La Torre di Hassan – chiamata anche Tour Hassan – è il minareto di una moschea di Rabat che è poi rimasta incompleta. La torre, aggiunta all’elenco provvisorio dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità dell’UNESCO il 1° luglio del 1995, è entrata a far parte dei patrimoni ufficiali UNESCO nel 2012 e sorge sulla stessa piazza in cui è situato il Mausoleo di Mohammed V, una struttura di 1500 metri quadrati costruita nel corso degli anni Sessanta del Novecento in uno stile architettonico arabo-andaluso al quale si aggiungono elementi dell’arte tradizionale marocchina.

Cenni storici

Secondo il progetto di costruzione iniziale, nel luogo in cui ora svetta la Torre di Hassan avrebbe dovuto sorgere la moschea più grande del mondo, affiancata dal minareto più alto mai costruito, a celebrazione della vittoria degli Almohadi sui cristiani spagnoli nella battaglia di Alarcos. I lavori, però, avviati nel 1195, si fermarono quattro anni dopo, quando il sultano Yaqoub al-Mansour morì e nessuno dei suoi successori si incaricò di portare a termine la costruzione.

Il progetto dell’immenso complesso, infatti, era stato commissionato proprio da Yaqub al-Mansur, un membro della dinastia almohade, che aveva affidato i lavori di costruzione ad un architetto di nome Jabir, il quale prese spunto dalla Giralda di Siviglia, considerata la sorella della Torre di Hassan; entrambe le torri sono state modellate sul minareto della moschea Koutoubia di Marrakech, un altro progetto dello stesso architetto.

In seguito al grande terremoto di Lisbona del 1755, parte della struttura che ancora esisteva venne completamente distrutta, rendendo inutilizzabile anche la sala che fino ad allora aveva accolto i fedeli in preghiera.

Torre di Hassan a Rabat
Vista prospettica della Torre di Hassan a Rabat

Descrizione

La splendida Torre di Hassan misura oggi 44 metri d’altezza ma, secondo il progetto originario, una volta finita di costruire avrebbe dovuto misurarne ben 86. Nonostante le sue dimensioni risultino oggi notevolmente ridotte rispetto a quello che avrebbe voluto il sultano almoradivo Yaqoub al-Mansour, però, il minareto spicca comunque in mezzo alla grande piazza bianca su cui sorge per il suo meraviglioso colore rossastro, donatogli dall’arenaria rossa con cui è stato edificato.

Tutto intorno alla Torre di Hassan spuntano i resti di 200 colonne in costruzione – lasciate incomplete, così come le altre parti della moschea -, che permettono al visitatore di intuire quella che avrebbe dovuto essere la struttura della moschea.

La sala della moschea che veniva utilizzata fino al grande terremoto del 1755 – occasione nella quale le colonne portanti cedettero facendo crollare al suolo la struttura -, invece, era ricoperta in legno di cedro, ma oggi di quello splendore non restano che alcune colonne parzialmente restaurate.

Torre di Hassan a Rabat
Alcune colonne nei pressi della Torre di Hassan a Rabat

A differenza della moschea, l’imponente Torre di Hassan è rimasta in piedi e, con la sua altezza, domina l’intera città di Rabat. Il minareto, che nelle moschee si trova solitamente posizionato sull’angolo settentrionale della parte posteriore della moschea, nel caso della moschea di Yaqoub al-Mansour avrebbe invece occupato una posizione centrale.

Nonostante la sua apparente semplicità strutturale, la Torre di Hassan è probabilmente una delle strutture più complesse ed ambiziose progettate ed edificate durante la dinastia degli Almohadi e, insieme ai resti della moschea – la vastità della quale è ancora oggi in grado di stupire il visitatore – e a quelli del Mausoleo di Mohammed V, costituisce un complesso storico e culturale di grandissima importanza per la città di Rabat.

All’interno, la Torre di Hassan si sviluppa su sei livelli, ognuno dei quali è occupato da un’unica stanza collegata agli altri piani attraverso delle rampe. La scelta di costruire delle rampe che permettessero di salire ai vari piani della torre, invece di optare per delle più classiche scale, fu fatta con l’idea di consentire al muezzin – che aveva il compito di recarsi sulla cima del minareto per richiamare i fedeli alla preghiera – di salirci in sella al suo cavallo.

Torre di Hassan a Rabat
La Torre di Hassan a Rabat in tutta la sua imponenza

Come arrivare

La Torre di Hassan è facilmente raggiungibile a piedi dalla stazione ‘Tour Hassan’, distante all’incirca 1 chilometro. Usciti dalla stazione procedete in direzione nordest su Avenue Al Alaouiyine verso Avenue Moulay Ismail, svoltate a destra in Avenue Tour Hassan e quindi a sinistra in Boulevard Mohamed; camminate ancora per 300 metri e vi troverete la torre alla vostra sinistra.

Contatti

Indirizzo: Boulevard Mohamed Lyazidi – Rabat