I tre borghi medievali più belli nella provincia di Pordenone

Se, come me, siete appassionati dell’epoca medievale, in Friuli Venezia Giulia, in provincia di Pordenone, ci sono tre mete che fanno al caso vostro, ritenute medievali in quanto conservano ancora l’animo antico dell’epoca nelle proprie vie e piazze:

Valvasone è un paesino situato lungo il fiume Tagliamento, nei pressi dei comuni di Codroipo e Casarsa della Delizia nel quale si trova il Castello di Valvasone, diventato monumento nazionale. Il 12,13,14 settembre 2014 si terrà la ventunesima edizione della rievocazione medievale, evento tra i più importanti e attesi nella provincia pordenonese. E’ come tuffarsi nella storia ai tempi di re Artù: cavalieri in sella al loro destriero con armature scintillanti e spade sguainate pronti per il combattimento, torce che illuminano tutto il borgo e cene tipicamente medioevali nel chiostro di un convento illuminato dal fuoco dove il conte di Valvasone riserva ai suoi più intimi ospiti un banchetto con diverse pietanze e spettacoli d’intrattenimento. Le dieci taberne che vengono allestite propongono pietanze medievali, dal cervo al cinghiale, e persino il vin speziato.

Valvasone

Cordovado, entrato anch’esso nella classifica dei borghi più belli d’Italia, è famoso per il suo castello, costruito per difendere il paese dalle invasioni ungariche. Purtroppo del bel castello rimangono solo due torri e una parte di muro di cinta a causa di un violento terremoto del 1511. Come a Valvasone, anche a Cordovado si svolge la suggestiva rievocazione medievale, la quale ricorda le nozze di due importanti figure reali dell’epoca: Riccarda d’Arcano con Francesco Ridolfi.

Cordovado

Poffabro, situato nella frazione del comune di Frisanco, sorge nelle Alpi Carniche, in Val Colvera. Poffabro era un borgo molto povero, dove la popolazione si decimò a causa delle epidemie di tifo e vaiolo nel 1800. Il terremoto violento del 1976 non lo risparmiò, causando gravi danni architettonici. Proprio a causa di queste vicende non troviamo la presenza di palazzi o case signorili e neppure grandi chiese con sfarzi artistici. Troviamo la piccola chiesetta di San Nicolò e delle tipiche case in legno e sasso a vista quindi si può definire un borgo molto più semplice e austero rispetto a Cordovado e Valvasone ma contornato dalla natura e dalla bellezza della montagna. Visitando questo borgo possiamo trovare alcuni artigiani che producono oggetti in legno e vimini, ma soprattutto le tipiche “scarpets” cioè delle pantofole in velluto. L’evento che si aspetta impazienti in quel di Poffabro è l’arrivo del Natale,in quanto il borgo si riempie di presepi,tutti molto originali e creativi.

Poffabro