La Torre di Pisa è conosciuta in tutto il mondo come la torre pendente di Pisa, ed è null’altro che il campanile della cattedrale di Santa Maria Assunta. Fa parte del sito di Piazza dei Miracoli assieme al duomo, al battistero e al Campo Santo.

La sua pendenza l’ha resa uno degli edifici più famosi del mondo, rendendola non solo il simbolo della città di Pisa, ma dell’Italia nel mondo. E’ alta circa 56 metri ed è pesante 14.500 tonnellate e la forma che predomina sulla struttura è il cerchio. La sua inclinazione attuale è di 3,97° ed è stata proposta come una delle sette meraviglie del mondo.

Cenni storici e descrittivi

La costruzione della Torre di Pisa iniziò verso l’agosto del 1173; la sua struttura fu concepita come quella di un faro e, come tale, le sue fondamenta furono lasciate riposare per un anno interno. Anche questo progetto è stato ricondotto a Diotisalvi, come per il duomo e il battistero di Piazza dei Miracoli.

Si hanno tuttavia poche idee su chi fosse il capomastro della torre; alcuni danno questo titolo al Gherardialtri a Pisano. Quest’ultima tesi fu fortemente spinta dal Vasari, il quale non trovò molto riscontro ma ultimamente fu ripresa in considerazione avendo trovato la tomba dell’artista nei pressi del sito. La torre, poggiando su un terreno molto instabile costituto di argilla, a causa del suo stesso peso, durante la costruzione, iniziò ad inclinarsi pian piano.

Torre di pisa
Vista d’insieme della Piazza dei Miracoli

Durante i lavori finali del 1275, si tentò di rimediare a tale inclinazione curvando gli ultimi tre piani; questa soluzione non ebbe grande successo ma completò la torre come oggi la vediamo. Durante i lavori di restauro di Alessandro Gherardesca, nell’ottocento, si cercò di riportare il campanile ad una pendenza minore. I tentativi fallirono ma fu eliminata del tutto la leggenda la quale voleva che la torre fosse stato voluta sin dal suo principio pendente.

Nel XX secolo il pericolo di caduta fu reale poiché la pendenza era diventata notevole. Si iniziarono dei lavori che avrebbero ridotto la pendenza di gran lunga. Furono posti dei contrappesi di piombo fino a circa 900 tonnellate che, a fine 2008, portarono la torre ad una pendenza considerata non più pericolosa; di conseguenza dopo pochi anni furono ultimati i lavori di ristrutturazione interna.

La struttura esterna ricorda una sorta di spirale che si innalza verso il cielo, richiamando fortemente le arti islamiche che avevano ispirato fortemente la cattedrale vicina. All’interno la struttura è molto semplice, senza troppe decorazioni, ma è dotata di ben 7 campane che suonano tuttora per scandire le ore giornaliere e le funzioni sacre del duomo.

Torre di pisa
Torre di pisa

Come arrivare

La Torre di Pisa si trova in Piazza dei Miracoli. Il consiglio è quello di raggiungere la piazza a piedi. Se si arriva in macchina, occorre parcheggiarla nel grande parcheggio turistico ubicato a 5 minuti dalla piazza, in via Pietrasanta.

Se si arriva in treno, dalla stazione Pisa Centrale si hanno 2 opzioni: a piedi o in autobus. A piedi ci si deve dirigere verso Piazza Vittorio Emanuele e da lì procedere verso via Crispi. Da lì, procedere dritti fino al ponte Solferino; attraversato il ponte, si deve procedere dritti ed imboccare via Roma fino a Piazza dei Miracoli; circa 25 minuti di camminata.

Se si arriva dalla stazione Pisa San Rossore, occorre attraversare il sottopassaggio da piazza Fancelli. Da lì sempre dritti fino a via Andrea Pisano, girare a sinistra e andare sempre dritti fino alla piazza dove si trovano il duomo e la torre. Se si preferisce usare un autobus, le linee da usare sono LAM ROSSA, n.4 e il n.21-notturno.

Orari e prezzi

Orari: tutti i giorni dalle 8.30 al tramonto, dal 14 giugno al 15 settembre apertura anche di notte dalle 20.30 alle 23. La Torre di Pisa resta chiusa l’1 gennaio ed il 25 dicembre.

Prezzi: il prezzo d’entrata è di 15,00€

Contatti

Telefono: +39 050 83 50 11/12
Fax: +39 050 56 05 05 
Indirizzo: Piazza del Duomo – 56126 Pisa
Web: www.opapisa.it
Email: info@opapisa.it