orologio, ho potuto assistere al gran carnevale di Venezia, evento tipico del luogo che ogni anno vede arrivare figuranti da ogni dove vestiti con sontuosi abiti carnevaleschi.

Una maschera del gran carnevale di venezia
Tappa 2

Burano, l’isola famosa per i merletti

Il giorno seguente, dopo esserci rifocillati, di buon ora abbiamo preso il traghetto che ci ha portati in un altro luogo incantevole, Burano. Il campanile è stata la prima cosa che abbiamo visto, perchè con la sua altezza si staglia sulle case. Particolarità è la sua forte pendenza.

Uno scorcio suggestivo di Burano

Arrivati a terra, abbiamo proseguito in questo luogo dove il tempo pare si sia fermato. Qui ci si imbatte ancora in vecchie signore che ricamano i merletti, ma l’originalità del posto è dovuta alle case di vari colori.

Casette tipiche in vendita a Burano

Alcune hanno tinte pastello, altre toni più accesi. Si narra che i pescatori dipingessero così le loro dimore per conoscerle da lontano nei giorni di forte nebbia. Burano, oltre ad essere famosa per le sue case colorate, è anche famosa per i merletti.

Una delle piazze di Burano

Infatti, attraversando a piedi questa deliziosa isoletta di pescatori, mi sono imbattuta nel museo che informava sulle tecniche e sulla storia della produzione del merletto.

Cosa mi è piaciuto

Sono ormai tanti anni che mi reco a Venezia in occasione del famoso carnevale e devo ammettere che ogni anno per me è una nuova ed impagabile emozione. Mi piace scoprire ogni angolo e mi piace moltissimo fotografare queste bellissime maschere che sono disponibilissime a qualsiasi scatto gli si voglia fare.

Cosa non mi è piaciuto

Solitamente sono abituata ad alloggiare in posti dove sia la struttura che l’arredo sono in stile moderno e qui a Venezia invece non ho trovato nulla di tutto ciò. D’altronde me lo aspettavo, visto che al momento della prenotazione mi era stato illustrato come luogo storico di Venezia. Diciamo che mi sarebbe piaciuta una maggior cura dell’ambiente.

I consigli di Paola Assandri

Se avete optato per un soggiorno a Venezia vi consiglio vivamente di viverla a piedi e non in traghetto. Ha molto da offrire e, con un pochino di tempo a disposizione, si può visitare bene. Altro discorso se decidete di visitare le isole limitrofe. Bella e imperdibile Burano, ma anche Murano è degna d’interesse.

Voto al viaggio
Lo consiglierei? Si